Gelati Amarcord

Il gelato è il gelato e non esiste persona che non abbia ricordi legati ad uno specifico gusto o ad una specifica marca. In realtà, se proprio vogliamo dirla tutta, gelati e ricordi camminano praticamente sotto braccio (metaforicamente parlando ovviamente). Tra gli anni ’80 e ’90 l’idea di gelato era un po’ diversa, per fortuna, da quella che abbiamo oggi ed erano maggiormente acquistati quelli confezionati, coloratissimi e molto più economici di quelli attuali (alcune aziende avevano gelati a partire da 100 lire, in pratica 5 centesimi di oggi). L’Algida, l’Eldorado, la Sammontana e la Motta erano le principali a sfidarsi con spot e cartelloni pubblicitari per raggiungere la vetta delle vendite.

A voi quale tra questi famosissimi gelati porta alla mente più ricordi?

  1. Pantera Rosa e Mr. Strabik: due aziende diverse per due gelati al gusto di panna e fragola. La combinazione dei due gusti piaceva moltissimo ai più piccini che sceglievano anche (o soprattutto) il primo per la simpatica Pantera ed il secondo per gli occhietti in chewing-gum da poter masticare una volta terminato il gelato (che tra l’altro era scomodissimo).
  2. Twister: dal cuore di ghiacciolo e la copertura in soffice gelato alla vaniglia e cioccolato. La sua particolarità era nell’intreccio sullo stecco, ecco perché aveva quel nome. Praticamente impossibile mangiarlo senza macchiarsi!
  3. Blob: molto apprezzato dai più grandicelli, il bob era un cono palla ricoperto di cioccolato e granella di nocciole. Croccantissimo, sicuramente in tanti lo sceglierebbero ancora oggi!
  4. Calippo: l’intramontabile ghiacciolo cilindrico. Aveva alcune varianti di gusto ma quella che ebbe maggior successo fu la versione alla coca cola. Fresco e frizzante, man mano che si scioglieva veniva raccolto sul fondo della confezione in carta per poter essere poi bevuto. Una genialata!
  5. Cucciolone: ancora in vendita è l’inimitabile gelato al cacao, vaniglia e zabaione racchiuso tra due biscotti al malto. La novità erano le vignette umoristiche disegnate su entrambi i lati del gelato che continuano a cambiare negli anni per non annoiare chi lo sceglie.
  6. La Pipa: una vera e propria pipa (in plastica) con la faccia di un pagliaccio. Per arrivare al ripieno di fiordilatte bisognava rimuovere il cappello ed affondare il cucchiaino. Di sicuro tutti quelli che lo hanno mangiato han provato almeno una volta ad… aspirarlo!
  7. Freddolone: il nome è già tutto un programma! Il classico ghiacciolo da poter scegliere tra il gusto menta, amarena, limone, arancia o coca cola per alleviare la calura estiva. Era tra i più economici.
  8. Music: la coppetta gelato con una stella al cioccolato disegnata proprio al centro. Un gusto semplice per un gelato dall’apparenza rock.
  9. Piedone: il gelato che non finiva mai. Un concentrato di fragola a forma di grosso piede (profumatissimo) che successivamente uscì con la variante dell’alluce ricoperto di cioccolato e striature varie.
  10. Bomboniera: gelato al fior di latte ricoperto di cioccolato fondente. Poteva essere consumato in compagnia perché diviso in comode palline golosissime che avevano l’effetto delle ciliegie: una tira l’altra!

Nostalgia? Considerate che non abbiamo elencato tutta una gran parte d’intramontabili che ancora oggi possiamo acquistare: il buonissimo e classico Cornetto, lo storico Cremino, il Croccante, il fresco Fior Di Fragola, il Liuk con il suo stecco al gusto di liquirizia, la Coppa Rica all’Amarena, il Lemonissimo ghiacciolo morbido al gusto cedro. E’ praticamente impossibile elencarli tutti, molto facile invece è sentirsi un pochino… avanti con l’età!