Dieta Mediterranea: anche l’ UNESCO la premia

La dieta mediterranea è un vero e proprio patrimonio storico e culturale che unisce le abitudini alimentari di Italia, Grecia, Spagna, Marocco, Portogallo, Cipro e Croazia, ovvero i principali Paesi che affacciano sul Mar Mediterraneo. Si tratta di un regime alimentare decisamente semplice ma ricco di gusto, molto conosciuto ed apprezzato in tutto il mondo.

Forse non tutti sanno però è che la famosa dieta mediterranea “nacque” grazie ad un nutrizionista americano.

Un certo Ancel Keys, intorno al 1950, osservò che le popolazioni del bacino del mediterraneo non erano soggette alle patologie che invece colpivano generalmente gli statunitensi. Ipotizzando che ciò dipendesse dall’alimentazione, iniziò subito una serie di studi e ricerche che trovarono conferma anche con il Seven Countries Study (in breve SCS), l’importante studio che monitorò dieta e salute di ben 12 mila persone che vivevano in Italia, Jugoslavia, Olanda, Finlandia, Stati Uniti e Giappone. Da quel momento la dieta mediterranea fu considerata un’eccellenza nutrizionale e proposta come regime alimentare ideale in tutto il mondo.

Perché scegliere la dieta mediterranea

In molti sostengono che seguendo la dieta mediterranea si possa aumentare la propria longevità, a dire il vero noi questo non lo sappiamo ma siamo in grado di dire con certezza che sicuramente si migliora la qualità della vita. Mangiare regolarmente i piatti tipici della dieta mediterranea a quanto pare aiuta a prevenire ad esempio obesità, colesterolo, diabete, osteoporosi ipertensione, aterosclerosi, infarti e perfino tumori.

Gli alimenti appartenenti alla dieta mediterranea non fanno altro che favorire sali minerali, fibre, vitamine, antiossidanti, proteine e zuccheri indispensabili per il corretto funzionamento dell’organismo.

Protagonisti della dieta mediterranea

Come abbiamo già accennato all’inizio, questa dieta si basa su alimenti ed abitudini gastronomiche legate a quelle della tradizione mediterranea. Le varie preparazioni partono sempre quindi da una giusta scelta degli alimenti, che non dovranno mai essere sottoposti a lunghe cotture per fare in modo che si preservino nutrienti, profumi e sapori.

dieta-mediterranea

I protagonisti assoluti della dieta mediterranea sono soprattutto:

Pane, Pasta e Riso (meglio ancora se nella versione integrale)

I nutrienti di questi alimenti sono principalmente vitamine, carboidrati e fibre, quest’ultime specialmente contenute nelle versioni integrali. I carboidrati complessi di cui abbondano pane, pasta e riso sono importanti inoltre per il rilascio di glucosio che apporta all’organismo la sensazione di sazietà.

Legumi, Frutta, Frutta Secca e Verdure

Validi sostituiti della carne, i legumi ci aiutano ad assimilare le proteine (ovviamente vegetali) ma anche carboidrati complessi e ferro. La frutta e le verdure invece apportano minerali, vitamine, fibre e moltissime sostanze antiossidanti.

Olio di Oliva

Bioattivi, antiossidanti e grassi insaturi, l’olio di oliva li contiene in abbondanza.  Il suo consumo è inoltre indicato per le proprietà antinfiammatorie e perché è in grado di ridurre i livelli di colesterolo “cattivo” senza intaccare quello “buono”. Nei primi sei mesi di vita di un bambino l’olio di oliva contribuisce alla formazione delle sue ossa ed al rafforzamento delle difese immunitarie mentre nelle persone anziane contrasta l’osteoporosi. Utilizzato come condimento può inoltre porre dei limiti all’innalzamento della glicemia in coloro che soffrono di diabete.

Pesce

Fonte di grassi insaturi, ad alta concentrazione di Omega3, il pesce è ricco di vitamine, sali minerali e calcio. Assumerlo è inoltre essenziale per prevenire l’artrite reumatoide, gli attacchi di cuore e quelli di asma. Protegge la vista, la pelle ed aiuta a sviluppare l’intelligenza.

Vanno aggiunti alla lista, da non consumare assolutamente tutti i giorni e soprattutto in quantità minori, i formaggi, le uova, la carne bianca ed in ultimo quella rossa, da assumere molto raramente.

Per capire ancora meglio quanto sia importante il regime alimentare di cui stiamo parlando, vi basterà sapere che nel novembre 2010 la dieta mediterranea è stata riconosciuta, dall’UNESCO, come Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità. Una ricchezza che noi italiani abbiamo a portata di mano e che non dovremmo  mai dimenticare!