Algida presenta la nuova limited edition: ed un premio pazzesco in palio

Forse la prossima non sarà la classica estate italiana, a causa dell’emergenza Coronavirus e delle incognite sulla possibilità di ritornare presto alla vecchia normalità, ma in uno scenario così grigio c’è comunque un punto saldo: il Cornetto Algida! Da oltre sessant’anni protagonista delle pause golose con il caldo, per la stagione 2020 è prevista anche un’altra importante novità, con una ricetta speciale di un pastry chef stellato.

Cornetto Algida Limited Edition 2020

Si chiama proprio Stellati la serie in edizione limitata di Cornetto, affidata a pasticceri impegnati in ristoranti che possono fregiarsi della stella Michelin: dopo Isabella Potì, protagonista del 2020 è Andrea Tortora, già firma dei dolci al St. Hubertus di San Cassiano in Val Badia di Norbert Niederkofler (che ha raggiunto le ambitissime e prestigiose tre stelle con la Guida Michelin 2018) e astro in ascesa della pasticceria italiana anche con il suo progetto personale.

Com’è il Cornetto di Andrea Tortora

Lo chef classe ’86 aggiorna completamente il mitico cuore di panna, sin dall’involucro esterno: i classici colori accesi vengono accantonati a favore di un look total black, minimal ed elegante, su cui spiccano per contrasto le scritte in dorato. Ricercatezza massima anche negli altri dettagli dell’incarto: sulla base del nero si stagliano la scritta Cornetto in rilievo – quasi tono su tono – e una texture grafica e visual che pone subito l’accento sui protagonisti della ricetta ideata dal pasticcere Andrea Tortora: ovvero una fusione tra lampone, che dà un tocco di rosso che cattura lo sguardo, insieme al bianco usato per simboleggiare la panna e al marrone del cacao.

Protagonista è il lampone

La “trasformazione” del Cornetto prosegue anche nella parte che interessa di più noi golosi: al posto della classica cialda troviamo un cono al cacao extra dark, che si sposa perfettamente con gli altri ingredienti. La tipica panna resta invece distintiva anche in questa nuova ricetta (definita dalla stampa tridimensionale ed equilibrata), contrappuntata dal tocco di lampone, in due diverse consistenze, che si rivela il vero protagonista al palato.

Sulla sommità del gelato si nota immediatamente la salsa di lampone che irrora il latticino, equilibrandone la tipica burrosità grazie alla sua freschezza, che riesce anche a sgrassare e ripulire il palato dopo ogni morso, diventando anche l’anima del cono. Sorprendenti sono poi i cristalli di zucchero aromatizzati al lampone, che donano a ogni assaggio un tocco “frizzante e leggermente acido”, come commenta lo chef.

Sul finale del cono, poi, c’è un’altra piccola e gradita sorpresa: l’ultimo morso resta quello più carico e iconico perché riservato alla classica punta ripiena di cioccolato, proposta in versione doppia per un effetto sempre “wow” (e sappiamo quanto sia fondamentale la punta del Cornetto, diventata nei mesi passati uno snack degno di vita propria!).

La carriera di Andrea Tortora

Con questa collaborazione, Andrea Tortora può ampliare ancor di più la sua fama e raggiungere anche un pubblico generalista, dove aver già conquistato esperti e critica: basti pensare che, a soli 30 anni di età, nel 2017 è stato eletto “Miglior Chef Pasticcere” dalla Guida di Identità Golose 2017 e da quella del Gambero Rosso.

Quarta generazione di un’intera famiglia di pasticceri, Andrea Tortora ha lavorato in alcune delle migliori cucine tre stelle Michelin: oltre alla citata esperienza al St. Hubertus a San Cassiano, vanno ricordate le collaborazioni con Ledoyen a Parigi, Waterside Inn a Bray e Ristorante Zafferano a Singapore. Nel 2017 inaugura il suo personale brand, AT Patissier – Grandi Lievitati d’autore, a cui decide di dedicarsi a tempo pieno nel 2019 lasciando Niederkofler.

Le parole di Andrea Tortora

È lo stesso pastry chef a spiegare le sue scelte e il suo timore reverenziale nei confronti di questo grande mito, trattato “per quello che è: un prodotto iconico”. Perciò, Tortora non ha stravolto il Cornetto, ma ha “solo cercato di renderlo ancora più speciale ed invitante”, scegliendo “ingredienti semplici e buoni che sanno di estate e sono in grado di riempire il quotidiano di meraviglia”

Per lui, il Cornetto “è un simbolo: sa di estate, cose buone, momenti speciali, spensieratezza e ricordi unici”, e per “questo è stato un onore essere coinvolto in questo progetto”.

Dove comprare il Cornetto Limited Edition 2020

Il nuovo Cornetto Limited Edition Gourmet 2020 Stellati firmato da Andrea Tortora è già disponibile nei supermercati, nei bar e nei negozi che distribuiscono il marchio Algida, a un prezzo consigliato di 2 euro per il singolo gelato (ma c’è anche la versione multipack con 5 gelati).

Il Cornetto di Isabella Potì

Come accennato, il Cornetto di Andrea Tortora è il secondo esempio di Limited Edition: lo scorso anno, Algida aveva puntato sul tocco di Isabella Potì, pastry chef di Bros’ a Lecce, che aveva puntato sulla luminosità (in contrasto al total black del 2020). Il suo gelato era infatti caratterizzato da vanilla pods e caramello salato, gel di limone, biscotti e cioccolato bianco, tutto avvolto da un incarto dominato dal dorato e dal bianco.

Il concorso di Algida

Le due versioni di Cornetto Limited Edition Gourmet sono protagoniste di uno speciale concorso attivato da Algida, che mette in palio una cena per due persone in un ristorante stellato selezionato da Cornetto. Per partecipare, bisogna acquistare una confezione di Cornetto Limited Edition di Isabella Potì o di Andrea Tortora e inviare entro il 30 settembre i dati dello scontrino tramite SMS al numero 3202043231: a fine concorso si procederà con un’estrazione che incoronerà i due fortunati clienti che vivranno un’esperienza magica grazie alla passione per il gelato.