Dalla passerella al food, la primavera è flower boom e ha già conquistato tutti

Da uno studio di Espresso Communication è emerso che sono circa 200 milioni, ad oggi, gli scatti fotografici caricati su Instagram con l’hashtag #flower e #flowers dall’inizio di questa primavera. E’ un’esplosione di fiori di qualsiasi forma, dimensione, profumo e colore, dalla moda al beauty, dalla cultura alla casa ed al food.

La chiamano flower-boom mania!

Se è vero che 9 italiani su 10 sostengono che i fiori siano fonte di felicità, perché non abusarne quindi?

Dolce & Gabbana, Red Valentino, Balenciaga, Moschino, Marni e Fendi sono solo alcune delle case di moda che hanno creato abiti con questo tema, Rihanna, Beyoncé e Jessica Alba le star che hanno scelto di utilizzarlo. Come non ricordare le gonne a fiori indossate da Frida Kahlo! Unghie, accessori, installazioni artistiche come quella all’Elan Cafè di Londra in cui una parete è interamente dedicata alle rose, tutto viene ricoperto di fiori, anche il cibo.

 

I fiori in cucina

Oltre ad essere utilizzati in cucina per la loro bellezza, i fiori sono decisamente salutistici. A dirlo non siamo noi ma uno studio scientifico che ha dimostrato il loro grande potere antiossidante, tanto per dirne una. In cucina i fiori sono utilizzati soprattutto dagli chef stellati: Cannavacciuolo li impiega nella pasta fresca e fiori, Cracco per il suo risotto alla milanese con fiori di zafferano essiccati, Bottura invece per il pollo arrosto nascosto tra un misto di verdure e petali di fiori. Non possiamo non citare anche i gamberi ai fiori edili di Crippa e Sebastianelli che invece ha fatto dei fiori un vero e proprio ingrediente fondamentale per le sue tantissime preparazioni, tra le quali i tortellini ripieni di gerani ed il cartoccio di fiori edibili pastellati.

Un tocco di elegantissimo colore ed allegria!

In America invece questa tendenza si è maggiormente diffusa nella pasticceria di Janet Best, in Pennsylvania, dove all’interno dei lollipop spuntano tulipani, margherite e violette avvolte nello zucchero trasparente.

 

Ma attenzione al rischio tossicità, ogni singolo fiore utilizzato in cucina deve essere accuratamente selezionato e controllato prima di poter essere impiegato. Non improvvisiamoci esperti per un rischio che è meglio non correre, facciamoci consigliare magari da esperti.