Mercati alimentari più famosi al mondo

Gestiti e frequentati dalle persone del posto, i mercati sono uno dei luoghi più visitati ed apprezzati dai turisti.

E’ proprio all’interno di questi che c’è la vera anima di una città.

Aperti dalle prime ore del mattino, nei mercati alimentari è possibile acquistare prodotti freschissimi, dai colori accessi e dai profumi invitanti, ma è possibile anche farci solo un salto per lasciarsi avvolgere dall’atmosfera che si respira.

Mercati alimentari più famosi al mondo

Tra i vari mercati alimentari sparsi per il mondo, ecco alcuni dei più famosi che vale la pena visitare:

 

La Boqueria (Mercat de Sant Josep de la Boqueria) – Barcellona, Spagna

Aperto tutti i giorni, esclusa la domenica, La Boqueria si trova sulla Rambla e per questo è molto visitato anche dai turisti. Con il suo particolare tetto in ferro battuto , questo mercato è conosciuto anche con il nome di  Mercado de Sant Josep ed è il luogo in cui macellai, contadini e pescatori vendono i loro prodotti freschissimi e li cucinano anche al momento. La Boqueria è tra i mercati al coperto più conosciuti d’Europa, forse anche perché si tratta di una costruzione storica, del 1200, ricca di fascino.

 

Tsukiji – Tokyo, Giappone

Oltre ad essere il mercato ittico più famoso al mondo è anche quello più grande. Considerato tappa fissa dei ristoratori giapponesi che vogliono acquistare il miglior pesce della città, in questo mercato ogni giorno si tiene una vera e propria asta. Il fatto che qui, ogni anno, vengono vendute circa 700 mila tonnellate di pesce può portare a pensare che ci sia un gran via vai di persone, a dire il vero ogni giorno possono accedere soltanto 120 visitatori a partire dalle 5 della mattina.

 

Mercato galleggiante di Bangkok – Thailandia

Il mercato più insolito che ci sia è senza ombra di dubbio quello galleggiante di Bangkok. A bordo di canoe di legno ormeggiate, uomini e donne del posto vendono principalmente frutta e verdura coloratissima. Mercati di questo genere qui ce ne sono vari, tutti un po’ fuori città ma che vale comunque la pena di raggiungere. Tra i più noti c’è il Damnoen Saduak, Amphawa, Kwan Riam e Bang Khu Wiang.

 

I Souk di Marrakesh – Marrakesh, Marocco

I souk sono i mercatini locali di Marrakesh. Passando per l’enorme piazza del centro città, caotica e soleggiata, è possibile entrare in una delle tante stradine ricoperte da canne di bambù (per creare una buona ombra senza perderne la luce) in cui centinai di venditori espongono principalmente spezie coloratissime, barattoli con olive ripiene sott’olio e frutta secca ma non mancano tappeti, abbigliamento e tutto ciò che potete immaginare. C’è chi racconta di aver visto assistito addirittura all’estrazione di un dente da parte di un dentista, o almeno era quello il ruolo che ricopriva.

 

Mercato notturno di Shilin – Taipei, Cina

A Taiwan il mercato più grande si svolge di notte, dalle 20 alle 2 del mattino per l’esattezza. Rinomato soprattutto per la vendita del pollo fritto, tempura, tofu e vermicelli all’ostrica, in questo mercato si preparano comunque tantissimi piatti della tradizione culinaria. Nel mercato c’è anche la possibilità di fare massaggi, agopuntura, acquistare giocattoli, dipinti ed oggetti di antiquariato, nonché entrare in sale giochi, fare karaoke e andare al cinema.

 

St. Lawrence – Toronto, Canada

Il mercato St. Lawrence di Toronto è aperto dal lontano 1803 ed è uno dei mercati più importanti di Toronto, eletto come miglior mercato nel 2012 dal National Geographic. Qui si può acquistare del buonissimo sciroppo d’acero ma anche frutta, verdura, formaggio, pesce, carne e dolci di ogni genere, imperdibile il sandwich al bacon!

 

Grand Bazaar (Kapalı Çarşı) – Istanbul, Turchia

Con circa 3 mila venditori, il Gran Bazaar di Istanbul è un mercato ricco di varietà e colore. Piccoli dolcetti, spezie di ogni genere, cibi locali da gustare direttamente con le mani ma anche tabacco di ogni genere, bellissime lanterne, oggetti in pelle e chi più ne ha più ne metta. E’ un mercato sempre affollato ed abbastanza stretto nel quale è obbligatorio contrattare sul prezzo per qualsiasi acquisto.

Voi per caso avete visitato uno di questi mercati? Come vi sono sembrati?