Igiene in cucina: le regole d’oro

Quando siamo in cucina cerchiamo sempre di essere attenti e di fare in modo che tutto sia ordinato e pulito.

Ma davvero siamo così impeccabili?

 

Nella maggior parte dei casi i disturbi alimentari sono collegati ad un scorretta igiene e quindi al proliferare di batteri e parassiti vari. Così come una sana alimentazione passa attraverso la scelta del cibo, ricordiamoci sempre che il modo in cui questi vengono conservati e cucinati è altrettanto fondamentale.

 

Ecco quindi cosa fare per una perfetta igiene in cucina:

 

Lavarsi le mani

Ciò che a molti può sembrare scontato per molti altri non lo è. Le mani sono il ponte di collegamento con il quale mandiamo i batteri direttamente sui cibi, ecco perché è fondamentale lavarle sempre con cura. Il modo più efficace per ridurre al minimo i germi è quello di utilizzare acqua calda e sapone, strofinare quanto più possibile le mani e, una volta risciacquate, utilizzare delle asciugamani pulite per asciugarle.

 

Scongelare gli alimenti

La fase di scongelamento è una delle fasi più delicate in cucina. Gli eccessivi sbalzi di temperatura, oltre ad alterare il sapore dei cibi, causano la moltiplicazione rapida ed incontrollata dei batteri e proprio per questo è opportuno scongelare i cibi attraverso il  frigorifero. Evitate quindi di farlo a temperatura ambiente (soprattutto se si tratta di carne o pesce) perché seppur sia più rapido non è affatto sicuro.

cibi congelati

 

Mai lavare la carne

In quanti hanno lavato la carne con acqua fredda corrente prima di metterla in padella? Sicuramente non lo sapete ma sulla superficie della carne c’è un batterio che si diffonde proprio con l’acqua. Meglio quindi se cuociamo direttamente la carne in una padella bella calda, l’alta temperatura risolverà il problema. Ah, sapete qual è l’animale con maggiore presenza di questo batterio? Il pollo. Suppongo che sia proprio quello che avete sempre lavato maggiormente.

 

Dividere gli alimenti

Vi siete mai chiesti perché il frigorifero porti uno scompartimento per la frutta ed uno per la verdura? Dividere gli alimenti per genere è molto semplice ma allo stesso tempo molto importante. Generalmente formaggi, salumi e cibi vari vanno posizionati ben distanti da frutta e verdura per evitare che i batteri passino da un cibo all’altro. E’ fondamentale inoltre dividere gli alimenti crudi da quelli cotti: utilizzate buste e contenitori alimentari ben chiusi.

 

Pulizia del frigorifero

Già che ci troviamo in tema frigorifero ci teniamo a dire che anche la pulizia di questo elettrodomestico è fondamentale. Ripiani, cassetti, guarnizioni e pareti nascondono un’infinità di microbi che possono essere debellati inserendo all’interno, innanzitutto, solo alimenti ben puliti e contemporaneamente avendo cura di pulire spesso l’elettrodomestico. Vi consigliamo di leggere l’utilissimo articolo su come pulire il frigorifero per scoprire utilissimi trucchi sull’argomento.

 

 

Pulire al meglio stoviglie ed attrezzi vari

Stoviglie, taglieri, frullatori e tutto ciò che viene usato in cucina, va sempre ripulito al meglio dopo ogni utilizzo. Molto spesso alcuni residui di cibo si attaccano e non vengono via con facilità. E’ sempre necessario quindi prestare attenzione durante la fase di pulizia, utilizzare acqua bollente e ripulire al meglio anche la spugnetta utilizzata. In questo modo eviterete che si creino ulteriori muffe e microrganismi, mica poco!

 

Cura della lavastoviglie

La lavastoviglie lava per noi ma in quanti si occupano di ripulirla? Se credete che l’acqua dei vari lavaggi basti a mantenerla scintillante vi sbagliate di grosso perché muffe e batteri si diffondono velocemente con l’alta temperatura e con i vari residui di cibo. Se volete garantire la perfetta igiene nella vostra lavastoviglie allora sottoponetela periodicamente a lavaggi che abbiano una temperatura al di sopra dei 50 °C. Senza nulla al suo interno s’intende!