Iginio Massari: il miglior pasticcere del mondo è lui ed ecco il perché ufficiale

Si è conclusa recentemente la Word Pastry Stars 2019, una due giorni dedicata al Congresso Internazionale di Alta Pasticceria, tenutasi a Milano e che ha saputo portare sul palco le principali personalità di spicco della pasticceria italiana e internazionale. Tra queste non poteva mancare Iginio Massari, ideatore della manifestazione che giunta alla sua sesta edizione, celebra ogni anno l’estro e la creatività di un’arte che si perde nella notte dei tempi e che per la prima volta lo ha visto ancor più protagonista, come “miglior pasticcere del mondo“.

World Pastry Stars 2019

Un Iginio Massari visibilmente commosso è stato dunque il protagonista dell’immancabile appuntamento dedicato all’alta pasticceria World Pastry Stars 2019, evento internazionale che ogni anno raduna in un’unica kermesse, quelli che sono i migliori pasticceri del mondo. Ideatore e patron dell’ormai noto congresso, è lo stesso maestro originario di Brescia presenza immancabile nella stupenda location caratterizzata dall’Hotel Marriott di Milano.

L’evento, della durata di due giorni è stato organizzato da Italian Gourmet col patrocinio di Ampi e Relais Desserts e ancora una volta ha visto calcare l’ambito palco dalle moltissime personalità di spicco a rappresentare l’eccellenza della pasticceria, sia italiana che internazionale: da Pierre Hermé a Enric Rovirà, fino ad arrivare ai “nostrani” Alfonso Pepe, Gino Fabbri, Alfonso Pepe, Giancarlo Perbellini, Nicola e Andrea Pansa per citare solo alcuni esempi e ancora il noto Fabrizio Fiorani, vero e proprio baluardo della pasticceria italiana all’estero, nonché Pastry chef di Luca Fantin a Tokyo e, come se non bastasse, di recente eletto anche Best Pastry Chef per l’Asia’s 50 Best Restaurants 2019.

World Pastry Stars 2019 quest’anno si è decisamente focalizzata sulla creatività e sull’innovazione in pasticceria, rappresentando una preziosa fonte di informazioni di settore in grado di esprimere al meglio quello che rappresenta tale arte nel mondo e sopratutto quelli che sono gli obiettivi su cui essa è proiettata per il futuro. Come ha spiegato lo stesso Massari, coinvolgere i migliori pasticceri del mondo permette di fornire informazioni corrette e coerenti su quella che è stata e sarà l’evoluzione del mondo della pasticceria, analizzando i nuovi trend e i comportamenti adottati dal consumatore per poi determinare le linee di sviluppo di nuovi prodotti di alta gamma, sempre in maniera competitiva e con uno sguardo attendo volto all’imprenditoria.

I protagonisti della pasticceria: Iginio Massari

Tuttavia a rappresentare un punto focale della “manifestazione più dolce di sempre” è stata sicuramente la consegna dei premi e dei molteplici riconoscimenti previsti, che mai come in questa edizione ha visto protagonista proprio il maestro Iginio Massari. E così, dopo aver riconosciuto Pierluigi Sapiente della pasticceria Flow a Bologna come Miglior Pasticcere Under 35, Pierre Hermè dalla pasticceria Pansa di Amalfi per la Miglior Comunicazione Digitale e Sara Bruno dalla pasticceria Pappa Reale ancora una volta a Bologna come Miglior Pasticcere Donna, la giuria ha assegnato, il premio Miglior Pasticcere del Mondo, novità del Grand Prix World Pastry Stars, proprio a Iginio Massari, come merito alla longeva carriera e alla guida autorevole della Pasticceria Veneto a Brescia, riconoscendolo come ambasciatore in Italia e nel mondo dell’alta pasticceria.

 

Un premio che, come ha specificato la giuria composta da Eleonora Cozzella, Alberto Schieppati, Laura Mantovano e Enzo Vizzari “ha voluto conferire un vero e proprio attestato di merito alla “personalità” rappresentata dallo stesso Iginio Massari pasticcere che a livello internazionale ha saputo valorizzare tale professione sia per quel che concerne l’aspetto creativo e la qualità dei prodotti, sia per il valore dell’impresa che negli anni ha saputo creare unitamente all’impegno profuso nella formazione e nella diffusione del sapere”.

Un riconoscimento accolto con estrema commozione e gratitudine dallo stesso maestro Iginio Massari lieto di veder premiata la dedizione e l’estrema passione investita da anni proprio per questa professione. Sul palco, lo stesso Massari ha voluto inoltre ribadire quello che è stato l’obiettivo che ha portato avanti per tutta la sua carriera. Uno studio costante volto al raggiungimento di altissimi standard qualitativi, oggi a disposizione di tutti grazie a un nuovo laboratorio ipertecnologico operativo a Brescia ormai dal 2018. Un premio sicuramente meritato che celebra e corona la vera eccellenza della pasticceria italiana, rappresentata magistralmente anche nel mondo con i prodotti che lo hanno reso celebre: un esempio? Come non menzionare il panettone Iginio Massari, una vera prelibatezza divenuta ormai una ricetta tradizionale. Provare per credere!