Arizona, storia del te più famoso al mondo e perché dobbiamo assaggiarlo

Gli AriZona tea sono tra i più amati e bevuti al mondo. Noti per le lattine giganti e colorate, hanno da subito conquistato gli Stati Uniti, dove sono nati nel 1992, per poi farsi amare dai consumatori di tutto il mondo. In Italia sono commercializzati dal Gruppo Biscaldi che, in vista dell’estate, ogni anno presenta la nova gamma di gusti.

Le novità 2018

Per il 2018, i nuovi gusti sul mercato italiano sono tre: Arizona Green Tea Peach (un mix di tè verde e vero succo di pesca, ginseng e miele d’arancia, per un gusto tutto naturale), Arizona Green Tea Plum (miscela equilibrata e gustosa di tè verde, ginseng, vero succo di prugna e un pizzico di miele) e Arizona Green Tea Citrus Low Sugar (fresco e dissetante, con succo di limone e lime, si caratterizza per un ridotto apporto calorico, solo 20 calorie a bottiglia). Per chi non avesse approfittato dell’estate per scoprire le novità il consiglio è quello di farlo quanto prima. Una fresca bevanda dissetante è un piacere anche in inverno quando sa coniugare gusto e particolarità. Con i tre nuovi ingressi del 2018 la gamma di tè statunitensi arriva a contare ben dieci varianti. Tra queste: té verde, ginseng e miele, nella variante ginseng e pesca, anguria, metà té freddo e metà mango, tè verde e miele.

Tè AriZona perché piacciono tanto

Questi tè sono un mix perfetto di gusto, freschezza e naturalità. Buoni e salutari, non contengono aromatizzanti, coloranti o conservanti artificiali. Tra le proprietà e gli elementi contenuti, invece, troviamo: antiossidanti e preziosi ingredienti naturali quali il ginseng e il miele. E poi ci sono le specialissi bottiglie, firmate da Jean Pettine, che ha caratterizzato il brand con il particolare design delle bottiglie, oggi facilmente riconoscibili ovunque.

Come e dove nasce il tè più bevuto al mondo

Un AriZona tea si riconosce subito, grazie alla sua speciale bottiglia da mezzo litro, caratterizzate da un package unico e eyecatching. Perfetti per avviare un’ampia collezione. La sua storia inizia a Brooklyn (New York City), nel 1992, grazie all’idea di due amici: John Ferolito e Don Vultaggio. È la storia di un’amicizia e di una collaborazione professionale iniziata nei primi anni Settanta, fatta di successi e condivisione di momenti importanti ma purtroppo finita male, con l’intervento di avvocati chiamati a scrivere la parola fine su un rapporto di lungo corso.

Dalla birra all’AriZona

La collaborazione tra John Ferolito e Don Vultaggio inizia ruotando intorno al mondo della birra. Il successo arriva solo nel 1990 con la produzione della Snapple e due anni dopo viene sancito da una bevanda destinata a scrivere una pagina di storia di questo mercato: l’AriZona tea. A conquistare i consumatori non sono solo i gusti particolari e le numerose varianti presenti sul mercato ma, come visto, anche il packaging particolare, da collezione. Dimensioni grandi, colore, forme capaci di conquistare. I dati di vendita del 2015 dicono che il brand AriZona si posiziona al posto numero 1 in classifica nella produzione e vendita di té freddi negli Stati Uniti. Un successo che regge anche nel 2018 e che sembra replicarsi anno dopo anno in diversi Paesi del mondo grazie alla sua capacità di analizzare i gusti dei diversi consumatori e adattarsi al meglio. In ogni Paese, infatti, è possibile trovare gusti e confezioni (in colori ma anche in misure) diversi, in linea con le preferenze dei consumatori locali.

Il segreto del successo

Il tè, freddo o meno, è tra le bevande più consumate al mondo. A fare di AriZona un leader di mercato è proprio la sua capacità di proporsi nella sua veste del tutto naturale, priva di coloranti, aromatizzanti artificiali e conservanti.

Arizona green tea & co.

L’Arizona Iced Tea, in tutte le sue varianti, può essere acquistato nei numerosi punti vendita che stanno fiorendo nelle grandi città dedicati esclusivamente ai prodotti alimentari made in Usa o nei corner dedicati dei supermercati più grandi o anche on line. Prezzo? Una lattina, on line, può essere acquistata a circa 2,30 euro e ricevuta comodamente a casa. Tra i grandi classici di questo speciale tè freddo statunitense ci sono l’Arizona tè verde freddo e ginseng e miele: un classico, saporito e dissetante. Il tè verde è tra i preferiti degli americani. Da provare anche quella all’anguria che vi darà la sensazione di gustare una fresca fetta di cocomero, tutta da bere! Il vero classico? Tutto è nato con un tè al limone, il più classico dei classici. È il primo prodotto messo sul mercato dal marchio AriZona Beverage ed è quello che continua a conquistare il maggior numero di affezionati. Due gli ingredienti che hanno decretato il successo di questa bevanda: saporiti e gustosi limoni gialli di sole e tè nero. Niente di meglio per gustare a pieno un sorso della bevanda più amata dagli Stati Uniti.