5 modi per cucinare le castagne

Protagoniste indiscusse di un’infinità di eventi, festival e sagre, anche quest’anno con l’autunno sono tornate le castagne!

Conosciute già nell’antica Roma e considerate in passato come il “pane dei poveri”, oggi vengono impiegate in cucina per la preparazione di tantissimi piatti (antipasti, primi, secondi, contorni e persino dolci!). Il più della volte però si preferisce consumarle così come sono, per gustarle al meglio ed accompagnarle magari con un buon calice di vino.

C’è chi ama acquistarle già cotte e mangiarle direttamente in strada, riscaldandosi anche le mani, e poi c’è chi invece ha la fortuna di poterle cuocere nel camino.

Le castagne però possono essere preparate anche in casa, in 5 semplici modalità differenti.

5 modi per cucinare le castagne

Se avete appena acquistato delle castagne ma non sapete come cuocerle, ecco risolto il vostro problema:

Castagne lessate

Le castagne lessate, oltre ad essere buonissime, sono anche molto facili da preparare e sbucciare. Una volta cotte potete mangiarle così come sono oppure potete scegliere di sbucciarle ed impiegarle in una deliziosa ricetta, dolce o salata che sia. Con questo tipo di cottura resteranno morbidissime per alcuni giorni.

Lavate con cura le castagne e ricopritele di acqua fredda all’interno di una pentola dai bordi alti. Aggiungete anche un po’ di sale e del timo, fate cuocere quindi per almeno 40 minuti. Quando saranno pronte scolatele e, dopo aver fatto un taglio sulla punta, privatele del loro guscio e della pellicina sottostante.

Consiglio: se le vostre castagne sono abbastanza grandi cuocetele per almeno 1 ora.

Castagne in padella

Preparare le castagne in padella è il modo più semplice per renderle simili a quelle vendute in strada. Morbide dentro e ben dorate fuori, queste castagne si preparano con l’apposita padella forata. Possono essere comunque cotte anche in una di quelle più comuni, utilizzando magari una già vecchiotta perché tenderà a rovinarsi.

Incidete ogni castagna sulla buccia con un coltello, servirà a non farle scoppiare in fase di cottura. Posizionatele distanti tra loro e con la parte rigonfia verso l’alto, all’interno dell’apposita padella bucherellata. Fate cuocere per circa 15 minuti a fuoco medio o fin quando, attraverso l’incisione fatta, si vede la polpa delle castagne diventare giallina.

Consiglio: per una cottura uniforme rigirate le castagne di tanto in tanto.

Castagne al forno

Le castagne al forno sporcano poco e niente e vi riscalderanno tutta la casa. La vostra unica attenzione sarà quella di doverle mangiare belle calde calde, perché diventando fredde perderanno la maggior parte della loro croccantezza.

Lavate le castagne e lasciatele in ammollo per 30 minuti in una ciotola colma d’acqua. Una volta scolate ed incise con il coltello, mettetele all’interno di una leccarda rivestita di carta forno. Spostatele quindi in forno già caldo e cuocetele a 220 °C per circa 20 minuti.

Consiglio: sempre per una cottura ottimale, giratele di tanto in tanto.

 

Castagne al vapore

Avete mai sentito parlare di castagne al vapore? A differenza delle altre cotture, con quella al vapore si conservano tutte le grandi proprietà di questi frutti e non ci sarà neppure il rischio di bruciarle.

Avete mai sentito parlare di castagne al vapore? Dopo averle pulite ed incise, le castagne dovranno essere messe all’interno di un apposito cestello adagiato su una pentola di acqua bollente. In base alla grandezza delle castagne acquistate, bisognerà farle cuocere dai 15 ai 25 minuti circa.

 

Castagne cotte in microonde

Le castagne al microonde sono la scelta migliore di chi non ha molto tempo da poter dedicare alla loro cottura. Fate attenzione però, al termine della cottura saranno particolarmente bollenti e potreste scottarvi toccandole.

Prima di tutto lavate le castagne, successivamente lasciatele in ammollo per alcuni minuti in una ciotola piena d’acqua. Dopo averle scolate non asciugatele ma passatele direttamente in un contenitore adatto al microonde. Fatele cuocere quindi a 750 W per circa 5 minuti.

Ma come si sbucciano le castagne cotte?

Ora che avete cotto le vostre castagne, sapete qual è il modo più semplice per sbucciarle? Secondo la tradizione contadina le castagne devono essere avvolte in un canovaccio di cotone pulito e bagnato e lasciate così per alcune ore prima della cottura. In questo modo riuscirete a rimuovere più facilmente la loro pellicina che, ad ogni modo, dovrete eliminare quando le castagne cotte saranno ancora calde.