E’ davvero nata la Nutella fondente? Sarà una ” bufala o verità”?

Un po’ ci avevamo creduto, o forse lo avevamo sperato: quel barattolo così scuro visto per settimane su tutti i social – completamente differente da quello classico che siamo abituati ad acquistare e a svuotare a suon di cucchiaiate! – sembrava davvero promettere una nuova ricetta di Nutella, la prima versione ufficiale di Nutella fondente. E invece, si tratta sì una variante, ma non fondente e non (ancora?) prevista in Italia: scopriamo tutto.

Nutella fondente? Facciamo chiarezza

In queste settimane i social network e i siti acchiappaclic si sono fiondati sulla notizia dell’arrivo in Italia della Nutella fondente, portando come testimonianza la foto di un barattolo della nota crema spalmabile prodotta dalla Ferrero in una combinazione di colori e grafiche differenti dalle tradizionali.

Al posto del classico coperchio bianco, infatti, il barattolo ha un coperchio di colore marrone scuro, e pure l’etichetta ha toni molto più orientati al dark chocolate; infine, a prima vista la stessa crema sembra di una tonalità più scura rispetto a quella amata da (quasi) tutti, una sfumatura mitica che è diventata iconica (e che possiamo definire come “marrone con richiami nocciola”).

Queste differenze hanno spinto in tanti a parlare di annuncio rivoluzionario in casa Ferrero, con il debutto di una versione di Nutella fondente sui mercati internazionali, prima dello sbarco in Italia – una mossa che la casa piemontese ha già eseguito in passato, ad esempio con i Nutella Biscuits o con i Nutella B-Ready, per testare l’effettivo riscontro dei clienti.

Smontiamo la bufala: non arriva nessuna Nutella fondente

Come detto, è bastato approfondire un po’ meglio le notizie per smentire tali voci: il barattolo visto in foto non è esattamente un nuovo prodotto targato Ferrero e soprattutto non è una Nutella fondente, ma una versione rivisitata della classica ricetta, destinata al momento solo ad alcuni mercati esteri, come quello del Regno Unito.

Per la precisione – e come fa ben comprendere la scritta “+ cocoa” presente nell’angolo alto dell’etichetta – siamo di fronte a una Nutella con un quantitativo superiore di cioccolato rispetto a quello utilizzato nella ricetta classica: anziché utilizzare una percentuale del 7,4 per cento sul totale degli ingredienti, la Nutella plus cocoa contiene una quota di cacao pari al 15 per cento, praticamente il doppio, da cui deriva il colore più scuro.

Nonostante il raddoppio, però, siamo ben lontani dal poter parlare di Nutella fondente (per proporzioni e tipo di cacao utilizzato), quindi nessuna illusione per gli amanti dei gusti più decisi e meno dolci. Inoltre, al  momento la Ferrero non ha rilasciato comunicazioni ufficiali (o ufficiose) che lascino pensare che questa variante della Nutella originale contenente semplicemente un quantitativo superiore di cacao possa effettivamente arrivare in Italia, né ci sono rumors su una possibile commercializzazione di una vera Nutella fondente.

Le caratteristiche della nuova Nutella plus cocoa

La nuova Nutella più dark ha fatto il suo debutto agli inizi di settembre sul mercato britannico e sugli scaffali del colosso Tesco, e sembra aver già conquistato una diversa fetta di pubblico, che apprezza maggiormente la variante di questo prodotto.

Il prezzo al dettaglio proposto in Regno Unito è allineato a quello della versione classico: 2.89 sterline per il barattolo da 350 grammi, pari a circa 3,20 euro.

Intervistato dal quotidiano locale Evening Standard, il Marketing Director for Nutella, Ferrero UK & Ireland, James Stewart, ha dichiarato che “la nostra nuova Nutella + Cocoa è l’aggiunta perfetta al tavolo della colazione per chi cerca una crema spalmabile più ricca di cioccolato e nocciole”. Inoltre ha dato alcuni suggerimenti per il consumo, dicendo che “tu voglia rendere più golosi gli Overnight Oats (fiocchi di avena arricchiti con altri ingredienti) o spalmare la crema su un banana bread, Nutella + Cocoa ti sorprenderà sicuramente. Non vediamo l’ora di sentire cosa pensano i nostri fan della nuova aggiunta alla famiglia Nutella”.

Nessuna speranza per chi desidera una Nutella fondente?

Pur non essendo precisamente fondente, questa Nutella arricchita con più cioccolato (il doppio rispetto al solito, e non è certamente quantità da trascurare) ha stimolato l’interesse e il palato di tantissimi curiosi anche in Italia, che hanno cercato di acquistare un barattolo anche sugli eCommerce stranieri.

Come dicevamo, per ora è esclusa la possibilità di commercializzazione in Italia, ma non è detta l’ultima parola: a volte, i test di Ferrero sull’accoglienza dei prodotti durano anni, e quindi lo sbarco di Nutella plus cocoa nei nostri negozi potrebbe essere solo rimandata.

Chi proprio non ha pazienza e non vuole aspettare può però provare un’alternativa più artigianale e (sicuramente) più sana, cimentandosi nella preparazione di una Nutella fatta in casa: nella versione del blog è previsto l’uso di una tavoletta di cioccolato al latte (per rispettare la ricetta classica della crema gianduia), ma nulla vieta di poter sperimentare e azzardare con una tavoletta di cioccolato fondente con cui dare un carattere più forte alla crema spalmabile!