Come piegare i tovaglioli per Natale

Il periodo di Natale è quella fase dell’anno in cui è quasi vietato non esagerare con gli addobbi.

Albero, presepe, lucine, tutta la casa acquista un aspetto diverso e ci sembra più calda ed accogliente, pronta ad avvolgere noi ed i nostri ospiti. D’altro canto in questo periodo si lascia libera la propria estrosità per decorare proprio tutto!

Ma in quanti dedicano un po’ di tempo anche alla realizzazione di eleganti tovaglioli?

Non parliamo di ricami o cose del genere, parliamo di pieghe. Si perché piegando i tovaglioli in un determinato modo è possibile creare delle vere e proprie decorazioni, perfette per rendere la vostra tavola ancor più chic! Se pensate che possa essere complicato vi anticipiamo che non è affatto così, per fortuna, e che da quest’anno anche voi potrete personalizzare i vostri tovaglioli.

Portaposate, Albero di Natale o Stella, voi quale preferite?

Portaposate

Per realizzare un tovagliolo che possa contenere delle posate è innanzitutto necessario utilizzarne uno di stoffa, ovviamente pulito ed anche ben stirato. Il tovagliolo andrà piegato in quattro, ottenendo un quadrato, e girato in maniera che i lembi dell’angolo si trovino sulla destra, in alto. A questo punto, fermandosi prima della metà, andrà spostato il primo lembo verso il centro del quadrato e ripiegata la piega su se stessa fino alla metà della diagonale del tovagliolo. La stessa cosa andrà fatta con l’angolo successivo, mettendo la punta dell’angolo sotto la prima piega e continuando poi con l’altra piega (sempre bloccandola sotto la prima). Girate il tovagliolo mettendogli una mano sotto ed un’altra sulle pieghe, così da avere avanti i vostri occhi due parti di stoffa ancora da piegare in basso a sinistra. Alzate il primo lembo e ripiegatelo su se stesso arrivando a metà del quadrato, piegate ora l’altro lato sollevando i vari strati di stoffa che andranno ripiegati sull’altra metà del tovagliolo. Se tutte le pieghe sono corrette dovrebbe essere ancora disponibile una parte di stoffa in basso a sinistra, quindi piegatela verso l’esterno e rigirate il tovagliolo. Non vi resta che metterlo in tavola ed aggiungergli all’interno le posate.

Albero di Natale

Anche per l’albero di Natale servirà un tovagliolo di stoffa, lavato, stirato e soprattutto quadrato. Una volta posizionato con le cuciture verso l’alto bisognerà piegarlo formando un rettangolo e ripiegarlo ancora per avere un quadrato. Rigiratelo in modo che i quattro lembi si trovino in basso a destra e, lasciando tra una piega ed un’altra 2 cm, ripiegate il primo sotto la diagonale prima di piegare anche gli altri. Sempre bloccandolo sopra e sotto rigirate il tovagliolo, facendo in modo che i lembi piegati siano rivolti verso il piano lavoro e la punta del tovagliolo sia rivolta verso l’alto. A metà del lato inferiore più lungo poggiate il dito indice e, con l’altra mano, portate all’interno l’angolo sinistro del tovagliolo. Ripiegate sopra il primo angolo anche quello destro e rigirate il tovagliolo. Se le pieghe fatte sono corrette, avanti ai vostri occhi dovreste vedere gli angoli piegati in direzione opposta. Iniziando dall’angolo più in alto, ripiegatelo all’insù, quindi procedete con il secondo infilandolo nello spazio che si è formato dalla piega dell’angolo precedente. Continuate in questo modo per il resto del tovagliolo fino a formare tutto l’albero. In ultimo potrete aggiungere una piccolo decoro per creare il puntale.

Stella

La stella può essere realizzata invece con un tovagliolo di carta. Aprendo in due un tovagliolo già piegato in quattro, si otterrà un rettangolo che andrà messo verticalmente. Prendendo il lembo inferiore si dovrà piegarlo fino a farlo arrivare alla piega centrale del rettangolo. Lo stesso passaggio andrà poi rifatto con il successivo lembo, prima di riaprire il tovagliolo per riavere un rettangolo. Se tutti i passaggi non sono errati dovrete aver creato due pieghe che dividono il tovagliolo in quattro. Facendolo arrivare alla piega più su, piegare il lembo inferiore. Afferrando la piega piena, capovolgete il tovagliolo dall’altro lato e portate verso l’alto. Piegate quindi il resto del tovagliolo a fisarmonica, capovolgendo sempre il tovagliolo ad ogni piega. E’ estremamente importante che ogni piega corrisponda a quella di prima, fate attenzione quindi! A questo punto sollevate, dal lato corto, il primo lembo e ripiegate il tovagliolo all’interno formando un triangolo. Alzate il triangolo e ripiegate il lembo corrispondente per formare nuovamente un triangolo. Ripetete i passaggi fino a formare un trapezio rettangolo e ripetete le operazioni anche dall’altro lato del rettangolo. Ora piegate a metà portando le estremità nello stesso punto e aprite, come fossero i petali di un fiore, il tovagliolo.