Cioccolato rosa, tutto quello che c’è da sapere se te ne sei già innamorato

A portarlo agli onori della cronaca negli ultimi tempi ci ha pensato il Bacio Perugina rosa, il più romantico di tutti. Il cioccolato rosa è la moda del momento tra gli appassionati di questo piccolo, dolce peccato di gola. Cos’è? Come nasce? Cosa c’è da sapere? Proviamo a scoprirlo insieme.

Dalla Perugina al Kit Kat

Non si può resistere al peccato di gola più trendy del momento: il cioccolato rosa. Una dolce e romantica copertura per il Bacio Perugina 2018, una simpatica variante per lo snack che ti permette di ritagliare un break in una giornata di corse e fatica: il Kit Kat della Nestlé. Anzi, in principio fu proprio il Kit Kat a debuttare sul mercato italiano in questa particolarissima veste. Ad aprile 2018, infatti, ha fatto la sua comparsa nei negozi e nei supermercato questa variante del prodotto Nestlé, già sperimentata in Giappone e Corea debuttando su questi mercati nel giorno di San Valentino in una veste particolare, quella in edizione limitata con un solo ‘finger’. Dopo lo sbarco sul mercato europeo, e una risposta molto positiva, la Nestlé si appresta a debuttare sul mercato a stelle e strisce con il suo Kit Kat rosa.

Un debutto in grande stile

Il cioccolato rosa, in realtà, è frutto di anni di studio ma solo nel 2017, un anno fa, ha visto la sua presentazione ufficiale a Shangai. Di cosa si tratta? Di una creazione, di origine naturale, realizzata grazie all’impegno dei ricercatori della Barry Callebaut, storica azienda svizzera del cacao, in collaborazione con la Jacobs University. E’ il frutto di anni di studi, dell’impegno di maestri cioccolatieri provenienti da due delle patrie di questa raffinata arte: la Francia e il Belgio. Uno studio che si è tradotto, poi, nella possibilità per l’industria dolciaria di presentare prodotti tradizionali in una veste nuova, vedi proprio i casi italiani. Dalla Nestlé alla Perugina nessuno se l’è fatto ripetere due volte e il cioccolato rosa, con il suo aroma fruttato e il suo gusto dolce e vellutato, è diventato un perfetto ingrediente per rinnovare alcuni tra i prodotti più amati dal pubblico internazionale.

Perché il colore rosa

Ma come fa il cioccolato ad assumere il romantico colore rosa in modo del tutto naturale? il cioccolato rosa, noto anche come cioccolato rosa ruby, deriva proprio da fave di cioccolato particolari, quelle del cacao Ruby Cocoa Bean, che attraverso una lavorazione particolare riescono a valorizzare aroma e colore di queste fave.

Com’è fatto il cioccolato rosa

Il colore particolare di questo cioccolato è legato proprio alla lavorazione delle fave di cioccolato Ruby. Oggi, in Italia, è possibile assaggiarlo anche al naturale, al momento solo a Milano, grazie all’impegno e la lavoro dei professionisti della boutique-chocolat Zaini di Milano (tra Brera e Corso Como). Tante le forme in cui si presenta questo speciale cioccolato: cioccolatini, tavolette, blocchetti da 100 grammi, gocce piccoline. Il gusto è un’esperienza unica, un’esplosione di sapore di bosco che richiama i frutti piccoli, more, lamponi, mirtilli, appena raccolti. La sua origine affonda in fave di cacao dall’intenso colore rubino, da qui il suo nome, Ruby, che rendono unico il suo aspetto e il suo sapore. E’ il nuovo must have dei Millennials che non possono fare a meno di fotografarlo e postarlo su Instagram, tanto da meritarsi uno spazio speciale tra i prodotti alimentari del momento. In fondo si parla sempre di cioccolato, è ovvio dargli la priorità tra i trend topic.

Un prodotto versatile che rende tutto speciale

Il cioccolato Ruby può essere assaggiato assoluto o declinato in mille ricette. Non ci sono solo i Kit Kat e i Baci Perugina ma anche tanti dolci fai da te che possono vedere protagonista questo ingrediente così speciale. Dai muffin alle torte, il cioccolato Ruby rende tutto più speciale con una romantica sfumatura rosa perfetta per un tocco di classe e raffinatezza. Un’idea per un dolce speciale, da condividere magari con la persona amata o perfetta per la torta di compleanno della principessa di casa.

Ruby, la quarta generazione del cioccolato

Colore cioccolato speciale, romantico e intenso. Ma non solo. Con Ruby nasce, infatti, ufficialmente la quarta generazione del cioccolato. Un momento storico nelle pagine della gastronomia e della golosità. Entra in commercio esattamente 80 anni dopo il lancio del cioccolato bianco, terza tipologia dopo quello al latte e il fondente. Ruby è leggermente più calorico del cioccolato bianco e un sapore fruttato davvero unico. Per una volta, bando alla dieta. Un peccato di gola è concesso per assaggiare questo nuovo componente della famiglia del cioccolato. I consumatori sono davvero impazziti per questo prodotto, tanto che diversi studi hanno dimostrato che sarebbero disposti anche a pagare un po’ di più – un bel po’ di più – per assaggiare questa specialità E’ per questa ragione che le aziende stanno facendo a gare per immettere sul mercato prodotti realizzati proprio con questo specialissimo ingrediente.