Cosa mangiare a Dublino

L’Irlanda viene spesso vista come la terra dei paesaggi unici, dei tanti deliziosi pub e dei cottage di paglia. In realtà tra i vari motivi che vi spingono a visitare questi luoghi potrete trovarne uno che spesso viene sottovalutato: la gastronomia. La cucina tipica irlandese è povera ma sostanziosa e Dublino non e’ famosa tanto per la sua tradizione culinaria quanto per gli ottimi prodotti che offre. Qui troverete buonissimi scampi, saporite cozze e prelibate ostriche della baia, oltre a pomodori, patate, carne (soprattutto quella ovina) ed ovviamente fiumi di birra e whisky 😉

Se stai partendo per  visitare la capitale irlandese non puoi fare a meno di assaggiare i piatti più famosi del posto, pertanto ti suggerisco i piatti da provare ed i locali migliori in cui mangiare a Dublino secondo la mia esperienza. Sono appena rientrata dal mio viaggio e voglio condividere con voi le mie impressioni su questa stupenda città.
Io sono partita da Napoli con un volo operato da AerLingus, in 3 ore e mezza di comodo volato eravamo in terra irlandese, ai super costosi hotel ho preferito un appartamento in Abbey Street Middle ad un tiro di schiocco dal famoso Ha’Penny Bridge.  Pochi minuti dopo aver posato le valigie in camera eravamo già in giro per la città e la prima cosa che abbiamo fatto, è stata andar a bere una birrà 😉

Dublino offre pub e cafè ad ogni angolo, quindi è molto semplice trovare un buon posto per assaporare le specialità del luogo. Più che nei ristoranti qui sono i pub i locali migliori per assaporare la cucina irlandese. Belli, accoglienti, caldi, colorati, affascinanti, con i tavoli in legno ed i banconi pieni di pinte, i pub a Dublino sono una vera a e propria istituzione, oltre ad essere proprio come uno se li immagina. Nei pub della capitale potrete non solo mangiare e bere tanta birra, ma fare festa, socializzare ed ascoltare musica dal vivo. Occhio agli orari perchè qui si mangia molto presto! In genere si inizia a cenare dalle 18 ed alle 21,30 le cucine sono già tutte chiuse, anche di sabato.

La più alta concentrazione  di pub si trova nel quartiere Temple bar ed è proprio dall’omonimo pub che vi consiglio di iniziare. Il primo tour dei pub irlandesi è continuato al Fitzgerald’s, una birreria stupenda dopo O’Connell Bridge. In questo posto abbiamo assaggiato la prima pinta di Guinness, la “Black Stuff” (come la chiamano gli irlandesi), ovviamente insieme ad un hamburger con patate fritte e salads. Altro pub davvero molto bello è The Merchant’s Arch di fronte all’ Ha’Penny Bridge, lì oltre a dell’ottima birra potete trovare musica dal vivo tutte le sere.
L’ Irish breakfast a base di uova, salsicce bacon e patate (molto simile alla colazione inglese) era imperdibile, per cui il giorno dopo abbiamo iniziato così la nostra giornata. Questo tipo di colazione viene servita divinamente da Gin Palace a Middle Abbey Street. Nello stesso posto è d’obbligo prendere anche un bicchiere di gin, magari non di prima mattina 😉


La giornata è proseguita con il giro del centro storico e dei monumenti della città. Ad ora di pranzo, attratti dalla musica dal vivo suonata all’interno, siamo entrati nell’ O’Neill’s Irish Pub proprio vicino alla statua di Molly Malone. Buonissimo qui il Fish&Chips, il filetto di pesce bianco impanato e fritto, accompagnato da patatine fritte. Non è da meno il salmone che viene preparato nei modi più svariati! Io l’ho assaggiato affumicato e servito su una fetta di pane scuro ricoperta di formaggio ed erba cipollina.

Tra i piatti imperdibili ecco cosa dovrete assolutamente provare:

Ovviamente nel cuore dell’Irlanda non mancano i diversi tipi di zuppe. Se potete provatele tutte, sono davvero ottime. Potrete scegliere tra quelle a base di patate, pomodori, oppure funghi, ma ce ne sono davvero tantissime.

Cozze in salsa di vino bianco e panna, sono la versione più elaborata della classica impepata di cozze con la quale ho scoperto un modo nuovo e diverso di mangiare questi comuni molluschi. La loro bontà vi stupirà, proprio come è capitato a me!


Soda Bread, il pane scuro preparato con bicarbonato di sodio al posto del lievito. E’ un pane tipico irlandese da provare assolutamente, spalmandogli un velo di burro sopra 😉

Boxty una sorta di pancake di patate.

L’Irish Stew è il piatto a base di carne più famoso d’Irlanda. Si tratta in pratica di uno stufato con carne d’agnello o montone, patate e cipolle. La particolarità sta nella morbidezza della carne dovuta alla lenta cottura alla quale viene sottoposta.

Lo Stufato alla Guinness, un altro piatto particolare da provare. La carne viene fatta stufare nella birra Guinness e servita su un letto di purè di patate e scalogno chiamato Champ.

Le Pies sono dei buonissimi pasticci di carne e salse (o vegetali), solitamente serviti dentro un “involucro di pane”.

Se siete golosi proprio come noi, nel pomeriggio concedetevi una tappa dolcino e caffè così da poter scoprire anche la parte “dolce” di Dublino.

La nostra deliziosa pausa è partita con l’adorabile Irish Coffee, il caffè caldo preparato corretto con whiskey ed uno spesso strato di panna.


Gli Scones sono dei deliziosi paninetti dolci, serviti con burro e marmellata di frutta.

Tra i vari dolci che potrete ordinare troverete anche cheesecake, crumble, shortbread e carrot cake. Vi consiglio di provarli al Queen of Tarts, un posticino davvero carino in pieno centro dove potrete fermarvi a prendere una fetta di torta e scegliere uno dei tanti gusti di tè che propongono.

Se come me capitate a Dublino nel periodo di Halloween, c’è da assaggiare il Barn Brack , un dolce ad impasto lievitato impreziosito di uvetta e canditi. Davvero molto saporito!

Ma passiamo alle birre, il vero punto forte di questa vivace città.

Birra Guinness, la famosissima birra nazionale. Forse più che per il cibo è proprio per questa birra che Dublino è famosa! Nella capitale irlandese si è soliti dire che più si è vicini al luogo di produzione e più la Guinness sarà buona, ecco perchè il terzo giorno siamo andati al Guinness Storehouse. La mitica fabbrica di questa birra ha un edificio che sale per 7 piani, assumendo la forma di una pinta di Guinness.

Proprio assieme alla Guinness non dovete farvi scappare le Oysters, le ostriche con limone, salsa a base di aceto di mele e cipolle e della salsa di Tabasco. Il tutto servito su di un letto di ghiaccio. Una delizia!

Un’altra birra che vi consiglio di provare è la Kilkenny, con una schiuma simile a quella della Guinness ma dal gusto decisamente più forte.

Ma non solo birra perchè, come accennato, l’Irlanda è il paese del whiskey. Per chi volesse a Dublino può visitare la James Old Distillery, dove è possibile anche fare delle degustazioni.

Non dimenticate che questa è’ la patria del bayleys! Troverete infatti in tutti i negozi di souvenir dei cioccolatini e fudge al bayleys ed alla birra da portare a casa. E se tornati in patria volete cimentarvi con le specialità appena assaggiate, vi lascio la sezione dedicata alle ricette irlandesi che ho provato a realizzare finora 😉