Tonno all’arancia con cottura sottovuoto

Avete mai provato la cottura sottovuoto?

Seppur non sia nota a tutti, questa tecnica nacque nel 1974 in Francia grazie George Pralus. Lo chef era alla ricerca di un metodo di cottura che, senza alterare gusto ed aspetto, permettesse di prolungare i tempi di conservazione del suo foie gras. Oggi, con la sua scoperta, la cottura sottovuoto è una delle più amate di tutti gli chef.

Per poter cuocere sottovuoto serve innanzitutto una macchina per sottovuoto e delle specifiche buste per il sottovuoto.

Con questa cucina è possibile cuocere pesce, carne, verdure e frutta evitando che perdano le proprietà nutritive ed il loro colore naturale, conservando anche al meglio il loro sapore. I cibi vengono semplicemente assemblati con i condimenti all’interno della busta sottovuoto adatta per la cottura, sigillati con la macchina sottovuoto e poi cotti.

Io ho provato la cottura sottovuoto con le buste sottovuoto myvac della ditta Niederwieser.

La ditta Niederwieser spa è un’azienda a conduzione familiare specializzata nella produzione e stampa di buste sottovuoto per il settore alimentare.

 

Con più di 230 dipendenti, l’azienda ha una sede a San Giacomo di Laives (nei pressi di Bolzano) e a Campogalliano (Modena). Due divisioni differenti per specializzare al meglio ognuna di esse nel proprio settore. Grazie alla continua voglia di crescere e di stare al passo coi tempi, da quest’anno l’azienda offre la possibilità di acquistare le buste anche online nel webshop www.myvac.com, scegliendo quelle più adatte alle proprie esigenze in base alla dimensione, lo spessore ed il disegno. Tra le 200 buste di ottima qualità ci sono anche quelle idonee al processo di cottura.

Convinta che le macchine sottovuoto potessero essere poco maneggevoli ed ingombranti, ho dovuto invece ricredermi quando ho utilizzato la macchina ad aspirazione esterna (quelle adatta all’uso casalingo). Spinta dal forte desiderio di volerla subito provare mi sono cimentata nella preparazione del tonno all’arancia, ed ecco cosa è venuto fuori:

Ingredienti per 2 persone:

300 gr di tonno fresco
1 arancia
timo
olio
sale
150 gr  di cous cous
150 ml di brodo vegetale

Preparazione

Per prima cosa mettete un paio di cucchiai di olio nella busta per il sottovuoto, senza sigillarla, e trasferitela nel freezer. Facendo solidificare l’olio si eviterà, al momento di chiudere la busta, che questo venga risucchiato via assieme all’aria da aspirare.

Successivamente mettete nella busta anche il trancio di tonno, due fette d’arancia (una per lato), dei rametti freschi di timo ed un po’ di sale.

Fate adesso il sottovuoto con la macchina sottovuoto e sigillate la busta.

Per cuocere il vostro tonno all’arancia riempite una pentola capiente con dell’acqua. Scaldate quest’ultima fino a raggiungere 72°C, aiutandovi con un termometro da cucina.

Mettete quindi la busta nella pentola e lasciate cuocere per 20 minuti circa. E’ assolutamente necessario che la busta rimanga costantemente immersa nell’acqua.

Intanto preparate il cous cous portando il brodo all’ebollizione.

Versate al suo interno il cous cous, mescolatelo e spegnete la fiamma.

Coprite la casseruola e lasciate riposare per 10 minuti, tempo in cui il brodo verrà assorbito ed il cous cous aumenterà il suo volume.

Trascorso questo tempo, sgranate i granelli di cous cous con i rebbi di una forchetta ed aggiungete un filo d’olio per condire.

Una volta cotto il tonno, aprite la busta e scolatelo.

Tagliate il trancio a cubetti e trasferitelo in un piatto da portata, quindi aggiungete una porzione di cous cous.

Il vostro tonno all’arancia con cottura sottovuoto è pronto per essere servito.

Se anche voi volete provare la cottura sottovuoto potete acquistare le specifiche buste sul sito myvac, con la possibilità si usufruire del voucher del 10% sul primo acquisto. Vi basterà semplicemente inserire il codice MV_18101077 al  checkout!