Ma quanto guadagna uno chef stellato?

Quanto guadagnano gli chef stellati, a livello sia italiano e che globale? E quanto incide la fama sul loro “stipendio”? Proviamo a fare un po’ di conti in tasca ai nomi più noti delle cucine del mondo, cercando anche di capire quali sono gli introiti complessivi dei ristoranti stellati nell’ultimo anno.
Sono volti che, quasi ogni giorno, vediamo sul piccolo schermo: non parliamo solo dei “Masterchef” Carlo Cracco, Antonino Cannavacciuolo e Bruno Barbieri (a cui si deve aggiungere Joe Bastianich, che però è un caso a parte), ma anche di Alessandro Borghese e Lidia Bastianich o, per allargare il campo alle star internazionali, di Jamie Oliver, Alan Wong e Gordon Ramsay.

Quanto guadagnano gli chef

Quelli appena citati sono i nomi dei più famosi chef della tv, personaggi che hanno saputo sfruttare al meglio il combinato tra piccolo schermo e cucina per raggiungere nuove vette di fama, con effetti diretti sia sul “nome” che sul portafogli. E non a caso, come svelano le ultime classifiche di Forbes e similia, sono proprio loro a dominare le graduatorie sugli stipendi degli chef, a suon di milioni di dollari!

Alan Wong, il cuoco più ricco al mondo

In assoluto, lo chef che guadagna di più al mondo è Alan Wong: di origini miste giapponesi e hawaiane (è considerato uno dei fondatori della cucina tipica dello Stato americano), questo cuoco ha un impero finanziario stimato in 1,1 miliardi di dollari, ed è apparso diverse volte in show televisivi in qualità di giudice d’onore. Buonissima seconda posizione per Jamie Oliver, lo chef britannico formatosi in Italia e autore e conduttore di una lunga serie di trasmissioni tv, come “The Naked chef” o “Jamie’s Great Italian Escape”, in cui reinterpreta classici della nostra cucina in salsa british.

Alan Wong

Il caso Gordon Ramsay

A completare il podio degli chef più pagati al mondo è Gordon Ramsay: praticamente impossibile non aver mai sentito parlare di questo scozzese, personaggio tra i più dirompenti del piccolo schermo, noto sia per le abilità culinarie che per le sfuriate contro i concorrenti. Giudice di Masterchef Usa, protagonista di Hell’s Kitchen, critico inflessibile di Cucine da incubo, viaggiatore curioso alla scoperta di ricette tipiche da tutto il mondo, Ramsay vanta ben 14 stelle Michelin, a riprova di un talento fuori dall’ordinario. In complesso, il suo impero personale è stimato in 118 milioni di dollari.

I guadagni di Lidia Bastianich

Prima di passare all’Italia ci soffermiamo su Joe e Lidia Bastianich, che rappresentano un po’ i “ponti” tra gli Stati Uniti e il nostro Paese: la ristoratrice friulana (ma emigrata da giovane in America) è diventata un personaggio di culto sulla tv stelle e strisce, e anche da noi si fa apprezzare per competenza e pacatezza (memorabili i suoi appunti ai giovani partecipanti di Junior Masterchef), ed è forte di un patrimonio di 3,75 milioni di dollari. Non è invece uno chef il figlio Joe Bastianich, che però ha molto a che fare con il binomio tv e cucina.

Quanto guadagna Joe Bastianich

L’imprenditore italo americano possiede infatti varie catene di locali (30 ristoranti pluristellati sparsi per il mondo), ed è probabilmente il personaggio più iconico di Masterchef (memorabile il suo “Vuoi che moro?” dopo aver assaggiato un piatto sbagliato di un concorrente, ripreso poi anche da Maurizio Crozza in una imitazione parodistica): attualmente, il suo portafogli dovrebbe “contenere” qualcosa come 100 milioni di euro.


Joe Bastianich

Il fatturato di Carlo Cracco

E allora guardiamo più in dettaglio le prestazioni degli altri giudici di Masterchef Italia, che ci consentono di parlare anche dei guadagni degli chef stellati. Il più famoso è Carlo Cracco: la sua società (chiamata Carlo Cracco Investimenti) è cresciuta lo scorso anno fino a superare i 2,7 milioni di ricavi, con un utile di 215 mila euro e un attivo di quasi 2 milioni di euro (grazie anche ai 300 mila euro rappresentati dal valore complessivo delle bottiglie di vino presenti nelle sue cantine), grazie anche al legame di sponsorship che ha legato lo chef veneto a Patatine San Carlo prima e Scavolini poi.

Cannavacciuolo vince la classifica dei guadagni

Differente la situazione di Bruno Barbieri, che appare un po’ defilato: dopo qualche stagione un po’ appannata (e la chiusura di un ristorante a Londra), quest’anno lo chef ha inaugurato un bistrot a Bologna, chiamato Fourghetti, che dovrebbe consentirgli di fatturare circa 300 mila euro. Il più ricco tra i tre è il napoletano Antonino Cannavacciuolo (che al ruolo di giudice di Masterchef ha aggiunto la conduzione di Cucine da Incubo e ‘O mare mio), il cui giro di affari è stimato in più di cinque milioni di euro, grazie soprattutto alla fama e alla qualità di Villa Crespi sul lago d’Orta vicino Novara, uno dei migliori ristoranti d’Italia anche secondo l’ultima Guida del Gambero Rosso.

Quanto guadagnano i giudici di Masterchef

Interessante poi l’indiscrezione, rimbalzata su siti e social, sui guadagni “specifici” dei giudici di Masterchef: per la precisione, si dice che i quattro protagonisti del talent gastronomico di Sky ricevano un compenso particolarmente elevato, che nel caso di Cracco, ad esempio, si aggira intorno ai 400mila euro! Più basse (si fa per dire) le quote relative alle semplici “comparsate” di queste star dei fornelli in uno show televisivo: le ospitate, infatti, costerebbero 25 mila euro a trasmissione.

Alessandro Borghese, un impero in cucina

Allargando il campo ad altri personaggi della tv, sono tutti col segno più i fatturati di Alessandro Borghese, altro “prezzemolino” degli show del piccolo schermo (da Quattro ristoranti a Junior Masterchef e Kitchen Sound), che ha creato un piccolo “impero” stimato in 2 milioni di euro, grazie alle attività nel campo della ristorazione, del catering, dell’utensileria da cucina e via così.

alessandro-borghese

I guadagni degli chef stellati

Nelle scorse settimane, poi, La Repubblica ha pubblicato un articolo in cui fa i conti in tasca agli chef stellati italiani, rivelando i guadagni di alcuni dei principali protagonisti della nostra gastronomia; oltre alle “star” già citate, vanno menzionati i risultati ottenuti nel corso dell’intero 2015 da personalità come Gualtiero Marchesi (159.288 euro con La Marchesiana e 1.954.512 con la Marchesi Milano srl), Massimo Bottura (474.951 con Franceschetta, 4.421.676 euro con Francescana), Enrico Bartolini (2.771041 euro) e i fratelli Alajmo (ben 11.035.624 euro).

I fatturati dei ristoranti stellati

Più in generale, è stato calcolato che i ristoranti che si sono aggiudicati una stella Michelin hanno fatturato l’anno scorso 203.975.366 euro, che fanno la parte del leone superando sia i ristoranti con due stelle (42.734.952 euro) che quelli a tre stelle (12.322.627 euro), per un totale complessivo del fatturato stimato in 259.032.945 euro, in crescita rispetto all’anno precedente. Il fatturato stimato 2016 per un ristorante senza alcuna stella è invece di 651 mila euro.