La nuova stagione di Masterchef Italia è iniziata: siete pronti a seguirla attentamente?

Ci siamo: nonostante le tante difficoltà dettate dalla situazione globale, torna per la decima edizione Masterchef Italia, lo show che ha rivoluzionato l’approccio alla cucina e che ha contribuito a diffondere – e rendere spettacolari – tutte le tecniche e le attività richieste ai grandi chef, dalla sfilettatura del pesce al coordinamento di una brigata. Ecco quali sono le novità più importanti di Masterchef Italia 10, quali le anticipazioni su concorrenti e prove e le prime parole dei giudici, innegabili protagonisti del programma.

I giudici Masterchef presentano la stagione 10

Squadra che vince non si cambia, si dice in ambito sportivo, ma la massima vale anche per i programmi tv: e quindi, dopo l’abbandono di Carlo Cracco e Joe Bastianich e gli “sconvolgimenti” delle passate edizioni, quest’anno il trio di giudici di Masterchef resta confermato e inalterato. Saranno quindi il veterano Bruno Barbieri (unico sempre presente sin dalla prima puntata), Antonino Cannavacciuolo e Giorgio Locatelli a decidere le sorti dei concorrenti e a valutarne le abilità, sfida dopo sfida.

Il pubblico ha infatti gradito le interazioni di questo eterogeneo terzetto, tanto che gli ascolti della scorsa edizione (la prima senza Bastianich) hanno raggiunto una media di 2 milioni di spettatori per puntata, quota davvero elevata per uno show in onda su una tv a pagamento come Sky.

Come dice lo chef Cannavacciuolo, “in questi dieci anni di talent parole, tecniche e ingredienti sono entrati nelle case degli italiani: dal mapazzone all’impiattamento, se oggi la gente ne sa di più di cucina è anche merito di questo programma”, che ha “fatto crescere la penisola del food” e aumentato la conoscenza degli spettatori. “La magia è che non ne puoi fare ameno, lo devi guardare perché impari qualcosa di nuovo, come gli autori che cercano ingredienti di tutto il mondo, che prima nel mercato italiano non esistevano e dopo qualche giorno si cominciano a cercare”, aggiunge lo chef partenopeo.

Cosa ci aspetta nella decima edizione di Masterchef Italia

Per la nuova stagione del talent culinario prodotto da Endemol Shine Italy, inaugurata il 17 dicembre e in onda ogni giovedì alle 21.15 su Sky Uno e in streaming su Now TV, le parole d’ordine saranno “inclusività e speranza”, come sottolinea Giorgio Locatelli, che parla di “messaggio importantissimo che abbiamo voluto trasmettere”.

La cucina può essere un luogo di grande integrazione tra culture e popoli differenti, come mostrato in vari episodi anche delle annate precedenti, ma in questa edizione tale filosofia assume un valore ancora maggiore, perché “la cucina italiana può raggruppare tutto ed è grande testimone dell’essere italiano nel mondo”, alla luce dell’idea “di una grande internazionalità della cucina, quella che non divide, ma che fa vedere questa capacità dell’uomo di stare insieme”.

Masterchef Italia 10, concorrenti e prove

La prima dimostrazione di inclusività arriva proprio dal cast: per questa edizione si sfidano 21 aspiranti chef di numerose nazionalità, che daranno vita a un melting pot che va dalla Cina all’Albania, dall’America al Marocco. I casting per la decima edizione del talent show si sono aperti nel mese di giugno e sono stati condizionati dalle norme legate alla pandemia, che ha portato alla trasformazione delle modalità di accesso al programma.

Nella prima fase delle selezioni i giudici hanno valutato i concorrenti tramite Zoom, la famosa applicazione per le videochiamate, e poi i migliori sono stati invitati a partecipare ai Live Cooking.

Cambiate le selezioni e le modalità di accesso

La riformulazione del format è stata inevitabile a causa del Covid-19 e ha provocato anche un’altra sostanziale modifica: nella seconda fase di selezione – il Live Cooking, appunto – i concorrenti non hanno potuto più portare gli ingredienti da casa e completare il loro piatto forte davanti ai giudici (come avveniva classicamente), ma hanno dovuto cucinare al momento scegliendo ingredienti e strumenti dall’enorme dispensa messa a loro disposizione.

È ancora Locatelli a raccontare che, anche per questo motivo, i concorrenti di questa edizione sono “veramente abili” e “hanno dovuto fin dal primo step dopo le selezioni scegliere degli ingredienti dalla dispensa in studio e cucinare un piatto in 40 minuti”, un test ulteriore che ha consentito ai giudici di Masterchef di capire chi aveva talento, perché “quando sei abituato a fare una cosa e ti si aggiungono delle difficoltà, aguzzi l’ingegno”.

Le prove e le sfide di Masterchef Italia 10

Il programma è stato realizzato nel pieno rispetto della sicurezza dei partecipanti e delle normative relative alle misure di contenimento del contagio da Coronavirus, in ottemperanza ai DPCM vigenti durante le registrazioni, e anzi le nuove regole comportamentali da seguire sono state integrate nel format e sono diventate uno spunto per realizzare nuove sfide sempre più complesse per gli aspiranti chef.

