Come pulire una pentola bruciata

E’ successo anche a voi di esservi distratti un attimo e di aver bruciato tutta la cena, pentola inclusa?

Calma e sangue freddo.

La prima cosa da fare è sicuramente quella di spostare tutto dai fuochi, aprire le finestre per arieggiare ed organizzarsi nuovamente, evitando così di restare digiuni. Quando saremo più calmi e rilassati però dobbiamo tornare alla pentola, ormai fredda, e ripulirla.

Pensavate che ormai fosse solo da buttare? Nient’affatto!

Quella brutta crosta nera che si è formata può essere rimossa in diversi modi. Prima di optare per uno di questi però è necessario eliminare, con un po’ di carta da cucina, i residui di cibo ancora attaccati ed aggiungere in pentola acqua calda sperando che dopo mezz’ora tutto venga via facilmente.

Se così non dovesse essere non resta che scoprire in che modo potrete recuperare la vostra pentola.

Metodi Naturali

I metodi naturali sono senz’ombra di dubbio i migliori se si vuole evitare l’utilizzo di sostanze chimiche e quindi tossiche.

Acqua, bicarbonato di sodio, aceto bianco, sale grosso ed una spugnetta leggermente abrasiva saranno le uniche cose di cui necessiterete per quest’operazione, oltre alla vostra pentola bruciata ovviamente.

 

Modo 1

Per le incrostazioni superficiali mettete in pentola 1 cucchiaio abbondante di bicarbonato, del sale grosso e ricoprite con molta acqua. Trasferite tutto sul fuoco e portate a bollore, a fiamma bassa, prima di spegnere e lasciar raffreddare totalmente. A questo punto potrete procedere con la spugnetta per lavare normalmente la vostra pentola.

Modo 2

Per le incrostazioni più profonde mettete in pentola 2-3 cucchiai abbondanti di bicarbonato, 1 bicchiere di aceto bianco ed acqua. Spostate sul fuoco e fate bollire per circa 1 ora, a fiamma bassa. Trascorso questo tempo fate raffreddare e passate all’uso della spugnetta per rimuovere tutti i residui.

Consiglio: se durante la fase di bollitura dovesse evaporare troppa acqua, aggiungetene dell’altra.

 

Per le incrostazioni persistenti mettete nuovamente in pentola 1 pugno di bicarbonato di sodio, 1 pugno di sale grosso ed acqua. Bollite per 1 ora, lasciate raffreddare e quindi riposare per almeno 24 ore prima di utilizzare la spugnetta.

Metodo Alternativo

Un metodo alternativo, ma comunque alla portata di tutti, è quello di utilizzare una nota bevanda industriale: la Coca-Cola! La Coca-Cola ha grandi proprietà disincrostanti ed è ottima in particolare se si tratta di dover rimuovere incrostazioni un po’ vecchiotte.

Mettendo nella pentola interessata 1 litro di Coca-Cola, e ricoprendo con il coperchio, bisognerà accendere il fuoco a fiamma molto bassa ed aspettare la totale evaporazione. Successivamente potrete passare alla spugnetta per ripulire il tutto.

Con la Coca-Cola è possibile rimuovere anche le macchie esterne di una pentola se si utilizza una spugnetta imbevuta di questa bevanda tiepida.

 

Ora che avete scoperto come recuperare una pentola bruciata, non vi resta che mettete in atto i nostri consigli. Siamo certi che riuscirete a far brillare nuovamente tutte le pentole ma qualora le abbiate rovinate in maniera irreparabile, beh allora vi toccherà soltanto buttarle e riacquistarne di nuove.