Cosa mangiare a Cork: la guida definitiva delle cose da assaggiare

L’Irlanda è una terra splendida, da scoprire in tutte le sue sfumature e particolarità: se già sappiamo cosa ci aspetta e cosa mangiare a Dublino, anche la seconda città più grande dell’isola ci può offrire qualcosa di sorprendente e gustoso. Pronti a partire, dunque, con destinazione Cork!

Un viaggio a Cork

Nota come capitale del Sud dell’Irlanda, Cork sorge alla foce del fiume Lee e difatti il suo nome significa “palude” in gealico: oltre a monumenti di interesse e luoghi di culto (come la torre campanaria di Shandon, la cattedrale cattolica of St. Marie and St. Anne e quella anglicana dedicata a St. Finbarre), meritano una visita anche l’English Market (il grande mercato coperto di Cork, creato secondo alcune fonti addirittura nel 1610!) e i due birrifici locali, Beamish e Murphy’s, che insieme alla Heineken Irlanda distribuiscono la maggior parte delle birre nell’Isola.

I piatti tipici della cucina di Cork

Il ritmo che regola le abitudini alimentari a Cork si divide nei classici tre momenti, di importanza e peso diversi però da quello mediterraneo: il menu del breakfast è assai ricco, a forte impronta salata, mentre il pranzo o lunch è più veloce e consiste spesso anche di un semplice sandwich. Molto più consistente il dinner, la cena (servita dopo l’high tea pomeridiano con pasticcini) che si declina in un antipasto, una zuppa, un secondo a base di pesce o carne, un dessert con formaggi o dolce, ovviamente con accompagnamento di birra locale!

La tradizionale colazione, Irish breakfast

La colazione tipica irlandese è decisamente varia e ricca di gusti e calorie: si possono gustare salumi vari, formaggi come il Cashel Blue (il gorgonzola locale), bacon alla griglia, rognoni di agnello saltati, salmone, e poi ancora pomodorini alla piastra, funghi e piatti tipici come porridge, da accompagnare con il Soda Bread pane casereccio tradizionale. Non mancano ovviamente le uova, cucinate in tanti modi (alla Benedict, ma con tocco irlandese, o semplicemente scrambled con bacon croccante, crema di latte e formaggio grattugiato).

Gli antipasti da provare a Cork

I menu dei principali ristoranti di Cork offrono dei menu molto particolari, in cui ci sono alcune preparazioni che meritano di sicuro un assaggio. È il caso delle ostriche di Galway, degli scampi provenienti dalla baia di Dublino o del classico salmone affumicato, specialità davvero gustose, oppure dalle varie creazioni di carne, come il prosciutto cotto al forno di Limerick, il Black Pudding o le salsicce di manzo affumicato.

Un altro antipasto tradizionale sono i Buttered Eggs, uova di gallina freschissime conservate per sei mesi nel burro con l’intero guscio: il burro protegge l’interno dell’uovo e trasmette il suo sapore, che si può gustare quando si rompe il guscio.

A tema vegetale meritano un assaggio i butternut, una sorta di barchette di zucca di varietà butternut cotte al forno e riempite di varie ingredienti, sia verdure che formaggi.

Le zuppe tipiche di Cork

Molto ricca è anche l’offerta di zuppe che si possono mangiare nella cittadina irlandese: si va dalla Lamb Soup (che ha come ingredienti principali agnello e montone) alla Cockle Soup (protagonisti molluschi in brodo); citiamo anche il Calcannon, stufato di cavolo liquido con purea di patate, carote e rape, la Seafood Chowder, vellutata con pesce o vongole, e il Bacon Broth, una minestra composta di pancetta e verdure con orzo.

I piatti forti della cucina irlandese

Passiamo a elencare alcune delle portate principali che si possono gustare a Cork, cominciando dal “packet and tripe”, una combinazione di Drisheen e trippa. Col nome drisheen si fa riferimento a un sanguinaccio insaccato, di consistenza gelatinosa, composto da una miscela di sangue di vari animali (manzo, ma anche maiale o pecora), addensato con cereali e cotto nell’intestino di maiale o pecora; menzionato anche in opere letterarie come quelle di James Joyce, il drisheen si abbina appunto alla trippa per creare un piatto dal sapore particolare e intenso, non certo adatto a tutti i palati.

Molto ricca è l’offerta di preparazioni a base di carne di manzo, come nelle classiche bistecche Steak, preparate in vari modi, o nei Roastbeef: un esempio è la Spiced Beef, aromatizzata alla cannella e altri profumi e cotta in forno a bagnomaria, che possiede un caratteristico color cioccolato dark. Anche l’agnello ha un ruolo da protagonista nella cucina di Cork, come dimostra l’Irish stew lamb, agnello stufato con contorno di varie verdure, così come ci sono esempi di piatti con tacchino (il roast turkey, tipico di Natale) e con pollo.

Un altro re indiscusso delle pietanze irlandesi è il maiale: se il bacon si trova in varie ricette tradizionali (anche in abbinamento al cabbage, insalata di cavoli e patate) come il Dublin Coddle o la Pig’s Head, tipici di Cork sono i crubeens, zampe di maiale bollite, impanate e fritte, da mangiare rigorosamente con le mani.

Il pesce nella cucina tipica locale

Dalla carne al pesce, l’offerta non è certo limitata, anche grazie alla disponibilità delle acque sia salate che dolci: la cucina di Cork mette insieme piatti a base di lucci, stoccafisso, sogliole, pescatrice, e poi ovviamente presenta alcuni capisaldi come il salmone (fresco o affumicato) e il merluzzo (chiamato cod, protagonista del fish and chips locale). Inoltre, l’intero Paese è anche patria di grandi crostacei, cucinati in modi appetitosi e ricercati.

I dessert tipici di Cork

Anche nella Repubblica d’Irlanda il termine dessert comprende tutte le tipologie di dopopasto, quindi formaggi e dolci. Per chi predilige i prodotti caseari, in particolare, ci sono proposte di ogni tipo, da formaggi piccanti (Cashel Blue) a cremosi (Cooleney, simile al Camembert francese), dal profumato Ardrahan (con crosta all’aroma di fungo) al caprino Poulcoin.

I migliori dolci di Cork

L’ultima parentesi la dedichiamo agli appassionati di sapori dolci, che in Irlanda troveranno “pane per i loro denti”: abbiamo citato volutamente questo alimento perché uno dei dolci tipici di Cork ha proprio il pane come ingrediente! Parliamo del bread & butter pudding, che mette insieme anche burro, uvetta e vaniglia, e che in realtà si trova declinato in tante versioni, comprese ricette più elaborate con condimento di golosa crema.

Ma simile al pane è anche il Barmbrack, un lievitato con uva sultanina e uva passa che è tipico di Halloween, e poi anche Cork si possono poi gustare vari tipi di Scones, dolcetti ripieni di ogni tipo di delizia: la variante più diffusa è detta proprio Irish Scones, con burro morbido, marmellata di lamponi e clotted cream.