Come riciclare lo yogurt scaduto: niente paura lo usiamo in tanti modi sfiziosi

Ancora una volta abbiamo comprato troppo yogurt, mosse dalle migliori intenzioni per uno spuntino sano e leggero ma poi alla cioccolata non abbiamo saputo dire di no. O semplicemente, tra una corsa e l’altra, dello yogurt in frigo non avevamo alcun ricordo. E adesso, però, ci ritroviamo con vasetti scaduti da qualche giorno che siamo pronte a buttare. Lo yogurt scaduto, in realtà, è utilissimo e può essere riutilizzato per ottenere risultati importanti sia per la nostra bellezza che per la pulizia della casa.

Mangiare yogurt scaduto, fa male?

La prima cosa da verificare è da quanto tempo è scaduto lo yogurt. Se sono passati solo pochi giorni possiamo ancora utilizzarlo per preparare deliziose ricette. Dai piatti dolci ai salati, il gusto fa la differenza. Per i primi, infatti, è preferibile usare dello yogurt alla frutta, al naturale o greco. Per i piatti salati, invece, come il pollo al curry, è consigliabile utilizzare solo yogurt bianco o greco. Il plumcake allo yogurt, ad esempio, è perfetto per la colazione. Cosa serve? Per una teglia da 30 cm dotatevi di: 180 gr di zucchero, 200 gr di farina 00, 250 ml di yogurt (quello che avete in frigo da riutilizzare), 2 uova, 1 bustina di lievito per dolci, 50 gr di burro, 1 pizzico di sale e 1 scorza di limone. A questo punto, montate le uova con lo zucchero fino a rendere il composto spumoso, aggiungete il burro fuso (tiepido) e lo yogurt e in ultimo, a pioggia, la farina mescolata con la bustina di lievito per dolci, un pizzico di sale e la buccia grattugiata di limone. Intanto, non dimenticate di imburrare e infarinare uno stampo per plumcake dove poter versare il composto ottenuto. Infornate in forno preriscaldato e cuocete per 40 minuti a 180°C. A questo punto è possibile sfornate il plumcake allo yogurt e lasciar raffreddare prima di capovolgerlo in un piatto da portata e servirlo.

Quando non va utilizzato

È facilmente intuibile che uno yogurt scaduto da dieci giorni non è paragonabile a uno scaduto da un mese. In ogni caso – e in ogni uso – lo yogurt può essere considerato riutilizzabile (non sempre a fini alimentari) fino a quando non presenta i seguenti elementi: un rigonfiamento della pellicola che lo chiude, la muffa in superficie, un’alternazione del profumo, una trasformazione nella consistenza dello yogurt stesso (una parte più densa, come se si trattasse del “caglio”, che si separa lasciando in superficie un liquido giallognolo). In questo caso non c’è misura che tenga: è arrivato proprio il momento di gettare via il nostro vasetto.

Yogurt scaduto, un alleato della bellezza

Lo yogurt scaduto può essere un importante alleato della nostra bellezza. È perfetto sia per idratare la pelle che per rendere più lucidi i capelli. Come utilizzarlo? Nel primo caso, quindi, come maschera di bellezza per il viso, va addizionato con del succo di limone e con un cucchiaino di miele. Lo yogurt da preferire, in questo caso, è quello bianco. Una volta amalgamati gli ingredienti può essere spalmato sulla pelle del viso o delle mani, dove va lasciato riposare per circa una mezz’ora. Grazie alle tante proprietà addolcenti dello yogurt sarà possibile avere, dopo il trattamento, una pelle fresca e vellutata. Lo yogurt è ricco anche di sostanze nutrienti per i capelli, una maschera senza rivali. Come prepararla? Con un vasetto di yogurt bianco e con 1 cucchiaino di olio di mandorle dolci. Mescolate il tutto e poi applicate il composto sui capelli dopo lo shampoo, proprio come se fosse una maschera. Prima di risciacquare lasciate agire la vostra maschera naturale per circa 15 minuti. Per chi fa ricorso a colorazioni a base di hennè, poi, un piccolo segreto: stemperando la polvere in acqua calda e yogurt è possibile ottenere un impacco al tempo stesso colorante e nutriente. Lo yogurt scaduto, poi, rappresenta la base perfetta per uno scrub naturale  e fai da te. Come procedere? Mescolate insieme un vasetto di yogurt bianco, 2 cucchiai di zucchero di canna e 2 cucchiai di farina d’avena (in questo caso possono essere utilizzati anche dei fiocchi d’avena precedentemente macinati nel mixer). Ecco il vostro scrub levigante e addolcente da spalmare e frazionare sulla pelle umida mentre siete sotto la doccia.

Yogurt sull’ottone per una lucentezza abbagliante

Se la data di scadenza inizia ad allontanarsi un po’ troppo da quella in cui “ritrovate” il vasetto in frigo la cosa migliore da fare è utilizzare lo yogurt per pulire gli oggetti in ottone e renderli splendenti e luminosi. Come fare? Anche in questo caso il procedimento è molto semplice. Basta lucidare con un panno morbido gli oggetti in ottone con dello yogurt per dargli nuova vita e lucentezza. Lasciate riposare lo yogurt per un po’, circa dieci minuti, e poi toglietelo con un panno morbido e pulito. Sarete stupite dal risultato ottenuto in termini di lucentezza e splendore.