Negozi alla spina: cosa sono, quanto possiamo risparmiare e perché stanno avendo così tanto successo

Negli ultimi anni il consumatore medio ha raggiunto un livello di consapevolezza decisamente elevato: sempre più attento al rispetto dell’ambiente, predilige l’ecosostenibilità volta a ridurre al minimo l’impatto ambientale. Per assecondare questa esigenza nascono quindi i negozi alla spina, specifici corner che promuovono la vendita e la distribuzione di detersivi e prodotti di prima necessità sfusi e volti a ridurre la produzione e quindi il conseguente smaltimento dei rifiuti in plastica costituiti dalle comuni confezioni di vendita tipiche della grande distribuzione.

Non si tratta di una moda ma di un vero e proprio “stile di vita“: non è un caso che i negozi di detersivi alla spina ad oggi risultino tra i più apprezzati poiché in grado di coniugare l’efficacia di un detersivo convenzionale a conseguenze notevolmente meno impattanti per l’ambiente. Quali sono i vantaggi? Per quale motivo questi punti vendita in costante crescita riescono a ottenere un riscontro tanto positivo?

Cosa sono i negozi alla spina

E’ in costante crescita il numero di negozi e supermercati che prevedono la vendita di detersivi o generi alimentari privi di imballaggi, grazie ai quali ogni consumatore può liberamente portarsi da casa contenitori e imballaggi riutilizzabili che possono dunque essere “ricaricati” in loco. Una realtà che sembra risultare sempre di più apprezzata, ora anche in Italia: sono infatti tantissimi e in costante espansione, i “virtuosi esempi” distribuiti su tutto il territorio nazionale.

L’idea dei negozi alla spina piace e nel corso degli ultimi anni, tale fenomeno sembra essersi ingrandito sempre di più: quelli che un tempo erano solo piccoli punti vendita, ad oggi sono affiancati da franchising e allo stesso modo dalle maggiori catene appartenenti alla Grande distribuzione che permettono di acquistare prodotti privi di imballaggi convenzionali. E se un tempo la vendita alla spina era quasi esclusivamente riservata ai detersi, attualmente la scelta è davvero ampia e coinvolge gran parte dei prodotti di uso comune. Dalla birra alla pasta, dall’olio al riso, fino ad arrivare addirittura ai pannolini per neonato e cibo per animali, con la possibilità di acquistare un pò come si faceva una volta, “a peso”, spendendo unicamente il necessario per la quantità di prodotto desiderata. Meno rifiuti e di conseguenza meno sprechi: è esattamente questo il concept dei negozi alla spina così amati e apprezzati dai consumatori che prediligono i classici “acquisti consapevoli“.

Come funzionano i negozi alla spina

Il concept dei negozi alla spina è rivoluzionario ma per chi non conosce questo innovativo modo per acquistare in maniera più consapevole, ecco tutte le spiegazioni del caso. All’interno del punto vendita o dei corner presenti nelle più grosse catene della Grande Distribuzione, sono di norma presenti postazioni allestite con specifici espositori in cui è possibile visionare il prodotto. Ogni espositore presenta un vero e proprio erogatore azionabile esattamente come un rubinetto, che permette di ricaricare facilmente l’imballaggio scelto. A tal proposito il punto vendita mette a disposizione packaging riutilizzabili da acquistare una tantum o in alternativa è possibile fruire semplicemente di contenitori personali portati direttamente da casa. Una volta ricaricato il pack, sarà dunque possibile pesarlo sulle apposite bilance, spendendo in questo modo “il giusto” ovvero unicamente il prodotto in purezza senza i costi dell’imballaggio e si, anche della pubblicità.

Discorso analogo per quanto riguarda i negozi di detersivi alla spina, dove è possibile utilizzare i flaconi acquistati in loco, peraltro solitamente costituiti da plastica riciclabile o comunque biodegradabile, o sfruttain alternativa gli imballaggi dei prodotti convenzionali precedentemente utilizzati, ancora una volta con un notevole risparmio.

Le opportunità di scelta sono al pari della Grande Distribuzione: per quanto riguarda i detersivi è infatti possibile fruire di ogni genere di prodotto sia volto all’igiene personale che della casa. Dal detersivo per la lavatrice a quello per i pavimenti, per i piatti, destinato ai lavaggi a mano o ammorbidente, e ancora dallo sgrassatore al detergente vetri fino ad arrivare a shampoo, balsamo e bagno doccia. Nel complesso la scelta è davvero ampia e non ha nulla da invidiare al prodotto commerciale più classico, nemmeno in termini di efficacia o gusto, se parliamo di generi alimentari o di prima necessità.

Vantaggi dei negozi alla spina

Quali sono gli innumerevoli vantaggi offerti dai negozi alla spina? Primo tra tutti la sostenibilità poiché l’acquisto alla spina permette infatti di ridurre sensibilmente il numero di imballaggi e di conseguenza la quantità di rifiuti in plastica, spesso non riciclabile, che a lungo termine rischia di compromettere l’ambiente. Un ridotto impatto ambientale che mai come ora è sicuramente necessario. Non meno importante la possibilità di acquistare solo la reale quantità desiderata: in questo modo è possibile evitare inutili sprechi, pagando solo ed esclusivamente quanto necessario.

negozi alla spina permettono inoltre un discreto risparmio rispetto alla Grande distribuzione: i costi vivi del prodotto risultano notevolmente ridotti poiché la filiera di produzione viene esonerata da una serie di passaggi di norma piuttosto costosi: la produzione del packaging, il confezionamento del prodotto e l’etichettatura, senza tralasciare la parte pubblicitaria. E abbattere i costi è senza dubbio un enorme vantaggio anche per noi consumatori finali. I negozi alla spina rappresentano quindi un sistema di acquisto consapevole dove la sostenibilità, e una riduzione degli sprechi ne sono la mission.