Dog friendly: i ristoranti che accettano e hanno proposte gustose per cani

Per un italiano su tre, secondo l’Eurispes, cani e gatti sono “di famiglia”. Le famiglie che ospitano un amico a quattro zampe sono sempre più numerose e sempre di più quelle che non i separano da questo componente della famiglia nemmeno in vacanza, figurarsi al ristorante. Eppure, la ristorazione dog friendly inizia a muovere i primi passi, mentre alcuni ristoratori old style ancora sono reticenti ad accogliere qeusta clientela tanto particolare.

Dai cat cafè ai menu per cani

Eppure qualcosa sta finalmente cambiando e i ristoranti non si limitano a consentire l’accesso a cani e gatti ma studiano soluzioni per gli amanti degli animali che li rendano sempre più protagonisti. Dai cat cafè, dove si può sorseggiare una tisana in compagnia mentre ci si lascia cullare dalle morbide fusa di un gatto, a locali che hanno studiato menu per cani su misura, un modo per consentire ai nostri amici a quattro zampa di godersi la serata fuori casa in nostra compagnia.

Italia a misura di cane e gatto

La città italiana più aperta all’accoglienza per gli animali è Milano. Diverse manifestazioni, però, si moltiplicano lungo la penisola. Il primo cafè che ha visto protagonisti i gatti è nato a Torino, con il Miagola Cafè che propone un’offerta cruelty free, vegana e vegetariana. Qui si può portare il proprio gatto o lasciarsi coccolare da quelli presenti nel locale. In Lombardia c’è il Crazy Cat Cafè, nove gatti sono i proprietari del locale nato sulle suggestioni del locale di Osaka che ha lanciato questa particolare moda. Qui, a differenza di quello che accade a Torino, non si possono portare gatti dall’esterno, né bambini troppo piccoli. Di cafè dedicati ai felini ne esistono anche a Roma, qui c’è il bistrot Romeow, e a Palermo, unica città del Mezzogiorno che ne può vantare uno, il Nero Miciok che ospita ben 6 trovatelli. Un po’ più difficile la vita per i cani, che ancora troppo spesso si vedono negato l’accesso ai ristoranti. Ciò accade nonostante ci sia una precisa legge, la 281/1991 di ratifica della Convenzione Europea per la protezione degli animali da compagnia, che bandisce la presenza degli animali solo nei luoghi dove si preparano i cibi e negli spazi di degenza. Anche in questo caso è il Nord a dimostrarsi più aperto verso il mondo canino. In molti ristoranti è possibile trovare ciotole con acqua e croccantini per addolcire l’attesa dei nostri amici a quattro zampe durante la nostra cena. Esistono anche delle app, come Doglize, che ti permettono di trovare in tempo reale le strutture dog friendly, aperte all’accoglienza dei cani o dei gatti. Un semplice click ci permetterà di avere subito la mappa dei locali dove passare una serata spensierata in compagnia dei nostri amici a quattro zampe.

Menu per cani

Esistono, poi, dei locali che propongono un menu ad hoc per i cani da compagnia. E’ il caso, ad esempio, di Vicenza, con La Torre ad Albettone. Due euro in più permettono di avere il menu per cani. Cosa prevede il menu? Anche una ciotola per l’acqua e le eventuali operazioni di disinfezione successive all’uscita dell’ospite a quattro zampe. La scelta del coperto? Per i gestori del ristorante è dettata dal fatto che sono sempre più numerosi gli ospiti che portano con sé il proprio amico a quattro zampe, che diventa un vero e proprio commensale. In veneto, in realtà, i locali che accolgono i cani come veri e propri commensali sono sempre più numerosi, ma non si traduce solo nel pagamento del coperto. L’offerta per i cani è ampia e variegata perché si sa: se il nostro amico sta bene, stiamo bene anche noi e la serata passerà di certo con più serenità.

Tutto inizia al Cipriani

Il primo locale ad aprirsi a questo nuovo target è stato il Cipriani di Venezia, uno stellato, guidato dallo chef Davide Bisetto, che prevede nel menu una tartare di manzo, il sushi di pollo, il menu dietetico di riso e verdure. Prezzi da ristorante stellato ma menu da leccarsi i baffi. Anche a Treviso esistono realtà simili ma a costi ben più approcciabili. E’ il caso , del pub Nasty Boys che propone un macinato di carne con riso, petto di pollo e tagliata di picanha di Angus. Immancabile una ricca ciotola d acqua fresca. Bauchef, a Rovigo, è una vera e propria rosticceria per cani che propone anche un’ampia varietà di dolci (biscotti). Anche se la sede è a Rovigo, queste prelibatezze arrivano in tutta Italia grazie alla vendita on line. Tra i piatti forti delle rosticceria: nervetti alla paprika, sigari di cotica, croccanti di merluzzo, miele e curcuma, pesce persico con riso integrale, alghe nori e sesamo. Tra i dolci? Fate provare ai vostri amici il waffel al fegato o il “baupanettone”, un mix di carne di agnello, farro, yogurt, cocco e mandorle.