Pane delivery: in tutta Italia i grandi maestri panificatori spediscono a casa

Il delivery è la tendenza più preponderante del mondo della ristorazione, e più in generale della gastronomia, dell’ultimo anno: forzato dalla pandemia e dalle relative (e ormai infinite) restrizioni, il settore ha cercato di reagire organizzandosi con sistemi di consegna a domicilio, superando anche ostacoli che sembravano insormontabili. È il caso della consegna di prodotti freschi come il pane, che ora è al centro delle attenzioni dei grandi nomi del mondo della panificazione italiana.

È boom di pane delivery

E così, negli ultimi mesi abbiamo assistito alla fioritura di tantissimi siti e piattaforme dedicate a servizi di delivery per i prodotti da forno, diventata l’opportunità per artigiani e imprenditori di servire nuovi clienti ed evitare assembramenti nei locali.

In effetti, poter acquistare il pane – uno degli alimenti essenziali della tavola italiana – e scegliere il pezzo preferito senza doversi muovere da casa è un grande vantaggio, e consente anche di trovare tipologie di prodotti non sempre reperibili nel panificio sotto casa.

A consentire questa possibilità sono stati anche il miglioramento della logistica e del sistema di gestione delle commesse via Internet che, unite alla grande diffusione la grande diffusione dei dispositivi mobili, hanno inevitabilmente portato alla vendita online anche del fresco, facilitando l’ingresso dei panificatori nel mondo dell’e-Commerce.

Solo fino a qualche anno era addirittura impensabile riuscire a compare e ricevere in tempo un prodotto “di giornata” per eccellenza come il pane, ma oggi i prodotti da forno freschi sono diventati protagonisti delle vendite online grazie a soluzioni tecnologiche evolute, che riescono a garantire la consegna entro la scadenza delle 24 ore e danno a tutti l’occasione di gustare pane fragrante e buono fino all’ultima fetta.

Come scegliere il pane giusto

Prima di fiondarci sui nomi dei maestri panificatori di tutta Italia che vendono e spediscono attraverso un sito personale o piattaforme specializzate, però, dobbiamo soffermarci su alcuni temi e consigli relativi all’acquisto del pane online, anche per fugare i facili dubbi che ci possono “assalire”.

Innanzitutto, partiamo proprio dal concetto di pane fresco – che è probabilmente l’ostacolo, soprattutto mentale, che bisogna superare per approcciare al delivery: è chiaro che un prodotto acquistato online e successivamente spedito e consegnato non avrà la stessa fragranza di un pane comprato appena sfornato (o a poche ore di distanza), come siamo abituati nei panifici.

Eppure, grazie alle evoluzioni della tecnica e agli sviluppi nello studio del lievito madre e delle farine, oggi il pane si mantiene fresco per diversi giorni e riesce a conservare a pieno tutti i suoi aspetti qualitativi, quali croccantezza della crosta, umidità della mollica e profumi.

Possiamo dire senza dubbi che il pane comprato online possiede e rispetta alcune caratteristiche di base che lo rendono un “pane perfetto”:

  • Ha una mollica che respira, con una struttura uniforme e aperta (che non necessariamente significa alveoli giganteschi).
  • Usa lievito madre ben vivo, che produce profumi intensi e diversificati grazie alla piccola acidità appena percettibile.
  • Si conserva per un minimo di 5 e fino a 15 giorni in base alla tipologia di pane (la shelf-life del pane di segale, ad esempio, è tra le più lunghe).

A proposito di shelf-life, inoltre, gli esperti suggeriscono che all’approssimarsi al termine è possibile comunque “rigenerare” il pane consegnato a casa mettendolo in forno a 180 gradi per qualche minuto: in questo modo, l’alimento riconquisterà tutte le sue caratteristiche di friabilità e fragranza.

Queste informazioni sono utili per approcciare al pane delivery di ogni tipo, sia per i panifici che consegnano nei giorni successivi sia per quelli che riescono a garantire la spedizione entro 24 ore – e che però hanno una disponibilità in genere limitata, che dipende dalle scorte, dalla produzione realizzata e dalla richiesta di altri utenti, e che quindi andrebbero consultati a prima mattina per evitare di arrivare tardi (proprio come può capitare nei panifici tradizionali).

I nomi più noti del pane delivery

Tra i primi mastri panificatori a comprendere le potenzialità delle consegne a distanza c’è Gabriele Bonci, che dal suo sito ufficiale permette due diverse tipologie di acquisto: chi risiede in zona Roma ha la fortuna di poter prenotare praticamente tutte le specialità che presenta nel suo negozio fisico nella Capitale (ovvero pane, dolci, pizze in teglia, pale romane e fritti, allo stesso prezzo praticato in sede), mentre per tutte le altre località le spedizioni sono limitate e pane e dolci.

Anche Davide Longoni ha creato un sito che è l’estensione dei suoi negozi di Milano, su cui è possibile acquistare a distanza un’enorme varietà di pane, ma anche lievitati, biscotti, pizze e focacce. Simili opportunità le offre Antonio Follador, che permette ai clienti di ordinare prodotti bakery di qualità e fatti a mano, con opzione di personalizzazione.

Marco Lattanzi è uno dei nomi nuovi da tenere d’occhio nel settore, sia per il suo negozio Il Toscano a Bari che con lo shop virtuale con cui spedisce in tutta Italia: la specialità da provare è il pane di segale, ma in catalogo ci sono altre tipologie di pane, dolci, prodotti tipici locali rigorosamente artigianali (come i taralli pugliesi) e l’esperimento “panettone del mese”, per incentivare il consumo del dolce tipico di Natale anche in altri periodi dell’anno.

È invece bolognese il forno Brisa, che dal suo e-Commerce permette l’acquisto con delivery in tutta Italia di pane, grande lievitati, pasta, biscotti, farine e addirittura cioccolato e caffè. Più tradizionale l’offerta del Maestro Panificatore Stefano Gatti, che dal suo portale dolcemadre.it permette propone la vendita del rinomato Panettone e di prodotti lievitati freschi.

Un altro shop da provare è quello del Panificio Moderno, che oltre a vari punti vendita tra Rovereto e Trento ha da poco implementato la vendita online in tutta la Penisola, per gustare le varie specialità a tema pane e lievitati preparate a questi maestri panificatori.

Le piattaforme di consegna del pane

Oltre alle singole vetrine online di forni e panificatori, il pane delivery si concretizza anche sulle piattaforme di e-Commerce: anche le app di Uber Eats o Deliveroo, ad esempio, consentono di acquistare pane fresco, ma in questo caso andiamo oltre e ci concentriamo su quelle più specifiche – e per così dire più gourmet, o di nicchia.

Il primo nome non può che essere Eataly, che da anni ormai consente la consegna in tutta Italia dei prodotti realizzati dall’etichetta La panetteria di Eataly, che prepara ogni giorno pane artigianale, con farine biologiche e lievito madre, cotto nei forni a legna “con tutto l’amore e l’esperienza dei nostri ragazzi”.

Molto interessanti sono anche il progetto Primo Taglio – un vero e proprio portale dedicato al fresco e freschissimo, che propone una selezione specifica di prodotti da Forno, con pani artigianali, fette biscottate, stuzzichini e prodotti rustici come casatielli o “pizze” rustiche (torte salate) – e Botteega, un originale servizio (partito a fine 2013) per favorire gli acquisti di prodotti e servizi da fornitori locali e artigianali su tutto il territorio nazionale, anche se la zona di Cagliari (dove è nato il progetto) è quella con maggior densità di “botteghe” e possibilità di consegna anche di prodotti freschi.