I cibi che non possono essere serviti alla Royal family: ecco il perché

È sempre il momento per parlare della Royal Family inglese, che inevitabilmente è sotto gli occhi dei curiosi per le vicende che riguardano la mitica Queen Elizabeth II, suo figlio Carlo, i nipoti William e Harry con le rispettive consorti e così via. Oggi non ci soffermiamo (solo) sugli ultimi gossip, ma sul rigido protocollo alimentare che la famiglia reale inglese deve seguire, soprattutto quando sono all’esterno di Buckingham Palace e delle altre residenze ufficiali.

Il nuovo record della Queen Elizabeth

Oltre venticinquemila giorni consecutivi sul trono: lo scorso 18 luglio, la regina Elisabetta II ha infranto un nuovo record britannico e mondiale, diventando il sovrano vivente ad aver regnato più a lungo. Dal giorno della sua incoronazione al 18 luglio sono trascorsi esattamente 25mila giorni, ovvero 68 anni, 5 mesi e 12 giorni, ponendo quindi ulteriore distanza rispetto al precedente primato nazionale nel Regno Unito, appartenuto alla trisavola regina Vittoria (63 anni al potere, dal 1837 al 1901, pari a poco più di 23mila giorni).

A 94 anni, Lillibet (com’era chiamata da piccola) ha davanti tre soli avversari nella classifica dei regnanti più longevi della storia in assoluto: il principe sovrano Giovanni II del Liechtenstein (70 anni e 101 giorni sul trono), il re tailandese Bhumibol Adulyadej o Rama IX con 70 anni e 126 giorni e l’inarrivabile Re Sole Luigi XIV, che regnò sulla Francia per 72 anni e 110 giorni.

Le scelte gastronomiche fuori Buckingham Palace

Come dicevamo, non è però sul gossip o su queste questioni “reali” che vogliamo concentrare la nostra attenzione, quanto piuttosto su un’altra notizia molto curiosa diffusa negli ultimi tempi, che riguarda alcune limitazioni gastronomiche imposte dalla Regina Elisabetta ai suoi familiari quando si trovano in uscite pubbliche all’esterno delle sedi ufficiali.

Detto in altri termini, esiste un rigido protocollo che elenca gli alimenti vietati fuori alle residenze reali, perché sconvenienti o pericolosi, come vedremo.

I cibi che la famiglia reale inglese non può mangiare

Il primo motivo che ha spinto all’adozione di questo codice di comportamento a tavola è la necessità di evitare intossicazioni o addirittura avvelenamenti di componenti della famiglia reale inglese: pertanto, tutti i componenti della Royal Family – da Carlo a Camilla, da Harry e Meghan Markle a William e Kate e così via – non possono ad esempio mangiare frutti di mare, considerati in assoluto l’alimento più pericoloso in situazioni di scarso controllo come le occasioni pubbliche al di fuori di Buckingham Palace e delle altre residenze reali.

Per lo stesso motivo – evitare intossicazioni che provocherebbero imbarazzo e anche problemi di gestione del fitto calendario di impegni dei Reali – non è consentito bere acqua di rubinetto, soprattutto nel corso di visite in Paesi esteri, né mangiare carne cruda o al sangue o pesce crudo: niente tartare o sushi per Elisabetta e i suoi parenti!

Alimenti sconsigliati per la Royal Family

Se questi sono i cibi assolutamente vietati, ci sono poi altri alimenti su cui vige una sorta di divieto un po’ più soft: il primo è il foie gras e, a quanto si mormora, è stato il Principe Carlo in persona a bandire questa pietanza, dopo aver scoperto i crudeli metodi di alimentazione delle oche.

Ai Reali britannici non si dovrebbe neppure servire piatti esotici particolarmente speziati e spesso piccanti, che provocano inevitabilmente un aumento della sete: non è considerato cortese chiedere continuamente ulteriore acqua o bevande, né è elegante bere troppo.

Pollice verso anche per gli spaghetti e altri formati di pasta lunga: in questo caso, il “problema” è rappresentato dalla difficoltà di gustarli in pieno rispetto dell’etichetta reale e senza far rumore.

Inoltre, la Regina ama rispettare la stagionalità dei prodotti freschi e pertanto non gradisce mangiare frutta fuori stagione: come raccontato in un libro dall’ex chef di corte Darren McGrady, “in estate possiamo servire alla Regina fragole anche tutti i giorni, ma provate a servirgliele a gennaio e Sua Maestà ci rimprovererà, dicendoci che non mangia fragole geneticamente modificate”.

I cibi preferiti (e quelli odiati) di Queen Elizabeth

Il volume – e altre voci di stampa – ci offrono anche altre indiscrezioni sulle preferenze gastronomiche della Regina Elisabetta II: a quanto pare, Lillibet odierebbe le patate (che a Palazzo sono servite solo nelle occasioni in cui la Regina è assente), l’aglio e la cipolla (sapore e odore troppo intensi). La sovrana sarebbe anche una seguace convinta della dieta no-starch, che prevede l’eliminazione completa di pasta, riso e patate (che consuma solo in occasioni ufficiali come le cene di Stato, per omaggiare i suoi ospiti).

Elisabetta è invece golosa di frutta e, oltre alle fragole, ha anche una tecnica speciale per mangiare le banane: nessuno può sbucciare il frutto per lei, che taglia la banana in senso verticale per tutta la lunghezza e poi in piccole fette, che mangia con la forchetta. Un vero esempio di classe!

Il dolce preferito della Queen è invece una chocolate biscuit cake, una speciale torta al cioccolato di cui è particolarmente golosa, tanto da fare spesso anche il bis.

I piatti preferiti della Royal Family britannica

Se queste sono le preferenze della Regina, andiamo a scoprire rapidamente cosa amano mangiare gli altri membri della famiglia reale del Regno Unito.

Stando alle “voci”, Carlo amerebbe i frutti di mare, formaggi e uova, ma ultimamente sembra essere conquistato dalla tendenza healthy della nuova, Kate Middleton: la duchessa di Cambridge infatti ama gli ingredienti naturali, i superfood e i piatti vegetariani, e ha travolto con questa passione tutti i parenti.

A pagarne dazio è stato suo marito, il principe William, che ha dovuto dire addio (almeno in apparenza) al suo piatto preferito: hamburger di agnello con uova fritte, bacon, formaggio, salsa alla menta e paprika. I figli più grandi della coppia William e Kate, ovvero i principini George e Charlotte, amano la pastasciutta (hanno “addirittura” imparato a fare da soli un piatto di spaghetti al formaggio, preparato per la mamma!), e sono rispettivamente ghiotti di lenticchie e di olive.

Passando all’altra coppia reale, il principe Harry adora pizza, patate ripiene con mozzarella e flan di banana, ma ultimamente sta controllando maggiormente la linea e i menu, seguendo una dieta che esclude tra l’altro i latticini, per mantenere la forma. Chi ha maggiori difficoltà con il protocollo alimentare dei reali sembra essere proprio la moglie Meghan Markle, che ha spesso dichiarato di amare piatti come gli spaghetti ai frutti di mare o il pollo adobo, ricetta filippina che prevede l’uso di vari spicchi d’aglio!

Chissà allora che le incomprensioni tra la Regina e la moglie del nipote (spesso raccontate o romanzate dalla stampa rosa) non abbiano origine proprio da problemi in tavola!