Le migliori trattorie napoletane: dove mangiare tradizionale

La cucina a Napoli ha sempre avuto un ruolo molto importante.

E’ proprio per questo motivo che qui ci sono tantissime trattorie, più o meno storiche, sempre molto frequentate. Il cibo unisce le persone ed i napoletani lo sanno, ecco perché diverse famiglie hanno deciso di proporre la loro cucina di casa aprendo un locale e servendo i piatti più tradizionali a prezzi contenuti.

Ma quali sono le trattorie più rinomate della città?

Osteria Della Mattonella

Il nome un po’ bizzarro di questa trattoria non è affatto a caso. Le sue parteti, all’interno, sono infatti ricoperte di antichissime maioliche risalenti addirittura al ‘600. Aperta in origine da Nonna Rosa e da suo marito Peppino, dagli anni ’70 la Trattoria Della Mattonella è portata avanti con grandissima passione da Antonietta Imperatrice e da suo figlio Massimo. Tra ragù, minestre e fritture, qui è rinomata soprattutto la genovese, il tradizionale piatto a base di cipolle e reso praticamente identificativo del posto.

Osteria Della Mattonella si trova in Via Giovanni Nicotera, 13.

 

Trattoria Da Nennella

Se siete amanti del folclore e sapete stare allo scherzo, allora la Trattoria Da Nennella fa per voi. Tra canti e barzellette qui non mancano anche gli sfottò del personale verso i clienti, un modo simpatico e giocoso d’ingannare l’attesa delle ordinazioni e di trascorrere un momento decisamente differente. E’ principalmente questa particolarità che rende Nennella (come sono soliti abbreviare i napoletani) meta di tantissimi turisti e vip di ogni genere, senza tralasciare però la favolosa pasta e patate o la mozzarella in carrozza. Se resterete soddisfatti non dimenticare di lasciare la mancia, un piccolo paniere legato ad una fune scenderà nel mezzo della sala per raccoglierla e sarete ringraziati ad alta voce da tutto lo staff al completo!

Trattoria Da Nennella si trova in Vico Lungo Teatro Nuovo, 103/104/105.

 

Le Zendraglie Tripperia e Trattoria

In uno dei quartieri più tipici della città, la Pignasecca, c’è le Zendraglie. Se il suo nome vi suona vagamente francese non state sbagliando, zendraglie infatti viene proprio da “les entrailles” (ovvero le interiora) ed è il termine che il popolo napoletano sentiva più spesso sotto le finestre di Palazzo Reale. I servi francesi erano infatti soliti urlare questo termine mentre gettavano gli scarti dei banchetti nobili in strada, dove il popolo affamato era solito aspettare. Le zendraglie è stato quindi scelto come nome della trattoria per indicare le quelle antiche ricette che ancora oggi propone, ovvero la trippa cacio e uova, stentiniello (involtino ripieno di interiora di agnello) e zuppa ‘e carnacotta. Non manca comunque il ragù, gli spaghetti al polpo, il cureniello all’insalata e le alici fritte.

Le Zendraglie Tripperia e Trattoria si trova in Via Pignasecca, 14.

 

Vini e Cucina

E’ esattamente nel 1913 che Salvatore Liguori, grazie ai parenti pescivendoli di sua moglie Elisa Pica, apre la trattoria Vini e Cucina. Pasta e fagioli, baccalà ed alici fritte erano gli unici piatti che venivano preparati, col passare degli anni però la scelta si è ampliata. Oggi in questa trattoria, di cui ne è oste Salvatore Alfieri, vengono serviti infatti gli spaghetti con i capperi, con le vongole, la genovese, il ragù, le polpette, le costolette di maiale, cotolette, fritture e provola alla brace, senza tralasciare i piatti che hanno fatto la storia di questo posto!

Vini e Cucina si trova in Via Piedigrotta, 56.

 

Tufò Trattoria Gourmet

Ben più recente è invece Tufò Trattoria Gourmet. Situata sulla collina di Posillipo e con affaccio sul Golfo, questa piccola trattoria prepara un misto di antipasti deliziosi, fatti di zeppoline di alghe, bruschette con pomodorini del piennolo e colatura di alici, zuppa di fagioli, gateau di patate, polipetti alla luciana e polpettine al ragù. Il piatto forte però è in assoluto la pasta e patate, portata in tavola all’interno di una forma di parmigiano e mantecata al momento con della saporita provola. Attenti che scotta eh!

Tufò Trattoria Gourmet si trova in Via Posillipo, 268.

 

Ristorante Il Gobbetto

A Napoli si dice che toccare la gobba di un uomo porta fortuna! Probabilmente era proprio alla fortuna che pensava Ciro quando aprì questo locale nel 1977 o quando espose al suo interno la statuetta lignea di un piccolo gobbetto. Fatto sta che la fortuna è arrivata ed il Ristorante il Gobbetto è diventato un punto di riferimento per tutti coloro che vogliono gustare un piatto della cucina tradizionale di questa città, di mare o do terra che sia, accompagnato da grande accoglienza.

Ristorante il Gobbetto si trova in Vico Sergente Maggiore, 8.

 

Cucina Tipica da Vittorio

Con i suoi pochi tavoli ed un clima estremamente familiare, Cucina Tipica da Vittorio è aperta dal 1965. Soffritto, pasta e fagioli, ragù, linguine con lupini, salsicce e friarielli, polpo, calamari fritti, il menù ogni giorno qui è sempre differente e viene scritto su una lavagnetta soltanto dopo che Vittorio torna dalla spesa mattutina. Si perché è in base a ciò che ha acquistato che poi si mette ai fornelli per deliziare i suoi tanti clienti! Non troppo distante dal centro di produzione Rai, da Vittorio potreste ritrovarvi seduti accanto al tavolo di un attore o di un giornalista… cosa che capita molto spesso!

Cucina Tipica da Vittorio si trova in Via Diocleziano, 67. 

 

Ristorante Pizzeria Ciarly

Da Ciarly oggi ci si reca soprattutto per mangiare un’ottima pizza, questo perché non tutti sanno che in realtà si tratta in primis una trattoria. Pasta e fagioli sono infatti il piatto forte della casa, con occhio di riguardo però anche ai bucatini alla Ciarly, preparati con pancetta, pomodoro fresco, provolone dolce e del profumatissimo basilico fresco. Seppur la pizza qui sia favolosa, non perdetevi l’opportunità di gustare i primi piatti!

Ristorante Pizzeria Ciarly si trova a Piazzale Vincenzo Tecchio, 35/36.