Galateo al ristorante: chi paga il conto?

E’ un grande classico: si va a mangiare fuori casa, con una o più persone, ed al momento di pagare c’è sempre un ripetersi di: “Pago io.”, “No, pago io.

Ovviamente questo accade solo se al tavolo non ci sono persone tirchie, è chiaro!

Coloro che dovranno ritirare il saldo lo sanno bene, con un velato imbarazzo bisognerà assistere ad una specie di “battibecco” e pazientare un po’ prima di poter incassare. In realtà non tutti lo sanno ma il Galateo (si, sempre lui) stabilisce delle vere e proprie regole che consentono di evitare quelle fastidiose discussioni su chi deve pagare.

Una volta lette non potrete più dimenticarle. Ecco quali sono:

 

Cena galante

Durante una cena galante, tra una donna ed un uomo, il galateo ha sempre sostenuto che debba essere l’uomo a pagare il conto. Non si discute! I tempi però sono cambiati e molto spesso, davanti ad una galanteria del genere, c’è dell’imbarazzo. Tutto è risolvibile in brevissimo tempo però, basterà infatti che la persona invitata proponga un “La prossima volta sei mio ospite” e s’impegnerà quindi a pagare il conto in quella nuova occasione. Assolutamente impensabile l’idea di dividere il conto durante una cena galante.

 

Pranzo di lavoro

In un pranzo, o anche una cena, di lavoro il conto solitamente lo salda colui che ha proposto l’invito. Che sia con una persona interessata ad una collaborazione lavorativa o il nostro capo che necessita di parlarci, non dovrebbe sorgere alcun tipo di qui pro quo perché si tratta di una regola ben nota.

Cena tra amici

Come in tutte le cose, con gli amici possiamo sentirci più liberi. Che siate in due, tre o un intero gruppo di persone, il conto va sempre diviso in parti uguali. Poco conta se c’è chi ha mangiato o bevuto meno oppure ha scelto qualcosa che nel menù aveva un prezzo inferiore, durante un incontro tra amici si divide sempre in parti uguali!

 

Oltre alle regole del galateo che avete appena letto ce ne sono in realtà altre ancora, da applicare in tutti e tre i casi appena elencati.

  1. Colui che dovrà pagare il conto eviterà di farlo in presenza dell’ospite. E’ preferibile quindi alzarsi dal tavolo con una scusa per saldare il conto direttamente alla cassa.
  2. Qualora il saldo venisse effettuato al tavolo, è senza ombra di dubbio meglio evitare il conteggio di banconote davanti all’ospite, preferendo quindi l’utilizzo di una carta.
  3. Dopo aver pagato il conto è una pessima idea quella di controllare con particolare attenzione, al momento, l’importo. Eventuali errori del gestore o nostre curiosità, vanno accertate in un secondo momento.
  4. Qualora sia stato deciso di dividere il conto, è assolutamente necessario che il ristorate venga scelto da entrambi i commensali. Questo a maggior ragione nel caso in cui ci fosse qualcuno con una disponibilità economica inferiore.
  5. Oltre a saldare il conto, è sempre preferibile lasciare la mancia. Generalmente questa corrisponde al 10% del conto, da dividere ovviamente in parti uguali nel caso si tratti di un tavolo di amici.
  6. Stessa cosa vale per il resto di un conto pagato da più persone. Non ci sarà ovviamente un’unica persona che ne beneficerà ma si dividerà approssimativamente il tutto tra coloro che hanno effettuato il pagamento.
  7. Per comodità di tutti è preferibile sempre lasciare come mancia il resto del conto quando quest’ultimo non supera ovviamente il 15%.

 

Una volta scoperte le regole del galateo sul pagamento del conto, eviterete la fatidica domanda alla fine di un incontro al ristorante?