Cosa mangiare a Londra

Una delle capitali che più adoro al mondo è Londra!

Ci sono stata diverse volte eppure se domani mi proponessero un ennesimo weekend lì non mi tirerei affatto indietro, anzi. Metropoli cosmopolita ed estremamente attuale, nella maggior parte dei casi Londra viene scelta come meta turistica proprio per il suo aspetto moderno. Gli immensi parchi verdi, i suoi maestosi monumenti e le stravaganze che si possono trovare ad ogni angolo della città, sorprendono sempre tutti coloro che la visitano per la prima volta (“per la prima volta” si, perché chi mette piede in questa città prima o poi ci ritorna!).

Se anche voi avete scelto, o state per scegliere, questa splendida meta allora di sicuro farete un salto nella zona centrale, ricca di negozi alla moda ed oggetti che provengono da ogni parte del mondo. Per spostarvi da una parte ad un’altra della città scegliete la metropolitana, sempre puntuale e molto rapida. Con le sue tante linee che s’intrecciano, la metropolitana collega diversi quartieri e punti turistici in cui fare tappa evitando il traffico. Lo sapevate che la mappa della metro viene distribuita gratuitamente in ogni stazione?

Cosa mangiare a Londra

Così come in strada troverete ogni tipo di nazionalità, lo stesso vale anche nella cucina, dove troverete le spezie provenienti dall’India, i piatti fritti della Cina e le più ammirate ricette di Francia ed Italia. Non mancano le prelibatezze giapponesi, messicane o nigeriane, ma la vera cucina londinese ha origini antiche e prevede una varietà di formaggi, pesce (d’acqua dolce e salata), carni in umido o arrosto, selvaggina (come ad esempio quella di cervo) e pane.

English Breakfast
A Londra il pasto considerato più importante è quello della colazione, breakfast, tenetevi pronti perché quando vi arriverà la colazione troverete toast, salsicce, funghi, uova, pancetta e fagioli in salsa di pomodoro accompagnati da un lunghissimo caffè. Se questo tipo di colazione non fa proprio al caso vostro potrete sempre ordinare del “Porridge”, una cremosa zuppa di cereali accompagnata con frutta fresca, secca, miele e sciroppo d’acero. Una volta che sarete belli carichi d’energia non vi resterà che mettervi in cammino e lasciatevi avvolgere dall’atmosfera di questa città arrivando fino al Tamigi per ammirare i ponti più belli che lo attraversano, il Westminster Bridge ed il Tower Bridge.

Fish and Chips
Il piatto di pesce fritto in pastella, generalmente merluzzo, e patate accompagnato con una purea di piselli e salsine varie è il piatto più tipico che potete trovare a Londra.
Lo street food per eccellenza.  Dorato, croccante, tenero, è un piatto che ho adorato.
img_5535.jpg

Sunday Roast
Se cercate invece un piatto decisamente più abbondante allora dovete provare il “Sunday Roast”, l’arrosto della domenica, servito a pranzo in moltissimi locali. Si tratta di un piatto a base di carne (di maiale, pecora o manzo) accompagnato con lo “Yorkshire Pudding”, una pastella di uova e latte cotta al forno, verdure lesse, patate arrostite e la tipica salsa “Gravy”.

Le Pies
tortini di pasta ripoeni di carne e verdure serviti con il puré di patate. Il mio preferito è stato quello con pollo pancetta e panna acida, il chicken pie, divino.

Sausages and mas
Letteralmente salsicce e puré di patate (mashed potatoes) che vengono serviti insieme e ricoperti da una salsina deliziosa.

Burgers and fries
I panini con hamburger serviti con patate fritte o, in alternativa, Onion Rings (anelli di cipolla fritti in pastella) e ovviamente accompagnato da una pinta di birra. Quella che io ho bevuto si chiama “London Pride”, e per fortuna mi è piaciuta molto. Per gli inglesi l’unica birra che possa chiamarsi tale è quella non filtrata che continua la fermentazione all’interno dei vari fusti, Real Ale la chiamano, ovvero la birra vera.

