Grom: da Torino al mondo con il nuovo gelato in barattolo

La nota catena di gelaterie artigianali, a 14 anni dalla sua nascita, inverte la rotta e passa al gelato confezionato!

 

Guido Martinetti e Federico Grom, i fondatori dell’azienda torinese, aprirono il primo locale vicino la stazione Porta Nuova nel 2003, ed in poco tempo hanno visto il loro marchio diffondersi in ben 34 città italiane e 7 città straniere (Parigi, New York, Osaka, Dubai, Hollywood, Giacarta, Malibù).

Con un piccolissimo investimento iniziale i due soci volevano produrre il miglior gelato al mondo, quello preparato solo con ingredienti biologici di stagione e addensanti naturali, un po’ come veniva fatto in passato per intenderci. Ed è proprio da questa voglia di riprendere la genuinità ed i sapori del passato che nasce il loro famoso slogan “Grom, il gelato come una volta”.

L’idea nacque durante una comunissima pausa pranzo, quando Guido lesse sul giornale che il famoso gastronomo Carlin Petrini sosteneva che in Italia non esistesse più il gelato di una volta. Dopo un breve confronto con Federico ecco che i due avevano già accettato la sfida e deciso di entrare loro in campo per creare un gelato autentico, mai uguale, imperfetto quindi, come amano definirlo loro!

Tutti i prodotti Grom alla fine sono risultati essere proprio come i fondatori dell’azienda li avevano immaginati, preparati in laboratorio nella loro miscela liquida e distribuiti alle singole gelaterie che provvedono a lavorare il prodotto fresco ogni giorno.

Tutto procede a gonfie vele e nel 2015 la società viene ceduta all’anglo-olandese Uniliver, la multinazionale proprietaria di molti marchi alimentari, pur rimanendo autonoma e gestita ancora dai suoi soci fondatori. Da questo incontro il passo a quanto pare è stato breve, la Grom è entrata ufficialmente nella grande distribuzione.

Se chiedete a Guido e Federico come mai hanno intrapreso questa strada vi risponderanno che vedere i loro gelati nei frigoriferi dei vari supermercati è sempre stato un sogno, un modo in più per poter arrivare a tutti.Il gelato però, assicurano, sarà sempre lo stesso!

Proprio come quello artigianale, il gelato in barattolo sarà quindi preparato con prodotti di stagione, uova biologiche, acqua di montagna e addensanti, emulsionanti e stabilizzanti naturali come la farina di semi di carrube? Dal gelato artigianale più buono al mondo sono passati all’obiettivo di quello in barattolo più buono al mondo!

Per il momento sarà possibile acquistare 7 versioni del gelato Guam, 4 creme e 3 sorbetti. Troverete quello al gusto di limone, fragole, lampone, caffè, cioccolato, pistacchio e il misterioso gusto “Grom”, tutto da scoprire. Le confezioni sono dei semplici barattoli trasparenti con chiusura ermetica di sicurezza, tutti da 313 grammi ed al costo di 6,90 euro.

Con i suoi 22 euro al chilo Grom è diventato sicuramente il gelato confezionato più caro sul mercato, speriamo riesca davvero ad essere anche il più buono.
Io ammetto essere una grande estimatrice del loro gelato, ora sono curiosissima di assaggiare i loro confezionati, poi vi farò sapere che ne penso 😉