I gusti di gelato più amati dagli italiani: che scoperta!

L’estate è la stagione del sole, del mare e del gelato: per gli italiani non sembrano esserci dubbi, stando a una ricerca IGI-Eurisko che rivela cosa pensino davvero i nostri connazionali di questo dolce che piace proprio a tutti. Il 95 per cento delle persone ammette di gradire il gelato e il 94 per cento ne consuma soprattutto durante la stagione calda, di cui è quindi uno dei protagonisti. Scopriamo tutte le curiosità e soprattutto quali sono i gusti preferiti e più scelti nel nostro Paese.

Italiani e gelato, una passione per (quasi) tutti

È l’Istituto del Gelato Italiano (IGI) a rivelare e sottolineare il forte legame che c’è nello Stivale verso il tipico dessert estivo, una vera e propria passione che accomuna praticamente tutti i nostri connazionali: solo il 5 per cento delle persone confessa di non gradire un gelato, mentre per la quasi totalità rappresenta un mix di gusto, freschezza, soddisfazione e nutrimento.

Inoltre, ben l’85 per cento degli estimatori ama “molto o abbastanza” questo prodotto, il 39 per cento confessa di mangiarlo spesso e solo il 19 per cento si concede “raramente” tale peccato di gola.

I gusti preferiti di gelato

Il sondaggio ha fatto luce anche su un tema piuttosto curioso: quali sono i gusti preferiti dagli italiani? A quanto emerge, siamo piuttosto tradizionalisti e, nonostante la creazione di proposte davvero infinite e spesso ardite, che portano ogni stagione nuovi accostamenti, ai primi posti di questa classifica ci sono sapori classici e piuttosto semplici.

In assoluto trionfa il cioccolato, che raccoglie il 27 per cento delle preferenze, seguito da nocciola (20 per cento) e limone (13 per cento) a completare il podio. Gli altri gusti più gettonati sono fragola, crema, stracciatella e pistacchio, mentre non sembra esserci spazio per le varianti più originali.

In linea di massima, gli italiani preferiscono gusti di crema ai gusti di frutta, e ciò viene confermato dal fatto che il 73 per cento del campione intervistato dichiara di scegliere sempre almeno un gusto di crema quando acquista un gelato.

Quando si mangia il gelato

Molto interessante anche il focus sul fattore “tempo”: per più di nove italiani su dieci (94 per cento) il gelato si mangia soprattutto in estate, e per più della metà si consuma almeno una volta alla settimana e il 30 per cento si concede questo piacere in pratica ogni giorno. La passione però non conosce limiti temporali e il 74 per cento delle persone sceglie questo dolce anche al di fuori dei mesi più caldi (riducendo però la frequenza di consumo).

Se l’estate è la stagione, il momento ideale della giornata sono il pomeriggio o la cena (rispettivamente 55 e 47 per cento delle risposte), anche se chiusi in casa, ma il gelato si afferma sempre più come parte integrante o addirittura come sostitutivo di uno dei tre pasti principali della giornata. Il 32 per cento degli italiani – uno su tre quindi – mangia un gelato per colazione, al posto del pranzo o della cena, come dessert per pranzo o cena.

Quali gelati si mangiano in casa e quali fuori casa

Altro fronte di approfondimento è il rapporto tra modalità di consumo e tipologia di gelato scelta.

Chi mangia il gelato a casa vive questo momento come un rito che accompagna le cene e i dopocena in famiglia, da condividere con il proprio partner (47 per cento), i figli (36 per cento) o in compagnia di ospiti e amici (34 per cento). In questo caso, i prodotti più gettonati sono il gelato in vaschetta (58 per cento), i coni, anche confezionati (24 per cento), e le coppette (20 per cento): in larga diffusione anche i minigelati o gelatini confezionati, le miniature che riproducono le diverse tipologie di gelati classici come i ministecchi,i miniconi, i minibiscotti, i bon bon , i bocconcini e molti altri, ritenuti “adatti ad ogni momento, comodi, pratici e ideali per il dopocena a casa” da sei italiani su 10.

Fuori casa, invece, il gelato è un’esperienza che si condivide in prevalenza con amici (63 per cento) e con il partner (40 per cento): tra le scelte trionfa il classico cono con cialda all’italiana (72 per cento delle preferenze) che supera l’intramontabile coppetta (29 per cento), lo stecco/bastoncino, il biscotto e il secchiello/vaschetta.

Perché piace il gelato: un’esperienza multisensoriale

Ma quali sono i motivi di questa predilezione per il gelato? Il sondaggio lo ha chiesto ai diretti interessati, che hanno condiviso le proprie considerazioni: per la stragrande maggioranza degli italiani il gelato è un piacere per il palato (come afferma il 93 per cento delle persone), un momento di relax (89 per cento) e un alimento ideale anche per i bambini (81 per cento).

Tra le risposte più particolari, inoltre, notiamo che per il 16 per cento degli italiani il gelato è “un mito da gustare con calma”, una vera passione incondizionata; per il 22 per cento rappresenta un momento di “socialità all’insegna dell’allegria e della convivialità”, mentre per il 18 per cento è “sinonimo di casa” e per il 23 per cento un alimento da gustare per lo più a casa.

I segreti del gelato

Gli esperti di IGI hanno provato anche a dare una spiegazione “filosofica” alla passione per il gelato, che “ci piace quattro volte e in quattro diversi modi” perché rappresenta un’esperienza multisensoriale. Dapprima ci conquista con il suo sapore dolce, invitante e appagante, poi (soprattutto quando fa caldo) ci regala sensazioni di benessere perché è fresco e ci rinfresca.

La terza ragione sta nelle sue caratteristiche, che creano armonie e contrasti di gusti e consistenze: nel gelato si intrecciano creme morbide e vellutate con cialde croccanti, parti soffici ad altre più dure, realizzando un mix perfetto.

 

Infine, mangiare un gelato ci appaga il palato ma, allo stesso tempo, trasmette sensazioni di divertimento e di allegria, facendoci tornare un po’ bambini per qualche minuto.