Per Halloween, un vero e proprio boom di zucche in Italia

Travestimenti, serate a tema e tantissimi gadget, anche quest’anno tornano tantissimi festeggiamenti per Halloween.

La nota festività celtica, resa famosa con il suo arrivo in America, è ormai diffusa in tutto il mondo e le città che la celebrano sono davvero tantissime. A New York, Los Angeles, New Orleans e Limoges, ad esempio, si organizzano i migliori festival. In Romania, invece, si festeggia nei luoghi di Dracula ed in Massachusettes lo si fa nei ritrovi storici di Salem, per chi volesse indossare i panni del loro fantasma può sempre puntare sulle oltre 2500 attrazioni a tema sparse in tutto il mondo per un guadagno di oltre 300 milioni di dollari.

A fare cassa però ci saranno anche i cinema con tante nuove uscite, sempre a tema ovviamente! Pensate che il primo della serie “Halloween”, girato nel lontano 1978 con 300 mila dollari, incassò ben 47 milioni di dollari (praticamente il corrispettivo di 99 milioni di oggi).

E in Italia?

A quanto pare quest’anno saranno ben 10 milioni gli italiani che festeggeranno Halloween, arrivando a spendere nel complesso circa 300 milioni di euro. Non temete, si tratta di circa 30 euro a testa!

Altro che treat or trick, dolcetto o scherzetto, al primo posto per maggior numero di richieste e prenotazioni c’è stato il boom delle zucche.

Tutto già pronto quindi per la vigilia di Ognissanti (in inglese All Hallows’ Eve Day, diventata poi in seguito Halloween), notte in cui un’infinità di zucche, svuotate ed intagliate, vengono esposte alle finestre con all’interno una candela accesa.

In Italia abbiamo sempre consumato zucca ma per questa tradizionale festa siamo arrivati a produrne un 58% in più, con un ritorno economico di ben 7 milioni di euro! Un numero decisamente molto alto se si pensa che in appena 2 anni i terreni destinati alla loro coltivazione, solo in Lombardia, sono passati da 530 a 836 ettari.

Oltre alle tantissime varietà spiccano inoltre quelle con delle particolari forme (a pera, a fungo, a tromboncino, ecc.) e quelle dalle enormi grandezze, quest’ultime esposte ogni anno durante una gara che si svolge in provincia di Brescia, a Sale Marasino. L’esemplare più grande finora presentato pesava 702 chili, mentre quello più grande al mondo è stato raccolto in Svizzera e pesava praticamente quanto una piccola automobile, 951 kg!

Il costo della zucca

Un’altra buona notizia per tutti gli amanti di quest’ortaggio è sicuramente quella del suo prezzo, invariato anche per quest’anno. Dal 2015, infatti, il costo di 1 kg di zucca è quello di circa 2 euro al kg che ovviamente può variare in base al tipo ed alla qualità.

Via libera quindi alle tantissime ricette da preparare con uno dei cibi più versatili della cucina.

Dai primi piatti più noti a quelli più sofisticati, i risotti, i contorni che legano alla perfezione con formaggi e piatti a base di carne, senza escludere le tantissime torte e i dolcetti monoporzione.

Non solo zucca però

Di recente Coldiretti ha spiegato che la zucca sta aprendo sempre più nuovi mercati, in Italia infatti oltre alla sua produzione è nata anche una nuova figura lavorativa: l’intagliatore di zucche. Ormai in diverse occasioni si vedono esposte zucche ornamentali, con ritagli bellissimi e molto particolari.

Ovviamente in occasione delle sfilate in costume e delle feste organizzate per Halloween, questo tipo di lavoro ha raggiunto un gran numero di richieste.

 

In fin dei conti… quanto dobbiamo alla tanto cara ed amata zucca?