10 ricette che le mamme cucinano meglio delle nonne: scopriamole tutte

È una disfida eterna, del tipo “Batman vs. Superman” o della “Civil War” degli Avengers, per restare in ambito cinecomics, e vede entrare in scena un insieme di emozioni, ricordi, nostalgie e gusti personali. Ma, soprattutto, alla base ci sono la manualità in cucina, la tradizione gastronomica e anche un pizzico di rivalità per conquistare la gola di tutta la famiglia, ovviamente in dosi sane!

La battaglia in cucina tra mamme e nonne

Parliamo della lotta le ricette della nonna e i piatti della mamma, che ha come giudici e protagonisti i familiari che si rivolgono sempre alla parente più anziana per gustare la propria pietanza del cuore e quelli che, al contrario, non esitano un secondo a correre da “mammà”. Diciamo la verità, ognuno di noi si è trovato in questa condizione o vi si trova tuttora, soprattutto nelle classiche famiglie meridionali dove ogni componente (specialmente femminile) ha maestria tra i fornelli e si specializza spesso in preparazioni ben definite.

Come battere le nonne? Qualche consiglio per le mamme

E insomma, tra ricette della mamma e piatti della nonna chi vince? La risposta definitiva e globale non la potrà dare nessuno, ma in questo articolo proviamo a trovare 10 spunti in cui “sicuramente” le mamme hanno la meglio delle nonne, per tutta una serie di motivi… a cominciare da una maggiore propensione, non foss’altro che per dati anagrafici, all’utilizzo di robot da cucina o del ricettario Bimby come alleati segreto per la preparazione di piatti più elaborati. Se pensiamo ai menu della nonna, infatti, ci vengono in mente soprattutto le classiche ricette della tradizione locale o italiana, con portate golose e abbondanti e procedimenti lunghi e pazienti che richiedono ore e ore di gestione: dunque, il terreno per “battere” queste agguerrite rivali deve essere differente, quello dell’originalità e dell’estro creativo, o ancora di ricette moderne che siano rapide e veloci senza perdere in gusto o che provengano da qualche cultura gastronomica straniera e magari lontana.

Rispetto a quanto accadeva solo venti anni fa (o anche meno), le mamme di oggi sono ancor più prese da mille impegni, tra faccende domestiche, attività dei figli e ovviamente lavoro e professione; più che in passato, allora, in cucina bisogna trovare il modo di preparare ricette veloce e appetitose, cercando di organizzarsi al meglio e di trasformare piatti semplici in piccoli capolavori gourmet, che possano risultare anche healthy, salutari, leggeri e perfetti per tenersi in forma.

Le ricette che le mamme cucinano meglio delle nonne. Primo round, gli antipasti

Tra le tante sezioni del blog di cucina ce n’è una specifica dedicata a chi cerca le ricette light, e all’interno di questa vasta categoria si trovano i primi suggerimenti per le mamme che vogliono superare le nonne. Un possibile piatto cucinato meglio delle “anziane” è la insalata di pollo alla greca con aggiunta di salsa tzatziki, in cui al posto del formaggio feta ci sono degli straccetti di pollo, ricavati magari dal “riciclo” di avanzi di pollo grigliato del giorno precedente. Molto facile da preparare in casa, questa ricetta ha un tocco internazionale che probabilmente manca alle nonne, così come l’altra idea: il tabulè tipico del Medio Oriente, un piatto unico fresco e colorato che si prepara in anticipo e può essere mangiato anche dai vegetariani e i vegani (un’accortezza che, diciamolo, le nonne in genere non hanno, vista la predilezione per piatti a base di carne!).

Mamme vs Nonne, occhio ai rustici

Internazionalità e originalità sono i tratti distintivi anche della terza ricetta con cui le mamme possono battere le nonne: parliamo di un rustico come i Muffin salati con uovo, che oltre a essere buoni sono anche decorativi, perché nascondono un uovo sodo all’interno che viene “rivelato” dal taglio verticale. Un’altra combinazione di una base tradizionalmente dolce con ingredienti salati è quella del Plumcake agli asparagi, che può essere la soluzione per sorprendere gli invitati e superare le “vecchine” con un mix sorprendente di sapori.

La lotta ai fornelli si sposta ai primi piatti

Passiamo ora ai primi piatti: se le nonne restano le regine incontrastate delle ricette della tradizione, meglio spostarsi sull’innovazione e sulla creatività, care mamme! È il caso dei ravioli al cacao ripieni di taleggio e tartufo, che faranno esplodere di piacere le papille gustative di figli, mariti e altri commensali (e lasceranno senza parole le nonne!), oppure della vellutata di cavolo rosso, un ingrediente non certo comune che dà vita a un piatto dalla tinta unica e affascinante.

Per i secondi piatti evitare i classici

Anche quando si parla di secondi piatti bisogna evitare di sfidarsi sui piatti tradizionali, dove l’esperienza delle nonne potrebbe fare la differenza: per vincere questa lotta antica, le mamme possono preparare due rielaborazioni di ricette classiche, ovvero i burger di tofu e le cotolette di finocchi. La prima pietanza farà contenti i familiari vegani o vegetariani, ma sarà apprezzata un po’ da tutti per il sapore e la consistenza del “finto formaggio”; la panatura croccante delle cotolette veg, poi, sarà un tocco di sfizio e di gola che farà dimenticare ai familiari la mancata presenza di carne tra i secondi!

Le ricette dolci per far vincere le mamme contro le nonne

Ultimo campo di sfida, inevitabilmente, è il dessert: se dolci come la torta della nonna o il tiramisù sono da evitare perché favorirebbero le nonne, appunto, le mamme competitive possono orientarsi su idee non meno golose e di sicuro originali, giocando anche con qualche decorazione particolare per le proprie creazioni o ampliando le vedute gastronomiche della famiglia con qualche pietanza tipica di Paesi stranieri. Tra tutte le ricette con le quali una mamma può superare una nonna in cucina citiamo la Red velvet cake, un vero e proprio trionfo di sapori in salsa americana, che ha un procedimento semplice e una resa assicurata, e la torta Unicorno (in onore al fenomeno del mitico unicorno, che continua a impazzare qui da noi), con i caratteristici decori in pasta di zucchero che consentono di ricreare l’aspetto del favoloso animale, così tanto amato dalle bambine (e non solo) in tutto il mondo.