Come scegliere le tovaglie: le regole d’oro da tener sott’occhio

Bianche o colorate, stropicciate o inamidate. Le tovaglie sono protagoniste silenziose di molti momenti speciali. Da quella che utilizziamo per i pranzi di tutti i giorni, veloce da pulire e pratica, alla tovaglia elegante, quella della nonna che tiriamo fuori dal cassetto solo quando l’occasione è davvero importante. Ma come scegliere le tovaglie e quali sono le ultime tendenze?

Un ritorno alla praticità

Ci sono le tovaglie che hanno abbandonato il cotone per la praticità. Sintetiche, coloratissime, facili da pulire: è possibile utilizzarle anche senza stirarle perché si rimettono subito in forma. E poi ci sono le tovaglie da tavola eleganti, quelle perfette per un’occasione importante, ricamate dalla nonna o dalla zia. Quali sono le tendenze per quest’anno? Buone notizie: è l’anno della praticità, quello che vede il trionfo dell’effetto stropicciato anche nei contesti più chic.

Tovaglia per tavolo di tendenza

La tovaglia 2019 è anticonformista ma con un tocco di immancabile eleganza. Sì al lino, effetto stropicciato. Meglio se ecocompatibile. La cosa diventa radical chic e il tovagliato segue la moda a occhi chiusi. Un tocco di raffinatezza senza pedanteria, leggero e divertente. La tovaglia stropicciata con eleganza è la risposta perfetta ai tempi di oggi. Sempre in affanno, sempre in rapidità. Non c’è tempo di dedicarsi alla cura puntuale della casa e allora perché non giocare con l’effetto “corsa contro il tempo”? Non hai avuto modo di stirare la tovaglia? Non c’è alcun problema, porta in tavola la tua migliore tovaglia di lino e farai un figurone.

La tovaglia si fa ecosostenibile

Altra tendenza da non sottovalutare che si sta affermando nel mondo delle tovaglie è quella che guarda alla sostenibilità ambientale. I tessuti si fanno ecosostenibili. Riduzione dei consumi e degli sprechi, ritorno alle origini, attenzione all’ambiente. Questi i principi alla base di un nuovo modo di vivere anche la casa, partendo proprio da ciò che mettiamo sulla tavola. Ecco allora che aumentano le preferenze, nel mondo del tessile, per quelle produzioni certificate ecocompatibili, che raccontano una storia fata di cura e attenzione lungo tutta la filiera produttiva. Sì ai materiali naturali, anche se più difficili da pulire (il lino e il cotone sono certo meno pratici di una tovaglia sintetica che richiede solo una spugnetta umida per tornare perfettamente pulita). Sono state soprattutto le piccole e medie imprese a intercettare e cavalcare questa tendenza, con ottimi risultati. Piano, piano qualcosa inizia a cambiare anche tra i marchi più grandi.

Tovaglie per feste, in tavola arriva l’allegria

Ogni occasione richiede la sua tovaglia. Per le feste dei più piccoli l’imperativo è: colore. Che si tratti della tovaglia ricamata con i personaggi dei fumetti o di quella di plastica con i suoi personaggi preferiti, l’importante è che sia un’esplosione di colori. Il compleanno deve essere festeggiato anche partendo dalla tavola e l’allegria deve riempire la casa, in ogni piccolo dettaglio. Grande importanza, poi, ha anche la scelta della tovaglia per le cene di famiglia: dalla vigilia di Natale alla cena con i consuoceri. Curare la tavola è un segno di attenzione e cura che non passerà inosservato. In questo caso un grande classico è una tovaglia di cotone bianca, meglio se formale ma con brio. Osate qualche piccolo ricamo, anche tinta su tinta, che rompa l’effetto ristorante ma che consenta comunque di mantenere un ambiente elegante.

Tovaglia per matrimonio

Ma la vera scelta difficile è tutta nel giorno del sì. Quale tovaglia scegliere? Lasciatevi consigliare dal proprietario del ristorante, certo ma lasciatevi soprattutto guidare dalla vostra idea di sala. Classico, rustico, in spiaggia: ogni matrimonio vuole la sua tovaglia. Una scelta che verrà da sé e che renderà speciale la condivisione del vostro giorno più bello con la famiglia e con gli amici.