Jacket Potato
Ovvero “la patata con la giacca”, cotta con tutta la buccia, e poi farcita con burro e altri ingredienti tipo formaggio cheddar e prosciutto.

Muffin, cupcakes, brownies
Molti dei dolci tipici inglesi che conosciamo sono stati importati dagli Stati Uniti, ma ormai fanno parte della tradizione british. Le pasticcerie sono piene di dolcetti accattivanti e buonissimi. Io ho adorato i blueberry muffin assaggiati durante il mio viaggio il sapore leggermente agre dei mirtilli si sposa benissimo con l’impasto dolce e soffice dei muffin.

Il tè delle 5
Tra un’attrazione ed un’altra, come ad esempio l’imperdibile ruota panoramica più alta del mondo, ls London Eye, o uno dei tantissimi musei che la città offre, non dimenticate l’appuntamento più importante del pomeriggio: l’afternoon tea! La pausa per il tè qui è praticamente sacra ed irrinunciabile, alle 17 potrete sedervi in una delle tante sale da tè (generalmente le troverete all’interno degli hotel) e godervi un servizio davvero impeccabile.
Non perdetevi l’assaggio di una fetta di carrot cake, della torta al rabarbaro o  di una fetta di Victoria sandwich, la famosa torta inglese composta da due dischi di sponge cake sovrapposti farciti con panna o crema al formaggio e  lamponi. Vi saranno serviti assieme ad un’ottima tazza fumante della bevanda più consumata dagli inglesi, il te.

Se vi capita di andare a Londra sotto Natale non mancate inoltre di assaggiare il Christmas Pudding, un dolce natalizio tipico inglese preparato con miele, frutta candita, mandorle, rum e spezie.

Dove mangiare a Londra

La scelta di ristorazione a Londra è davvero varia, ristoranti stellati, fast food, pub e locali etnici si mescolano in ogni area della città. Io vi suggerisco alcuni tra quelli provati da me e che mi hanno lasciato un ottimo ricordo.

Tramshed, a Shoreditch  E’ il ristorante del famoso cuoco Mark Hix, un tempo vecchio capannone adibito a deposito di tram, oggi locale di tendenza. Lì ho assaggiato il miglior pollo arrosto di sempre. Ma in generale è ottima tutta la carne. Il locale è davvero particolare, se però non vi fa impressione pranzare con la vista di una mucca intera in una vasca di formaldeide.

Jamie Oliver’s Diner a Piccadilly circus, il pub del famoso chef. Ero troppo curiosa per non farci un salto e  devo dire che ho apprezzato sia l’ambientazione a tema dinosauro  che i panini 🙂

Dietro al Tower Bridge potrete trovare il The Bridge House, un localino frequentato dagli stessi inglesi e con un personale molto sorridente e disponibile, dove potrete fermarvi per il pranzo, il lunch. Fish and chips ottimo.

Fate una capatina in uno dei Pie and Mash Shops, preferibilmente in quello più antico ed anche fuori mano (quindi molto meno turistico) ovvero il M. Manze, è un’istituzione il “Pie and Mash”, il pasticcio di carne e purè di patate servito con una salsa a base di prezzemolo. Troverete questa imperdibile meta anche in diverse guide, quindi fateci realmente un pensiero.

Borough Market è uno dei più conosciuti mercati alimentari londinese, il posto ideale per uno spuntino veloci seguito da un dolcetto.

Se vi piace la cuina cinese, a Soho nel cuore di Chinatown  vi consiglio il Beijing Dumpling un locale specializzato in ravioli cinesi e dove servono un’ottima anatra glassata.
A poca distanza dall’Hyde Park, uno dei favolosi parchi reali di questa città, ho scovato il Capital Hotel, con la sua elegante sala da tè che ha dei richiami in perfetto stile misyano 😉
Ancora incerti sulla prenotazione di un viaggio in questa favolosa capitale?