Bonci, Pizza Hero è il programma del momento: ecco tutto quello che abbiamo scoperto!

Pane ma soprattutto pizza. Sono questi i protagonisti del nuovo format televisivo dedicato al mondo della ristorazione, della cucina e della preparazione di alimenti. È “Pizza Hero – La sfida dei forni”, nove puntate dedicate alla scoperta dei forni italiani, in onda in prima serata dallo scorso 28 gennaio sul NOVE (tasto 9 del telecomando). Volto e anima del programma Gabriele Bonci, il re romano della pizza in teglia.

Pizza Hero – La sfida dei forni

La prima puntata, andata in onda il 28 gennaio, ha fatto registrare numeri da record: 1.138.000 spettatori e uno share del 4,3 per cento. Niente male come esordio. L commento del protagonista, Gabriele Bonci, non poteva che ricalcare fedelmente le sue origini romane: “Un grande successo, un record di ascolti ‘na cosa enorme, inaspettata, la gente è super contenta, ma proprio super super super, e soprattutto i professionisti, i colleghi, anche i più scettici, mi stanno a dà tanta soddisfazione! Grande, sono contento”. È lui a guidare gli spettatori alla scoperta dei forni italiani alle prese con le sfide moderne. Forni in difficoltà che si affidano all’angelo della pizza in teglia per tornare a brillare in un mercato sempre nuovo e più competitivo.

Gabriele Bonci, chi

Ma chi è Gabriele Bonci? Per chi segue il mondo del food è un nome e un volto più che noto. Gabriele Bonci pizza, un’associazione ovvia. A Roma è quasi un’istituzione. La pizza in teglia come la fa lui, nessuno. Il suo segreto? Il lievito madre. La sua energia? La passione. Ha più volte dichiarato, infatti, in diverse interviste, che lui senza immergere le mani nell’impasto almeno una volta al giorno proprio non sa starci. Classe 1977, studi alberghieri alle spalle e una gavetta in un rinomato ristorante romano. Lancia la sfida al mondo delle pizza la taglio nel 2003, quando apre il suo primo punto vendita: Pizzarium. È da qui, a pochi passi dal Vaticano, che si preparara a sperimentare e offrire ai romani la sua interpretazione della pizza. È subito un successo, anche grazie alla partecipazione nella squadra di chef di Antonella Clerici nel 2009. A lui, a La Prova del Cuoco, spetta una rubrica fissa che accresce la sua fama a livello nazionale. Diventa, così, una guida e un punto di riferimento per panettieri e pizzaioli, fino a vestire con “Pizza Hero – La sfida dei forni” le vesti di vero e proprio angelo custode della categoria. Oggi Bonci, con le sue produzioni, è noto in tutto il mondo e ha fatto della panificazione un’arte internazionale, con sedi a Miami e Chicago.

Cosa accade a Pizza Hero

Cosa prevede questo nuovo format di successo, targato Drymedia? Ogni puntata vede Gabriel Bonci alla scoperta delle migliori produzioni di una città italiana. Si parte in tre, tanti i forni chiamati a disputarsi le attenzioni dell’eroe romano, si resta in due a contendersi al vittoria finale. Una sfida serrata a colpi di qualità e morbidezza, oltre che di creatività. In palio c’è il restyling completo del negozio. C’è da immaginare che i protagonisti della sfida saranno fortemente motivati.

Un mestiere, non come tanti

Con Pizza Hero, però, l’obiettivo non è solo quello di far divertire e coinvolgere il pubblico a casa. C’è la voglia di accendere un faro su una professionalità e un mestiere fatto di creatività certo, ma anche di sacrificio, costanza e orari particolari. Pizza Hero va ben oltre la pizza, infatti, è il racconto della nascita di un prodotto che quotidianamente portiamo in casa, il pane, e di cui spesso sappiamo davvero molto poco. Non per nulla la sfida finale si gioca dopo il tramonto, durante la nottata, quando i fornai si mettono all’opera mentre la gente dorme. Oltre il restyling del locale, in realtà, i concorrenti vincono anche qualcosa di altrettanto prezioso: i consigli di Bonci. Durante le lavorazioni, infatti, e durante le sfide il re della pizza in teglia affiancherà i fornai italiani con preziosi consigli su come gestire e sfruttare al meglio le sfide della modernità. Anche i mestieri più tradizionali, infatti, devono imparare a rinnovarsi e reinventarsi per essere al passo con i tempi e con i gusti che cambiano. Senza, però, mai perdere di vista i pilastri di questo mestiere: la qualità e la soddisfazione del cliente, che passa per la scelta di materie prime di altissimo livello.

La sfida delle materie prime

Le materie prime sono proprio il segreto del successo di Bonci, un antesignano per certi versi. Lui, infatti, ha scelto da subito di perseguire questa strada, insieme a investimenti continui sulla tecnica per gli impasti a lunga lievitazione e per i topping. Per la prima puntata ha debuttato nella sua Roma, per poi spostarsi a Milano. Una sfida a tutto profumo e morbidezza che ha messo in scena una sfilata di ciabatte, pane casareccio e pizza in teglia. Peccato davvero non poterne sentire il profumo dallo schermo!