Edamame: quando i fagioli di soia rappresentano un superfood

Con il termine edamame viene indicata una particolare preparazione a base di fagioli di soia acerbi, i quali vengono cotti, lessati o al vapore, solo per pochi minuti in modo tale da non alterarne le proprietà  e consumati in purezza, solo lievemente salati o in alternativa impiegati per arricchire zuppe o insalate

Proprio i fagioli di soia rappresentano un piatto tipico delle regioni orientali che vanta radici lontane: già in epoca Edo, in Giappone venivano cotti e venduti come un classico cibo da strada insieme al rami. Il nome deriva infatti dalla combinazione delle parole “eda” che significa “rami”, e “mame” in italiano “chicchi”. Quali sono le caratteristiche dell’edamame? Quali i valori nutrizionali? Scopriamo dunque tutte le peculiarità di questo particolare superfood attualmente molto in voga.

Soia Edamame: di che si tratta

Gli edamame, o soia edamame, non sono altro che fagioli giapponesi di soia costituiti da un basso apporto calorico e da molteplici proprietà benefiche per l’organismo. Rappresentano un vero e proprio “superfood” dal gusto delicato, perfettamente in grado di conquistare e sedurre anche i palati più esigenti. Particolarmente diffusi e utilizzati nella cucina orientale, soprattutto giapponese e cinese, i baccelli dei fagioli di soia vengono solitamente raccolti quando risultano ancora piuttosto acerbi: vengono quindi cotti, in genere al vapore o in alternativa lessati, per poi essere consumati da soli, come semplici snack o durante gli aperitivi o utilizzati come ingredienti per arricchire insalate, zuppe e moltissime altre preparazioni, tutte prettamente salutari ma molto gustose.

Gli edamame, se comparati ai fagioli di soia maturi sono in grado di fornire circa l’86% di proteine vegetali in più: a contraddistinguerli, il caratteristico colore verde brillante e un sapore piuttosto dolciastro unitamente a una piacevole croccantezza che permane anche dopo la breve cottura prevista.

Edamame calorie e valori nutrizionali

Il fagioli di soia edemame sono particolarmente ricchi di proteine vegetali, fibre, vitamine, minerali e altri micronutrienti dalle molteplici proprietà benefiche: contengono in particolare isoflavoni, fitormoni utili nella prevenzione di patologie cardiache poiché contribuiscono a ridurre la pressione arteriosa. Sono inoltre in grado di ridurre il rischio di cancro al seno e alla prostata, di abbassare sensibilmente i livelli di LDL, e di arginare il colesterolo cattivo presente nel sangue.

Molte delle sostanze racchiuse nella soia edamame sono in grado di regolare efficacemente gli squilibri ormonali, risultando un valido aiuto per le donne durante la sindrome premestruale e in menopausa: la massiccia presenza di antiossidanti aiuta invece a rinforzare le difese immunitarie e a combattere i danni dati dai radicali liberi, riducendo il rischio di contrarre eventuali patologie degenerative a carico del sistema nervoso.

Calorie edamame: quante sono?

Cento grammi di fagioli di soia contengono circa 124 Kcal. Importanti tuttavia sono anche i valori nutrizionali. Lo stesso quantitativo di edamame è costituito da 5 grammi di carboidrati, 5 grammi di grassi, 11 grammi di proteine e 4 grammi di zuccheri. Una porzione corrisponde inoltre a 5 grammi di fibre, utili per ridurre il senso di fame e preservare efficacemente il benessere intestinale e legato al sistema cardiaco, ricoprendo per oltre il 60% la dose giornaliera consigliata di vitamina E (8 mg).

Del 5% di grassi che costituiscono la soia edamame, gran parte è rappresentata da grassi mono e polinsaturi, i cosiddetti “grassi buoni”. Ad essi si aggiunge poi la vitamina C e minerali importanti quali potassio, fosforo e magnesio, perfetti alleati non solo della pressione sanguigna, ma anche del sistema nervoso e di quello osteoarticolare.

Edamame ricette: ecco come gustare i fagioli di soia

L’edamame si presta a essere gustato in molteplici maniere: resta importante mantenere tempi di cottura sempre brevi e prolungati per un massimo di 4 o 5 minuti in modo tale da permettere al legume di mantenersi croccante.

Qualora l’edamame sia surgelato, può essere scottato rapidamente in acqua bollente mentre per quanto riguarda i bacelli di soia freschi, possono essere bolliti, o meglio ancora cotti al vapore e gustati solo con un pizzico di sale come da tradizione orientale.

Tuttavia i noti fagioli di soia rappresentano un ingrediente estremamente versatile, che si presta con facilità a moltissime preparazioni sia dolci che salate: dai primi ai secondi fino ovviamente al dessert, possono essere facilmente abbinati con la pasta, con carne e pesce o uniti ad altri ortaggi che ne contrastano la consistenza oltre ovviamente alla possibilità di sfruttarli nelle insalate o all’interno di gustose zuppe in sostituzione ai legumi tradizionali.

Edamame dove comprarli

fagioli di soia freschi sono facilmente reperibili presso i negozi specializzati in cucina etnica: tuttavia se surgelati, spesso sono presenti e particolarmente diffusi anche nei frigoriferi della grande distribuzione. E’ inoltre possibile reperire l’edamame anche in lattina, specie online, dove in questo caso i fagioli di soia sono di norma già lessati e pronti all’uso. Buoni, salutari e freschissimi, sono pronti ad accompagnare con successo anche le tavole italiane.