Come fare il sidro di mele: consigli e suggerimenti

Come fare il sidro di mele? Bevanda alcolica e frizzante, le cui prime versioni sembrano risalire addirittura ai tempi dei Greci e dei Romani, le vere origini del sidro di mele si attestano nel periodo del Medioevo, quando alcuni marinai baschi, che producevano il sidro in occasione di lunghi viaggi, lo introdussero in Francia.

Molto diffusa nel Regno Unito, oggi, tra i maggior consumatori del sidro di mele si annoverano anche Francia, Spagna, Germania, Irlanda, Paesi Bassi, Svizzera e Finlandia. In Italia è meno diffusa, tanto che in molti, dopo aver provato questa bevanda all’estero, si chiedono: “il sidro di mele dove si compra?“. Ebbene, dovete sapere che lo si può trovare nei pub di stile anglosassone e in un numerosi supermercati. In alternativa continuate a leggere questa guida e vedremo assieme come si fa il sidro di mele.

Come fare il sidro di mele in casa: ingredienti

Se volete realizzare una bottiglia da 75 ml di sidro di mele fatto in casa sono necessari: 2 kg di mele, 13 gr di lievito secco di birra oppure del lievito per vino bianco, un pizzico di acido ascorbico o il succo di limone, 150 ml di acqua e 230 gr di zucchero di canna. Per finire occorre anche un bottiglione da 5 l con tappo colmatore in modo tale da permettere la fuoriuscita di anidride carbonica, senza rischiare di far entrare dell’aria.

Prima di vedere come si fa il sidro di mele, vi ricordiamo che per ottenere una bevanda dal sapore unico e inconfondibile è opportuno utilizzare solo alcune varietà di mele, come ad esempio Red Delicious, Yellow Delicious, Granny Smith, Cotogne e Gala.

In alternativa è possibile utilizzare del succo di mela fatto in casa, o comunque già pronto, assicurandovi che non vi sia dello zucchero aggiunto. In quest’ultimo caso dovete semplicemente versare il succo nel bottiglione per la fermentazione e aggiungere il lievito. Dopo circa due settimane procedere con la fase di imbottigliamento e il gioco è fatto. Se invece desiderate una bevanda più frizzante, non dovete fare altro che far proseguire la fermentazione.

Sidro di mele ricetta: come preparare la bevanda

Per realizzare del gustoso sidro di mele fatto in casa bisogna innanzitutto lavare bene le mele, senza togliere la buccia. Quest’ultima, infatti, presenta i lieviti che si riveleranno poi fondamentali durante la fase di fermentazione.

Procedere tagliando le mele a spicchi, avendo cura di eliminare il torsolo e facendo riposare la frutta per almeno 6 ore. A questo punto frullare le mele fino a quando non si ottiene una consistenza simile a quella di una purea. Filtrare con un colino a maglie fini e aggiungere un pizzico di acido ascorbico o di succo di limone alla purea ottenuta.

Mescolare immediatamente, prima che le mele diventano scure e proseguire la propria preparazione con il lievito. Dovete sciogliere quest’ultimo con acqua tiepida in una bottiglia richiudibile e aggiungere dello zucchero. Agitare bene per 20 minuti circa e quindi attendere un’oretta. Trascorso questo lasso di tempo il volume del liquido risulterà aumentato e ci dovranno essere delle bolle ad indicare che il lievito è attivato.

Cuocere per 45 minuti la purea di mele per pastorizzarla, prestando attenzione a non farla bollire, ma facendola arrivare ad una temperatura di circa 85 gradi. Aggiungere lo zucchero rimanente e mescolare affinché si sciolga. Versare con un imbuto il composto così ottenuto in un bottiglione precedentemente sterilizzato e chiudere con l’apposito tappo. A partire da questo momento avrà inizio la fermentazione.

Il composto così ottenuto, infatti, deve riposare per circa 15 giorni nel bottiglione che deve essere a sua volta conservato in un luogo abbastanza caldo, con temperatura compresa tra i 20 e i 25 gradi. Onde evitare possibili depositi, inoltre, vi ricordiamo di agitare il bottiglione almeno una volta al giorno.

Conclusioni

A questo punto abbiamo visto assieme come fare il sidro di mele in casa. Come avete visto si tratta di una procedura abbastanza semplice, anche se un po’ lunga, in quanto bisogna attendere la fermentazione prima di poter bere questa bevanda dal sapore unico ed inconfondibile.

Per ottenere il risultato desiderato è opportuno seguire attentamente la fase di fermentazione e controllare la densità dello zucchero in modo tale da fermare in tempo tale procedura. Per fare ciò è sufficiente mettere la bottiglia al freddo. Per finire, procedete con l’ultima fase di questa preparazione, ovvero l’imbottigliamento. Bisogna filtrare il sidro dalla feccia che si è depositata nel fondo ed, eventualmente, aggiungere un po’ di zucchero per rendere la bevanda più dolce e frizzante. Se il sidro di mele dovesse risultare particolarmente torbido, procedete con un ulteriore filtraggio.

È importante inoltre ricordare che occorrono almeno 90 giorni di maturazione affinché il sidro di mele diventi alcolico al punto giusto e che il liquido, con il passare del tempo, diventa più chiaro. Per quanto riguarda l’imbottigliamento, inoltre, è consigliabile utilizzare bottiglie con vetro spesso per sidro, in caso contrario non preoccupatevi e utilizzate pure una bottiglia tradizionale. L‘importante è evitare il contatto con l’aria durante il travaso e a tal fine è possibile utilizzare, ad esempio, una canna di gomma in grado di arrivare fino in fondo alla bottiglia. Una volta ultimato l’imbottigliamento, versate il sidro di mele in un bicchiere e gustatevi questa buonissima bevanda.