La schiacciata dell’Antico Vinaio sbarca a New York la notizia è ufficiale

Già da qualche giorno sono centinaia le persone che si radunano in strada davanti all’ingresso di Otto, il locale italiano presente all’interno del Greenwich Village, per ordinare un panino al prosciutto crudo e mozzarella o la celebre schiacciata dell’Antico Vinaio di Firenze: un’assoluta novità che coinvolge il noto locale fiorentino, pronto a spopolare anche negli Stati Uniti complice il pop up dedicato alla focacceria All’Antico Vinaio di Firenze attivo fino al 13 luglio.

Il fascino del Made in Italy si distingue in ogni occasione, complice forse anche l’hype tipico del web che da anni ormai, ha contribuito a mettere in evidenza ed esaltare esponenzialmente la fama della caratteristica insegna a rappresentanza del noto locale fiorentino situato in via De’ Neri, una semplice paninoteca tradizionale che in breve tempo è riuscita a conquistare lo scettro attività volta alla gastronomia, più apprezzata in città.

I meriti sono senza dubbio da attribuire alla spiccata capacità di saper sfruttare, volgendola a proprio vantaggio, quell’efficace amplificatore identificato proprio nei social network, complice la goliardia toscana conosciuta in ogni parte del mondo con cui ogni cliente, che pazientemente ogni giorno si appresta a fare la fila dinnanzi all’ingresso del locale, viene accolto per poi sbirciare tra la valanga di leccornie proposte all’interno del banco, sempre perfettamente ordinato e a misura di “palato esigente“: salumi tipici, formaggi, salse fatte in casa e specialità toscane. C’è solo l’imbarazzo della scelta quando è il momento di comporre la propria schiacciata fiorentina preferita.

All’Antico Vinaio di Firenze: un locale da record

Non è certo da meno lo spiccato spirito imprenditoriale di Tommaso Mazzanti, colui che ormai dal 1989 rappresenta il fondatore nonché patron dell’attività, la stessa che ad oggi, nel centro di. Firenze può contare su due locali costantemente presi d’assalto dalla folla in ogni stagione dell’anno, vantando oltre 40mila recensioni rilasciate in rete dai fan. Non è quindi un caso se proprio L’Antico Vinaio, nel 2014 è stato premiato come locale maggiormente recensito nel mondo su TripAdvisor, suscitando gli apprezzamenti di Joe Bastianich, da tempo amico dell’imprenditore fiorentino.

E se oggi la schiacciata più gustosa di tutta la Toscana ha preso piede anche oltralpe, lo si deve allo stesso Bastianich, il primo ad aver apprezzato la succulenta focaccia bianca, non troppo morbida né sapida, perfetta per accogliere ogni genere di farcitura e che nel 2017 si è aggiudicata il titolo di migliore nel mondo.

All’Antico Vinaio da Otto: un pop up di successo

Nel pop up allestito per un mese, dal 13 giugno al 13 luglio a Manhattan, con l’obiettivo di esportare la tradizione fiorentina a New York, la fila all’ingresso della pizzeria enoteca Otto, la fila non si è certo fatta attendere e i dati relativi anche solo ai primissimi giorni di attività, lasciano ben poco spazio all’immaginazione: 400 panini venduti solo nelle prime tre ore, entro le quali è giunta quasi al termine anche la schiacciata che ha reso celebre il locale fin dai suoi esordi. Ed è Gaetano Arnone, gestore di Otto, locale di proprietà della famiglia Bastianich e partner del pop up a rinnovare ogni giorno l’entusiasmo di un progetto che ha esportato un pò di italianità anche in una città cosmopolita come la “Grande Mela” sebbene, come rivela il patron, alcuni degli ingredienti necessari alla preparazione della schiacciata fiorentina siano reperiti sul posto, sempre con la ferma intenzione di avvicinarsi quanto più possibile al prodotto che parte dei newyorkesi continuano ricordare con l’acquolina in bocca e con un pò di nostalgia nel ricordo del proprio soggiorno a Firenze.

 Le schiacciate dell’Antico Vinaio: ecco le più apprezzate

Tantissime sono le proposte offerte dal pop up L’Antico Vinaio, una più gustosa dell’altra: tra le “suggerite” della casa compare la Favolosa, una gustosa combinazione di crema al pecorino, finocchiona, crema di carciofi e melanzane grigliate venduta al prezzo di 14 dollari. Apprezzatissimo anche un grande classico che vede l’abbinamento del prosciutto crudo toscano, una succulenta crema di pecorino e crema al tartufo, equilibrato e sapido al punto giusto.

Il menù prosegue poi con l’Inferno, un mix a base di porchetta, ‘nduja, melanzane e rucola unitamente a una proposta speciale dedicata a New York, la Washington Square Park, una schiacciata con lardo, gorgonzola, fiori di zucca fritti, crema di tartufo e pere. La tradizione del locale impone di consumare la schiacciata rigorosamente in strada come avviene a Firenze, stringendo in mano il cartoccio in segno di trionfo che suona un pò come uno sbeffeggio, poiché duramente conquistato a dispetto di chi ogni giorno purtroppo finisce per restare a bocca asciutta, a causa dell’esaurimento delle scorte.

La gustosa passeggiata può dunque proseguire alla volta di Washington Park, per un picnic in perfetto stile toscano, o in alternativa c’è chi preferisce approfittare di un posto a sedere più tranquillo come quelli a disposizione da Otto sul retro del locale: resta un dato di fatto che gustare una schiacciata dell’Antico Vinaio resta comunque un piacere, lo stesso che è protagonista dell’obiettivo condotto dallo stesso Tommaso Mazzanti, che si è detto pronto a cercare un locale anche a New York per aprire un Antico Vinaio permanente soddisfando in questo modo il sogno di ogni americano che desidera apprezzare di tanto in tanto un pizzico di italianità.