10 cose da non lavare in lavastoviglie

E’ comoda, pratica ed ammortizza i consumi, è la lavastoviglie.

Ormai da tempo la lavastoviglie è diventata un comune elettrodomestico che facilmente troviamo in diverse abitazioni. Da quando è stata inventata ci ha semplificato la vita, facendoci risparmiare tempo e fatica nel noioso lavaggio a mano di pentole, posate e bicchieri. Ci mettiamo dentro di tutto (si fa per dire!) ma lo sapevate che i programmi di lavaggio e le alte temperature rovinano moltissimi utensili? Non temete, non dovrete mica smettere di usarla (giammai!), semplicemente potreste salvaguardare stoviglie e lavastoviglie con qualche piccola accortezza.

Vediamo assieme le 10 cose da non lavare in lavastoviglie

Coltelli con lame affilate

Avete presente quei coltelli ben affilati e grandi che usate raramente in cucina ma ai quali siete particolarmente affezionati? Se volete preservarli, soprattutto da brutti graffi, allora sarà meglio lavarli a mano. In lavastoviglie i detersivi rovinano le lame dei coltelli fino a fargli perdere la funzionalità.

Bicchieri di cristallo

I bicchieri di cristallo, ma anche tutti quelli lavorati a mano, sono sensibilissimi alle alte temperature (per cui potrebbero rompersi) ed ai detersivi aggressivi. Lavare a mano dei bicchieri di valore (economico o affettivo che sia) molto probabilmente è la scelta più giusta che ci permetterà di farli durare nel tempo.

Piatti e tazzine decorate

Stessa cosa vale per piatti e tazzine decorate che andranno lavate con molta delicatezza, rigorosamente a mano! Solitamente si tratta di oggetti antichi o magari appartenenti al “servizio buono”, come siamo abituati a chiamarli. In entrambi i casi stiamo parlando di veri e propri capolavori artistici, ricoperti di oro o dipinti fatti a mano, per cui sarebbe un vero peccato rovinarli.

Utensili di legno

Il legno è un materiale poroso che durante i lavaggi assorbe particolarmente sia acqua che detersivo. I lunghi lavaggi in lavastoviglie, per di più con le alte temperature, non fanno altro che danneggiarlo facendogli perdere colore e forma originaria. Per preservare cucchiai, taglieri o tutto ciò che utilizziamo in cucina a base di legno, è decisamente meglio lavare questi oggetti a  mano e cercare soprattutto di asciugarli accuratamente.

Moka

Tenete ben lontana la moka dalla lavastoviglie ma anche dal sapone! Per garantire un buon caffè la moka dovrà essere lavata unicamente con abbondante acqua e mai con detersivo (anche nel lavaggio a mano).

Contenitori di plastica

Se resistenti alle alte temperature (tipo quelli per il microonde per capirci) allora hanno il via libera alla lavastoviglie, in caso contrario meglio lasciar perdere. I contenitori di plastica, con il calore dei programmi, si deformano diventando inutilizzabili.

Padelle antiaderenti

Strano ma vero, anche il rivestimento antiaderente che si trova sulle padelle teme il lavaggio “aggressivo” della lavastoviglie. Rovinare questo strato ad una padella non significa solo bruciare il cibo durante la cottura (che già questa è una buona motivazione) ma anche cuocere le nostre portate a stretto contatto con le sostanze, non proprio salutari, che inizierebbero a sprigionarsi.

Pentole e padelle di ferro

Si ossidano facilmente ed a contatto con l’acqua si rischia anche di arrugginirle, sono le pentole e le padelle in ferro (così come i coltelli). Scegliete quindi di lavarle a mano ed asciugatele subito dopo averle risciacquate, dureranno di più nel tempo.

Pietra ollare

Tanto bella quanto delicata, la pietra ollare è anch’essa molto porosa e va ripulita semplicemente con un panno imbevuto di acqua tiepida una volta raffreddata. Piastre, pentole o tutto ciò che possedete in questo materiale è quindi bandito dalla lavastoviglie in cui s’impiega il detersivo.

Barattoli con etichette

Che siano di latta o di vetro, i barattoli con le etichette non andrebbero mai lavati in lavastoviglie perchè ne provocano lo scollamento. Certo se non si tratta di un’etichetta particolarmente importante si potrebbe sempre riscriverne una ed attaccarla quando il lavaggio sarà terminato, ma il problema è un altro: la lavastoviglie rischia d’intasarsi. Evitate questo brutto inconveniente lavando i barattoli direttamente in un lavello.

 

Dunque quanti di questi oggetti avete sempre lavato in lavastoviglie non sapendo di commettere un errore?