Davide Oldani apre a Milano

Conoscete Davide Oldani, il cuoco milanese che ha mosso i suoi primi passi accanto ai più importanti chef del mondo?

Prima d’intraprendere la sua carriera attuale, Oldani era un calciatore ma purtroppo un brutto infortunio lo costrinse a cambiare totalmente strada. Per nostra fortuna però ha poi ritrovato quella giusta!

Quello che è diventato oggi lo chef Oldani è frutto di tanta passione e anni di duro lavoro, con il vantaggio di aver lavorato con Gualtiero Marchesi in Italia, Albert Roux a Londra, Alain Ducasse a Montecarlo e Pierre Hermé a Parigi. Parlando della sua carriera lui stesso ha detto più volte:

“Marchesi è stato quello che mi ha fatto entrare nel mondo della grande Cucina, Roux mi ha aperto gli occhi sulla cucina francese e su come si lavora in un 3 stelle che fa duecento coperti al giorno; Ducasse, mi ha insegnato la nuova grande alleggerita cucina francese e mi ha permesso di accostarmi alla parte manageriale di questo mestiere, Hermé, mi ha mostrato le invenzioni della grande pasticceria d’Oltralpe.”

Il successo

Una volta tornato in Italia, lo chef apre con grande successo la trattoria “D’O” a San Pietro dell’Olmo (una frazione di Cornaredo, in provincia di Milano).

E’ proprio grazie a quest’apertura che riceve diversi meriti, tra cui una “forchetta e coltello” e “una stella” Michelin, il voto di 16.5 su 20 dalla Guida Espresso, la “corona radiosa” della Guida Critica Golosa Massobrio, “tre tempietti” dall’Accademia Italiana della Cucina, 80 di punteggio da Gambero Rosso, “due forchette” e “una medaglia” dal Touring Club ,“due stelle” da Veronelli e l’Ambrogino d’Oro dal comune di Milano.

Senza trascurare mai la cucina, Davide Oldani scrive e pubblica anche alcuni libri.

La scuola di cucina

Così come lui ha imparato da grandi chef, oggi anche la sua professionalità è a disposizione di tutti. O quasi. Smuovendo enti pubblici, privati ed autorità, Oldani ha aperto una scuola gratuita attraverso la quale centinaia di ragazzi avranno la possibilità di diventare in futuro grandi chef, col solo obbligo d’indossare una divisa. All’Istituto Professionale di Stato per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera di Cornaredo i ragazzi iscritti impareranno a stare in cucina ed in sala, recandosi direttamente nel ristorante stellato dello chef.

La nuova apertura

In perfetta linea con il suo definirsi “cuoco pop”, ovvero popolare per l’utilizzo di materie prime povere in cucina, ora Davide Oldani delizierà tutti con l’apertura del nuovo locale a Milano. Voci di corridoio dicono che l’impostazione di questo ristorante è  molto simile a quella di Cornaredo, ma da considerare più come un bistrot. Stessa cosa vale per i prezzi, nettamente più inferiori dei classici ristoranti stellati che noi tutti conosciamo e motivo per il quale molto spesso evitiamo di riservarci un tavolo.

Per poter giudicare al meglio comunque non resta che prenotare e farci un salto. Un grande sacrificio al quale ben volentieri noi siamo già pronti!