Oggetti salvaspazio in cucina: i più furbi che vogliamo subito

A tutti piacerebbe avere una cucina da sogno, come quelle che si vedono nei cataloghi, nei magazine di settore o nei servizi delle abitazioni dei VIP; molto spesso, però, dobbiamo fare i conti con la realtà e soprattutto con spazi ristretti e limitati, che impongono sacrifici e rinunce. Eppure, ci sono tanti oggetti salvaspazio che possono diventare nostri alleati per avere tutti gli strumenti utili a portata di mano senza problemi, e che semplificano la vita anche a chi ha tanto spazio!

Mobiletto salvaspazio e altre soluzioni furbe

Molto spesso il primo problema è quello dell’organizzazione di spazi e di accessori: i nostri mobili destinati alla cucina rischiano di trasformarsi in tetris domestici, dove si tenta di incastrare nella maniera ottimale pentole, utensili, piatti, bicchieri, elettrodomestici e tutti gli altri attrezzi del mestiere.

Non a caso, il primo elemento a cui si può pensare per mettere ordine è un mobiletto salvaspazio – ce ne sono in commercio di ogni tipologia e colore, oltre che di varie dimensioni– che permette di sistemare gli oggetti in maniera assestata senza pesare troppo in termini di ingombro. E poi, al momento opportuno, basterà aprire le ante o tirare il cassettino per prendere e usare l’utensile che ci serve.

Di concetto e finalità simili il carrellino salvaspazio, che ci permette di trovare una nuova sistemazione a piccoli oggetti, barattoli o bottiglie di acqua, ma che – grazie alle rotelle – può anche diventare una superficie ulteriore da avvicinare alla tavola per non ingombrarla con l’occorrente per condire, come bottigline o ampolline di olio o spezie.

Gli accessori salvaspazio che ci semplificano la vita in cucina

Le difficoltà di organizzazione in cucina possono generarsi anche perché non abbiamo preso in considerazione e sfruttato davvero tutto lo spazio in verticale nei pensili, quello sotto le mensole o quello presente tra basi e pensili. Per questo, col tempo sono stati creati tanti accessori e oggetti che possono essere infilati, incastrati, appesi all’interno dei mobili o alle loro pareti esterne, o ancora che possono sparire e rivelarsi solo al momento in cui servono.

Pensiamo ad esempio alle griglie organizer: le più comuni sono quelle che consentono di impilare i piatti di ogni tipo (anche un intero servizio di piatti da 6), ma in commercio si trovano anche versioni speciali dedicate alle padelle, alle pentole e anche a coperchi, taglieri e vassoi, con una struttura solida in filo di metallo pesante che sostiene fino a circa 7 chili. Gli utensili possono essere inseriti in orizzontale o in verticale lungo i 5 ripieni disponibili, evitando anche di graffiare la superficie interna delle pentole come capita quando le riponiamo una dentro l’altra.

Sfruttare tutti i centimetri dei mobili

I ganci appendi tazzine si possono fissare alle mensole esterne o ai ripiani interni di un mobile, così da sfruttare davvero ogni centimetro e tutta la lunghezza (e la larghezza) della nostra cucina.

Molto pratici sono poi i sistemi che consentono di tenere a vista gli altri utensili: ad esempio, la rastrelliera magnetica è un oggetto multifunzione, che accoglie non solo mestoli, rotolone e altri oggettini da cucina, ma anche libri, presine, guanti da forno e così via, togliendoci parecchie preoccupazioni. Un’alternativa è rappresentata dal porta-utensili da fissare alla parete con ventose o tasselli, dotato di ganci scorrevoli per sistemare al meglio gli accessori.

Un’altra variante in voga è la barra trasversale in metallo, da fissare alla parete tra basi e pensili e da “completare” con accessori in bambù e acciaio, per dare un tocco anche estetico. Per chi vuole mettere a posto agli, cipolle, piccole verdure o tuberi, invece, la soluzione sono le comode tasche da fissare all’anta del mobile.

Risolvere il problema degli ingombri

Lo spazio carente è un problema sempre più comune, e lo testimonia appunto l’attenzione crescente che le grandi aziende del settore home decor e accessori dedicano alla produzione di ogni tipo di oggetto che possa risolvere il problema.

Ad esempio, Guzzini ha realizzato una pratica cesta impilabile in materiale plastico Holderoll, che consente di conservare verdure, ortaggi o altri elementi fuori da frigo in maniera ordinata. Metaltex ha invece creato il sistema Spice Rack up and down, una griglia raccogli spezie che si estrae e “scende” verso il basso, rendendo più semplice prendere il barattolo che ci serve.

Piccole soluzioni furbe e intelligenti

Anche i classici accessori e utensili si trasformano e adattano alle esigenze contemporanee: la frusta da cucina diventa leggera e maneggevole, e grazie agli archi di plastica si appiattisce per essere riposta con più facilità e praticità rispetto a quelle tradizionali in acciaio.

Furbo è anche l’aggettivo che si abbina alle vaschette salvaspazio da frigorifero, che permettono di ottimizzare tutto lo spazio interno dell’elettrodomestico e di riporre in tutta sicurezza gli alimenti, così come molto “smart” sono le padelle con l’impugnatura rimovibile, che risolvono il difficile problema della gestione dei manici (con cui spesso litighiamo!).

Alla ricerca di altre idee originali e pratiche? Anziché acquistare un dosatore per il sale e un altro per il pepe, possiamo acquistare un unico macinino a doppio contenitore (simile a una clessidra) che esegue alla perfezione i suoi compiti. Lo scolapasta pieghevole ci aiuterà a non avere problemi di collocazione del classico utensile (a volte davvero troppo ingombrante), e infine la bilancia pieghevole è davvero una soluzione originale per raggiungere lo scopo del peso degli alimenti eliminando ogni parte superflua e ingombrante.