Galamella, la Nutella napoletana

Non poteva certo avere nome più bizzarro la saporitissima crema spalmabile che da qualche anno sta spopolando a Napoli, ma non solo! Dall’abbreviazione di “Gala” (Galameo è l’azienda produttrice) e il diminutivo “Mella” (quello di una semplice caramella) ecco che nasce la “Galamella”.

galamella fondente

L’idea è tutta di Dario Meo, il giovane imprenditore napoletano che dopo il boom sulla polemica relativa all’utilizzo smodato dell’olio di palma in moltissimi prodotti dolciari, ha pensato (ed ha fatto bene!) di realizzare una gustosa crema di cioccolato e nocciole, preparata però con olio extravergine d’oliva. Una rarità!

Sono numerose le aziende che negli anni hanno provato ad imitare la famosissima Nutella proponendo creme spalmabili biologiche, fatte con olio di semi di girasole. La Galamella, con il suo 43% di nocciole avellane, cacao, zucchero, latte scremato in polvere ed olio extravergine d’oliva è risultata essere la crema più deliziosa che sia mai stata riprodotta. Senza tralasciare che stiamo parlando di un vero e proprio prodotto artigianale, privo di aromi e conservanti artificiali eh!

Da consumare a colazione, a merenda o semplicemente quando si vuole peccare di gola, la Galamella può essere spalmata o mangiata direttamente a cucchiaiate (metodo preferito dai più golosi) ogni volta che se ne ha il desiderio. Il suo sapore è delizioso, la consistenza bella morbida ed il profumo fa venire l’acquolina in bocca.

galamella misya

Per i più esigenti la Galamella è stata comunque prodotta in diversi gusti: Bianca, Arachide, Nocciolina, Vegana, Mandorla, Fondente, Pistacchio e naturalmente quella Classica.

A Brescia, Genova, Padova, Salerno, Torino ed ovviamente a Napoli e provincia, i punti vendita in cui trovarla sono davvero tanti e se non bastasse è possibile anche prenderla on-line sul loro sito.

E l’Emporio Galamella? Di recente a Napoli, in via Monteoliveto 37, è stato aperto uno spazio in cui i clienti possono fare un vero e proprio percorso di assaggio guidato oppure acquistare direttamente questa spettacolare crema che vuole fare concorrenza alla più nota Nutella anche se, c’è da dirlo, i prezzi non sono proprio economici, ogni vasetto da 250 grammi ha un costo che si aggira sui 7,50 Euro.

Il grande successo e la genuinità di questa crema, hanno spinto moltissimi pizzaioli, napoletani e non, ad  adoperarla nelle loro ricette. Primo fra tutti Gino Sorbillo, che un paio d’anni fa ha creato una pizza con Galamella.
Moltissimi altri pizzaioli e ristoratori, hanno deciso di adoperarla nei dolci proposti nei loro menu.

Beh, nemmeno io ho resistito al fascino della crema di nocciole made in Naples e l’ho utilizzata per alcune ricette in alternativa alla mia adorata Nutella. Che dire, promossa 😛