Chef Rubio, da “Unti e bisunti” ai nuovi progetti

E’ uno dei personaggi più amati dal web, ha più di 500 mila followers su Facebook, 75 mila su Twitter e 100 mila su Instagram. Gabriele Rubini, è il giovane cuoco e personaggio televisivo italiano conosciuto come Chef Rubio.

Cresciuto praticamente sui campi di rugby, dove all’età di 10 anni già si allenava, iniziò la sua carriera nel Parma diventando un atleta d’interesse nazionale e passando successivamente al Rugby Roma e dopo ancora al Poneke RFC, in Nuova Zelanda.

Fu proprio in Nuova Zelanda che Rubini si avvicinò al mondo della cucina, iniziando a lavorare in un ristorante per potersi mantenere.

La sua carriera agonistica continuò con un nuovo trasferimento in Italia, dove fu costretto a fermarsi nel 2011 dopo un infortunio. Proprio l’anno prima però, nel 2010, si era diplomato all’ALMA dopo aver frequentato il corso internazionale di cucina italiana e la sua carriera è ripartì proprio da lì.

Per espandere le proprie conoscenze in campo culinario, e per cercare lavoro, lo Chef Rubio andò in Canada prima di tornare nuovamente a Roma.

Il suo carattere intraprendente e la sua forte personalità gli hanno permesso di mettersi sempre in gioco e di non smettere di avere nuovi stimoli. In pochissimo tempo il rude chef si è affermato in tv ed ha conquistato tutti per la sua originalità ed ovviamente competenza.

Ha iniziato a collaborare con “Unti e bisunti” a partire dal 2013 e per 3 stagioni ed ha condotto “Il cacciatore di tifosi”, entrambi per DMAX. Vestirà successivamente i panni di giudice per “I re della griglia”, sempre su DMAX, e sarà il protagonista del docu-reality “Il ricco e il povero”, dove sarà accompagnato a turno da alcuni vip. Nello scorso maggio (2017) ha invece iniziato a condurre “E’ uno sporco lavoro”, ancora una volta per DMAX.

chef rubio libro

Il suo successo ha ispirato anche il film “Unto e Bisunto, la vera storia di Chef Rubio”.

E’ uno dei pochi chef che si riesce a sentirsi realmente a proprio agio in una cucina stellata così come ad un semplice mercato, è schietto e non ha poi tanti peli sulla lingua. Crede nell’importanza della “Buona Cucina” e ne fa un progetto di vita e di lavoro attraverso spettacoli teatrali, reportage fotografici, cooking show, fumetti e webserie. Da qualche anno (dal 2014 per l’esattezza) Rubio ha iniziato anche a sostenere l’associazione no profit “Never Give Up” che si occupa proprio dei disturbi del comportamento alimentare.

Sempre restando nell’ambito del sociale, il noto chef ha girato un video in lingua dei segni italiana e dal 2016 collabora per la realizzazione del programma “Segni di gusto” con l’Istituto statale per sordi di Roma. Proprio per il suo impegno costante nel sociale, il Comitato Italiano Paralimpico lo ha nominato Chef Ufficiale di Casa Italia alle Paralimpiadi di Rio, sempre nel 2016.

Un’altra iniziativa che merita “tanto di cappello” è quella promossa assieme allo scrittore Erri De Luca nel febbraio 2017. I due hanno lanciato nel cuore di Garbatella (a Roma) la campagna “Pasto Sospeso”, sulla scia dell’usanza napoletana del “Caffè Sospeso”, per garantire il cibo ai migranti in transito. Lo stesso progetto è nato poi anche a Dubai, nel mese di maggio.

Libri

Per chi non lo sapesse, nel 2014 Rubio ha pubblicato “La Nuova Dieta Mediterranea” e “Unti e Bisunti”.

Nel 2016 invece è uscito “Chef Rubio, le ricette di Unti e Bisunti”. Il libro è una raccolta di ben 130 ricette, presentate tutte nell’omonimo programma tv.

Restando in tema di libri… “Chef Rubio, FoodFighter” è il supereroe all’amatriciana che combatte le multinazionali del fast food. Un bellissimo fumetto dedicatogli dalla Star Comics nel 2014!

chef rubio libro2

Premi

Uno chef di questo calibro non può non ricevere dei premi.

Nel 2014 e nel 2016 Chef Rubio, al Macchianera Italian Awards, si aggiudica il premio “Miglior Chef”.

Nello stesso anno è il vincitore della categoria “Taward Food” nella manifestazione Tweet Award di Bologna.

Come miglior rappresentante nel campo della ristorazione ed enogastronomia italiana gli viene assegnato, ad inizio 2016, il premio “Miglior Personaggio dell’Anno 2015”.

Sempre nel 2016 prende invece il Premio Internazionale “Gusto DiVino”.

 

Odiato ed amato, Chef Rubio è senza ombra di dubbio un personaggio molto discusso ma non si può certo dire che non sia in gamba!