Frutta estiva: deliziosa e gustosissima

La frutta è benefica per tutto l’organismo ma sapevate che la frutta estiva lo è ancor di più?

Dolce, gustosa e dissetante, molto difficilmente riusciamo a rinunciare alla frutta estiva che mettiamo praticamente ovunque: nella macedonia, nel gelato, nei frullati e nei centrifugati, il più delle volte però la mangiamo proprio così com’è. Se assunta tutti i giorni ci aiuta a fare il carico di tantissime proprietà benefiche, ecco perché fa bene ad ogni età.

 

Proprietà e benefici

Forse non tutti ne sono a conoscenza ma i frutti estivi hanno grandi proprietà idratanti che ci aiutano a prevenire i colpi di calore e difenderci al meglio dall’afa. La presenza delle fibre e del potassio è invece particolarmente utile contro la spossatezza, tipica del periodo estivo e delle giornate particolarmente più calde. Questa frutta di stagione è inoltre diuretica e alcune tipologie apportano pochissime calorie, aspetti fondamentali per chi segue una dieta ipocalorica e conta di perdere qualche chilo di troppo.

 

Stagionalità frutta

Seguire la stagionalità di un frutto è sicuramente un altro aspetto importante che non va affatto mai sottovalutato. Questo perché apporta un sapore migliore, l’aumento delle proprietà benefiche, un quantitativo inferiore o addirittura nullo dei pesticidi, un netto risparmio economico e maggiore rispetto per l’ambiente.

Frutta estiva elenco:

 

Fragole: particolarmente colorate e squisite, le fragole sono utilissime a rafforzare i capelli, prevenire le rughe, cellulite e ritenzione idrica grazie alla produzione massiccia di collagene (una proteina). Tra i benefici di questo frutto c’è da sottolineare anche l’abbondanza di vitamina C, l’acido folico utilissimo per la memoria e lo xilitolo che aiuta i denti a prevenire la formazione della placca. Se non bastasse favoriscono inoltre la digestione ed aiutano a combattere l’anemia.

 

Ciliegie: le ciliegie aumentano la produzione di insulina regolando così la glicemia. Contengono vitamina A, C, potassio, magnesio, ferro, fosforo e calcio ma anche flavonoidi che servono a contrastare l’invecchiamento cellulare. Delle ciliegie si dice che “una tira l’altra”, ed è proprio per questo che molto spesso dimentichiamo che si tratta comunque di un frutto lassativo di cui non bisognerebbe mai abusare. Tra coloro che dovrebbero assumere le ciliegie ci sono sicuramente coloro che soffrono d’insonnia, sembrerebbe infatti che questi frutti siano utili a favorire il sonno.

 

Pesche: sono innanzitutto poco caloriche, prive di grassi, diuretiche  e danno il senso di sazietà. Sono anche particolarmente ricche di vitamina C ed assumere anche una sola pesca equivale infatti  a coprirne il 15% del fabbisogno giornaliero, non mancano inoltre di fibre, acqua ed antiossidanti. Tutte queste proprietà sono racchiuse in tutte le varietà di pesche, incluse le tabaccaie, saturnine, percoche e noci pesche.

 

Albicocche: mangiando le albicocche si assume vitamina C e vitamina A, la cui produzione viene stimolata soprattutto dalla presenza del betacarotene che si trova nella polpa, fondamentale per proteggere la pelle dall’esposizione solare e favorire la salute degli occhi. Le albicocche contengono inoltre magnesio, potassio e calcio, sono ipocaloriche e indicate soprattutto a chi soffre di anemia.

 

Mirtilli: quanti di voi sono a conoscenza del fatto che i mirtilli sono utili per combattere le infezioni urinarie, i disturbi della circolazione e regolare alcune funzioni epatiche? Sono inoltre consigliati per proteggere gli occhi e la pelle dai raggi UV, anche però per la loro massiccia presenza di vitamine e fibre.

 

Lamponi: il più delle volte si accompagnano con i mirtilli. I lamponi sono un frutto particolarmente energetico, in grado anche di rafforzare il nostro sistema immunitario. Sono inoltre rifrescanti, depurativi ed anti infiammatori, belli da vedere a buoni da gustare.

 

Prugne: sapevate che le prugne riducono il colesterolo cattivo? Hanno inoltre proprietà depurative, sono diuretiche e limitano l’assorbimento dei grassi. Ricche di antiossidanti, le prugne regolano inoltre il transito intestinale.

 

Nespole: chissà se vi è mai capitato, mangiando delle nespole, di avere poi un senso di sazietà. Chi segue una dieta ipocalorica forse se ne sarà reso conto, anche perché è proprio questo il motivo principale per il quale questo frutto viene consigliato a chi vuole perdere qualche chilo di troppo. Tra le proprietà benefiche  apportate con il consumo di nespole troviamo soprattutto quelle diuretiche ed antinfiammatorie, senza tralasciare la grande presenza di fibre e vitamine A, B e C.

 

Anguria: la troviamo spessissimo nelle diete ipocaloriche, questo perché 100 grammi apportano solo 30 calorie, dona il senso di sazietà e perché si tratta di un frutto che contiene zuccheri semplici che l’organismo smaltisce molto facilmente. Composta al 90% da acqua, l’anguria è dissetante e idratante nonché diuretica, perfetta quindi per combattere cellulite e ritenzione idrica, inoltre regola la pressione nel sangue ed è uno dei frutti estivi più amati che ci siano.

 

Melone: è simile all’anguria per la sua forma ma anche per l’apporto calorico, 100 grammi infatti contengono 34 calorie. Molte persone lo scelgono per la presenza di betacarotene che stimola la melanina, quest’ultima in grado di proteggere l’epidermide dai raggi UV e donarci un’abbronzatura perfetta. Anche nel melone è possibile trovare vitamina C, sali minerali e antiossidanti.

 

Fichi: utilissimi per lo stomaco, denti ed ossa, i fichi sono una fonte preziosa di fibre, calcio, polifenoli e probiotici, indispensabili per la flora intestinale. Mangiare questi frutti significa aiutare a mantenere in salute soprattutto la vista e la pelle, ma anche di acqua e zuccheri.

 

Per aiutarvi a memorizzare il periodo di ogni singolo frutto, vi lasciamo qui la tabella frutta e verdure di stagione: