Colazione estiva ideale: come non rinunciare al piacere del pasto più importante della giornata

La colazione estiva così come durante tutto l’anno, rappresenta il pasto più importante della giornata: deve risultare ricca, completa ma leggera, conferendo la giusta energia per affrontare al meglio i molteplici impegni quotidiani: saltarla non è una buona idea, così come è sconsigliato rinunciare ad una buona dose di frutta o cedere irrimediabilmente alla golosità di un ricco buffet proposto negli alberghi magari durante un weekend fuori porta o le sospirate vacanze. Ecco come comporre una deliziosa colazione estiva light sana e nutriente.

Colazione estiva: cosa preferire per iniziare al meglio la giornata

La regola di base è sempre la stessa: mai saltare la colazione, ma è semplicemente opportuno attenersi ad una serie di semplici regole adatte a chi viaggia, al mare in montagna o più semplicemente a tutti coloro che desiderano seguire un regime dietetico sano ed equilibrato, senza necessariamente dover rinunciare al gusto e alla golosità. La colazione rappresenta da sempre un vero e proprio “rito”, un momento speciale dedicato a sè stessi che tuttavia deve essere in grado di fornire la giusta carica energetica per affrontare anche la giornata più pesante e impegnativa. Nel nostro Paese la colazione è amata: lo stesso Osservatorio DOXA/AIDEPI, in una ricerca condotta nel 2016, ha potuto constatare che ben 9 italiani su 10 non rinunciano alla prima colazione, con un calo significativo del numero delle persone al contrario scelgono di saltarla.

Una colazione adeguata prevede il giusto mix dato dalla presenza di cereali, in grado di apportare zuccheri a lento rilascio, unitamente a una tazza di latte o in alternativa uno yogurt e un frutto di stagione. Se in inverno è invece necessario un incremento dell’apporto calorico rispetto alla stagione estiva, è necessario non esagerare. Aumentare le dosi prestando particolare attenzione agli alimenti grassi. Gli eccessi stonano a prescindere e proprio per questo motivo è importante non saltare la colazione, specie in estate, dove col caldo rappresenta il pasto principale ove è necessario integrare i liquidi per porre rimedio al rischio di disidratazione.

Per iniziare la giornata con la carica giusta, meglio puntare sulla freschezza, bevande comprese. Il latte fresco è l’ideale sia che sia assunto in purezza che unito al caffè o in alternativa senza lattosio per chi presenta problemi di digestione o intolleranze. Tale alimento è davvero prezioso perché ricco di acqua, grassi, proteine, zuccheri, sali minerali e vitamine, importanti per mantenere efficiente l’organismo. In alternativa anche uno yogurt è adatto ma se proprio i derivati del latte non sono tollerati, meglio puntare su un succo di frutta senza zucchero, su un centrifugato o meglio ancora un estratto, che racchiude il meglio della frutta, e permette di mantenerne integre tutte le proprietà organolettiche.

Per una sana colazione estiva sono consigliati anche i cereali: fiocchi di mais e d’avena, muesli, cereali integrali o con l’aggiunta di frutta secca o frutti rossi sono in grado di apportare all’organismo il giusto quantitativo sia di zuccheri semplici che complessi. I cereali rendono inoltre improbabile il rischio di utilizzarne quantità eccessive: qualche cucchiaio risulta più che soddisfacente, non comporta problemi di linea e assicura benessere dell’organismo ma anche e soprattutto dell’intestino. In alternativa è possibile consumare anche biscotti, pane o fette biscottate e prodotti da forno purché sempre con le dovute cautele in termini di quantità: meglio trovare il giusto equilibrio tra apporto calorico necessario e corretto senza rinunciare al gusto.

Ampio spazio anche e in particolar modo alla frutta, la quale apporta non solo fibre ma anche minerali, vitamine, antiossidanti e polifenoli così come acqua: proprio la stagione estiva rappresenta il momento più favorevole per introdurre questa sana abitudine.

Cosa evitare e prediligere per una sana colazione estiva

La colazione estiva in vacanza, si sa, tende a diventare potenzialmente critica: i buffet presenti nelle strutture ricettive offrono dolci e delicatezze da leccarsi i baffi, veri e propri attentati per l’indice glicemico così in picchiata: meglio ridurre le quantità limitandosi ad assaggiare solo un dolce al giorno. Ci si sentirà comunque appagati senza tuttavia eccedere. Abbondare con la frutta è sempre indicato ma da evitare è il fatidico mix dolce/salato così come gli alimenti eccessivamente ricchi di grassi.

Al mare è importante non appesantirsi troppo: meglio in questo caso prediligere una colazione leggera e digeribile e, qualora si prediliga il salato, meglio un’abbinata di pane casereccio e pomodoro che prevede un tempo di digestione piuttosto limitato. Le vacanze in montagna prevedono di norma lunghe passeggiate ed è per questo che è necessaria una maggiore energia e un apporto calorico lievemente più ingente: una fetta di dolce in più, magari al cioccolato, in questo caso non guasta. 

Se invece si soggiorna in città, meglio evitare il classico errore della colazione scambiata per un pranzo, quella che solitamente si definisce con una grande abbuffata, per poi saltare il pasto principale: meglio evitare di appesantire la digestione, limitandosi a seguire quanto necessario per ogni singolo pasto, senza esagerazioni. 

La colazione, specie in vacanza rappresenta un prezioso momento di condivisione per l’intera famiglia. Meglio dunque godere dell’opportunità di sperimentare nuovi cibi introducendo le più sane abitudini alimentari