Da hotel di lusso a luoghi d’aperitivi trendy: un must in tutta Italia, ecco i più amati

Oggi aperitivo non significa più soltanto pausa di sfizio che precede la cena e occasione di incontro con amici e colleghi per staccare la spina dopo un’intensa giornata di lavoro, ma anche un momento per riscoprire le bellezze della città e per gustare cocktail eseguiti a regola d’arte e stuzzichini gourmet. E lo spiega una delle nuove tendenze che si sta diffondendo in Italia, il connubio tra terrazze e sale di hotel di lusso per aperitivi trendy.

Gli alberghi si aprono agli amanti di aperitivi

Questo fenomeno ormai ha contagiato tutta Italia, da Nord a Sud, e i grandi alberghi stanno facendo a gara per imporsi come punto di riferimento per gli appassionati di aperitivo, sfruttando tutta la struttura e buona parte dello staff per offrire i più elevati standard qualitativi, adeguati al nome dell’hotel e alla fama della cucina del ristorante, per accontentare le aspettative e le esigenze della clientela.

Oltre a consentire di assaporare preparazioni gourmet in sale esclusive e lussuose, gli aperitivi in albergo consentono anche di scoprire scorci di città spesso ritenuti inaccessibili, di avvicinarsi al mondo del lusso (anche solo per qualche ora!) e di vedere da vicino un hotel “tante stelle” anche senza risiedervi!

Vediamo quindi quali sono, da Nord a Sud Italia, gli alberghi che hanno puntato sugli aperitivi di lusso e quali sono i posti da tenere in considerazione per le proprie pause enogastronomiche all’insegna del grande piacere!

L’aperitivo Milano è a grandi firme

Partiamo dalla città della moda e capitale indiscussa dell’ape-filosofia: forse non sarà più la “Milano da bere” degli anni passati, ma il capoluogo lombardo continua a essere un punto di riferimento per i principali trend legati alla cucina e alla gastronomia (e difatti il primo Starbucks italiano ha aperto proprio qui!). Tornando al nostro tema, l’aperitivo a Milano si veste elegante e firmato, perché gli hotel che si stanno contraddistinguendo negli ultimi anni sono quelli di proprietà di grandi brand della moda.

Armani e Bvlgari per aperitivi lussuosi a Milano

È il caso del Bamboo bar all’interno dell’Armani Hotel di via Manzoni, in pieno Quadrilatero della Moda, che cerca di rispettare lo stile unico e impeccabile delle creazioni del grande Giorgio Armani. Il Bamboo Bar si caratterizza per una splendida vista sul panorama della città e sulla Cattedrale del Duomo, mentre all’interno lo sguardo è catturato da un soffitto a doppia altezza, dalle grandi vetrate e dagli elementi in onice retroilluminati. La carta invece stupisce con una prestigiosa lista di cocktail, tutti creati con ingredienti originali e senza trascurare i grandi classici, una selezione di vini delle migliori etichette italiane e internazionali e un menu di piatti gustosi studiato dall’Executive Chef.

Dall’haute couture ai gioielli con il secondo nome di hotel di lusso diventato regno degli aperitivi milanesi: Bvlgari Hotel Milano è sempre più uno dei place-to-be della città, grazie a un meraviglioso giardino, ideale per bere un cocktail quando il clima è mite e lo consente, o anche solo per rifugiarsi in tranquillità restando in pieno centro storico. Anche qui il lusso è evidente in ogni zona (Vimini, le cinque Isole di Ghiaia e l’esclusivo Bar) e soprattutto affascina l’ampio bancone ovale in resina nera che fa da contraltare alla parete in vetro luminosissima; il menu prevede drink tradizionali e creazioni artigianali come il Signature Bvlgari Cocktail, composto di Gin, Aperol e succo di lime. Molto ampia anche la collezione di whisky della Rare Collection a disposizione nella cigar room, tra cui citiamo il Macallan 1967 e l’Ardbeg Twenty Something.

 

L’aperitivo a Venezia si tinge di arte

Una città d’arte come Venezia offre naturalmente tantissimi luoghi eccellenti dove degustare un aperitivo: tra questi citiamo l’Hotel Danieli con il Bar Dandolo (uno dei James Bond Point in Italia!), il roof bar dell’Hilton Molino Stucky (all’ottavo piano, con una vista mozzafiato sulla Laguna) e il JW Marriott Venice, sull’Isola delle Rose, che è davvero una meta romantica ed esclusiva.

Aperitivo Torino: un trend in crescita

Non sarà ancora ai livelli di Milano, ma anche la città sabauda sta intercettando questa nuova moda del binomio albergo di lusso e aperitivo: a Torino gli esempi principali sono l’American Bar del Grand Hotel Sitea e il Double Tree by Hilton Turin Lingotto, che permettono di immergersi in atmosfere particolari pur restando al centro della città.

Lo stile retro e un’ambientazione che ricorda i favolosi anni Cinquanta caratterizza il Grand Hotel Sitea, che apre le porte agli amanti dell’ape con l’American bar (attivo dalle 18 a mezzanotte) e il piccolo bistrot Carlo e Camilla (aperto per due sole ore, dalle 17,30 alle 19,30). Piccola chicca curiosa: questo è l’albergo che ha ospitato l’immenso Louis Armstrong in una sua tournée italiana!

Molto più moderno e post-industriale è l’aperitivo torinese nell’albergo posizionato nello storico ex stabilimento della Fiat: oltre ai dettagli architettonici, citiamo anche la possibilità di salire sul tetto per fare jogging e vedere di persona l’ex pista di collaudo delle auto Fiat, utilizzata anche per le scende del famoso film The Italian Job.

Una villa rinascimentale per l’aperitivo Firenze

Il nostro tour degli hotel che servono aperitivi ci porta ora a Firenze, per la precisione tra il colle di Marignolle e quello di Bellosguardo: siamo a Villa Tolomei&Resort, a meno di 3 chilometri dal Ponte Vecchio, ma sembra di aver fatto un salto