Moringa: la pianta miracolosa e tutti i suoi effetti benefici

Sai qual è secondo gli esperti il cibo del 2018? Tra il 2016 e il 2017 una sfida testa a testa tra curcuma e avocado non ha ben definito un vincitore ma il 2018, sin dall’inizio, si è imposto come l’anno della moringa. Siamo a settembre, quanti di voi l’hanno già assaggiata?

Moringa, cos’è

Cos’è la moringa? Si tratta di una pianta, indicata dalla rivista Time come l’erede della quinoa e da molti nutrizionisti, soprattutto statunitensi, come una sorta di cibo miracoloso, capaci di racchiudere in sé una dose di ferro tripla rispetto a quella contenuta dagli spinaci. Le origini della moringa sono da ricercare in Oriente, in India, ma la pianta è presente anche in Sud America e in Asia. In realtà, esistono 13 diverse specie di moringa e con alcuni dei nomi con i quali viene indicata suona molto più familiare: albero del rafano o del ravanello.

Un po’ di storia

Le origini di questa pianta sono antiche. Greci, Romani ed Egizi già la utilizzavano, questi ultimi facevano ricorso alle sue proprietà depurative per ripulire l’acqua di fiumi, ruscelli e laghi. Si tratta di una pianta che raggiunge anche i 7 metri d’altezza, quasi del tutto commestibile.

Moringa proprietà

La moringa, commestibile come visto sia nelle foglie che nei semi di moringa e in tutte le sue componenti, è un alimento ricco di proprietà nutritive. Secondo gli sperti, infatti, oltre a essere ricca di ferro, la moringa sarebbe un prezioso scrigno di amminoacidi, vitamine C e A e minerali. Calcio e potassio non mancano, anzi sarebbero presenti in quantità superiore a quella tipica di latte e banane. Inoltre, avrebbe un potente effetto antinfiammatorio che la renderebbe preferibile alla curcuma, In realtà, esistono numerosi studi, condotto dalle più importanti Società Americane per la Biologia Sperimentale, che evidenziano come il reale apporto di tutte queste componenti nell’organismo sia poi particolarmente ridotto.

Come e dove comprarla

La fama di cibo miracoloso ha reso la moringa un acquisto a portata di mano. E’ davvero facile trovarla in commercio, anche in Italia. Esiste sotto forma di moringa integratori, capsule, polvere e può essere acquistata in erboristeria, on line o nei tanti punti vendita dedicati all’alimentazione naturale.

Moringa benefici

La moringa oleifera, questo il nome completo della pianta, ha conquistato la fama di cibo miracoloso perché tra i tanti benefici di cui si fa espressione, rientra anche la sua capacità di accelerare il processo di dimagrimento. E’, per molti, la pianta che fa dimagrire. Da specificare che non basta assumere integratori contenenti questa pianta per perdere peso, ma inserirli in un contesto di dieta equilibrata ed esercizio fisico è il segreto alla base di ogni chilo in meno. Una curiosità, la moringa, secondo la medicina indiana, avrebbe anche importanti proprietà afrodisiache, in questo caso sono i frutti a racchiudere questa proprietà, da consumare dopo la bollitura dei baccelli.

Perché fa dimagrire

Consumare moringa oleifera semi o polvere aiuta ad accelerare il processo di dimagrimento. Sì, ma come? In realtà, da questo punto di vista, a mettersi in moto sono aspetti diversi e complementari. Proviamo ad elencarli. Un ruolo importante è svolto dalle vitamine e dai minerali, di cui la moringa è ricca. Aiutano a tenere a bada la voglia di cibo spazzatura e ci danno energia, mantenendo anche costanti i livelli di zucchero nel sangue. In questo modo si riduce la sensazione di fame costante. L’estratto di foglie di moringa e le polveri fogliari, poi, hanno un effetto particolarmente attivo e benefico nel contrasto alla ritenzione idrica. Aiutano l’organismo a liberarsi dei liquidi in eccesso che, accumulandosi, gravano sul peso corporeo. Si tratta di  un fenomeno che colpisce soprattutto chi non beve abbastanza nell’arco della giornata. Eliminando i liquidi in eccesso, poi, l’organismo si libera in automatico anche di un peso in più e si sgonfia. L’effetto diuretico della moringa riduce dunque i tassi di ritenzione idrica e allevia la sensazione di gonfiore. Questa pianta, tra le altre cose, è ricca di fibre, amiche dell’intestino, aiutano a ridurre l’assorbimento del grasso nell’intestino, bruciandolo.

L’importanza dei semi

Anche i semi di moringa, contenuti nei baccelli, aiutano a contrastare i chili in più. Come? I semi di moringa contengono acido oleico, utilissimo per contrastare l’avanzata dei grassi saturi, di cui favoriscono l’espulsione. I semi sono utilizzati in moltissime ricette salutari, possono essere sia macinati che interi. Hanno le dimensioni dei fagioli e sono racchiusi in baccelli, proprio come i piselli. La guerra senza confine ai grassi saturi si traduce in una pancia meno gonfia e in una frenata drastica per i chili in più. Inoltre, la moringa agisce positivamente sul metabolismo, stimolandolo grazie all’apporto di vitamine e minerali. Un metabolismo più rapido e funzionale si traduce in meno grassi e in un minor peso corporeo. Più in generale, la moringa nella cucina italiana viene utilizzata come se fosse una spezia. Un aspetto che apre anche a una riflessione sulla quantità utilizzata, sempre minima. Ragion per cui vale la pena ribadire che non esistono cibi miracolosi, ma aiuti importanti in un contesto di alimentazione sana ed equilibrata.