Nel corso delle selezioni, i candidati passano direttamente alla Masterclass se ricevono i sì di tutti e tre i giudici, che dà diritto al grembiule bianco con il proprio nome. Chi ottiene due sì riceve invece il grembiule grigio, la novità della scorsa edizione, che consente di partecipare alle prime sfide per entrare nella classe; come nella scorsa edizione, poi, i giudici di Masterchef Barbieri, Cannavacciuolo e Locatelli hanno la possibilità di scommettere su un candidato a testa firmando un grembiule grigio, che permette al “fortunato” l’accesso alle sfide successive.

C’è da dire che l’esperimento dello scorso anno non ha poi avuto i frutti sperati: a parte la chef selezionata da Giorgio Locatelli (Giulia Busato, che poi ha chiuso all’ottavo posto assoluto), infatti, le due scommesse di Cannavacciuolo e Barbieri sono state eliminate già nel corso delle primissime puntate.

Completati questi ulteriori passaggi si può formare la Masterclass definitiva, che quest’anno sarà come detto “variegata e multiculturale”: i 21 aspiranti MasterChef dovranno quindi farsi largo ed emergere tra le classiche prove di Mystery Box, Invention Test, Pressure Test e Skill Test, che servono a verificare la creatività, lo spirito di adattamento, la capacità di concentrazione anche quando si è a rischio eliminazione e, infine, le competenze tecniche e le abilità in cucina, ovvero tutte le caratteristiche utili per essere davvero un Masterchef.

Non mancano gli ospiti e le prove in esterna

Nonostante le tante difficoltà organizzative il pubblico avrà modo di divertirsi e di appassionarsi alla decima edizione di Masterchef, che punterà anche sui grandi ospiti del mondo dell’alta ristorazione e su location esterne di grande impatto.

Tra le guest star ci sono il maestro Iginio Massari, ormai immancabile con le sue sfide di pasticceria che spesso mettono in crisi i concorrenti, ma anche astri nascenti della cucina internazionale come Jeremy Chan (una stella Michelin per il ristorante “Ikoyi” a Londra) o Flynn McGarry, il talento che a soli 22 anni ha conquistato già svariati riconoscimenti, fino a Mauro Colagreco, chef pluristellato del ristorante Mirazur a Mentone

Tra le sfide in esterna, in cui gli aspiranti chef si dividono in brigate per sfidarsi a squadre, spicca una location d’eccezione: Villa Crespi d’Adda, villaggio industriale patrimonio dell’Unesco e sede del ristorante due stelle Michelin Villa Crespi, “casa” dello chef Antonino Cannavacciuolo.

Vale poi la pena ricordare che da anni ormai il mondo MasterChef ha scelto di essere plastic free ed eco-friendly, promuovendo il consumo consapevole ed ecosostenibile e impegnandosi a rispettare l’ambiente e a limitare lo spreco di risorse alimentari. In concreto, ciò significa che tutti i prodotti di consumo legati al cibo (come piatti, bicchieri, posate, vassoi, tovaglioli) sono di natura compostabile, e inoltre la gran parte degli alimenti non impiegati per le prove viene donata all’Opera Cardinal Ferrari Onlus di Milano, grazie anche alla collaborazione di Last Minute Market.

Masterchef Italia 10 in tv: non solo le sfide al giovedì

Oltre al classico appuntamento settimanale del giovedì sera, Masterchef Italia 10 vivrà anche altri momenti di trasmissione: in particolare, a partire da venerdì 25 dicembre va in onda su Sky Uno il daily Masterchef Magazine, dal lunedì al venerdì alle ore 19.45.

Tra i protagonisti di MC Magazine moltissimi Chef stellati, a cominciare dai giudici Bruno Barbieri e Giorgio Locatelli, per arrivare a Michelangelo Mammoliti, 2 stelle Michelin, Jeremy Chan e Chiara Pavan, entrambi una stella. La striscia quotidiana è l’occasione per trattare vari temi, dalla sostenibilità in cucina al “comfort food”, dalla cucina mediorientale (la rubrica curata da Chef Barbieri) alla cucina di casa (gestita da Chef Locatelli). Tra gli ospiti, inoltre, ci sarà anche Antonio Lorenzon, il MasterChef in carica, che illustrerà alcune ricette a sua firma e darà consigli su come allestire la tavola per diverse occasioni.

L’appuntamento con MC Magazine è anche interattivo: tutte le settimane il canale YouTube di MasterChef Italia pubblica tre ricette, mentre sui social si interagisce con la rubrica #Instafood: gli aspiranti chef sono chiamati a realizzare un piatto ispirato a uno tra gli hashtag più di tendenza del mondo food e a postare la foto sui social di MasterChef, e invitando il pubblico a fare lo stesso per condividere la propria versione del piatto.

Finale Masterchef, chi sarà il nuovo campione?

Inizia quindi il percorso per la conquista del titolo di decimo MasterChef italiano, che prevede anche un premio di 100.000 euro in gettoni d’oro e la pubblicazione di un primo libro di ricette, edito da Baldini&Castoldi. Lo scorso anno, la finale di Masterchef arrivò al termine di ben 12 puntate e 24 episodi, e quest’edizione non dovrebbe essere molto diversa nei tempi: non resta che collegarsi su Sky e scoprire come andrà a finire questa decima edizione.

Vincitori Masterchef Italia, il destino degli ultimi campioni

Ma che fine hanno fatto gli altri concorrenti e vincitori di Masterchef? Chi è appassionato di cooking show avrà sicuramente visto alcuni dei protagonisti delle scorse edizioni, che sono presenze fisse in tanti programmi su varie reti o sui social: solo per citarne due, Tiziana Stefanelli (vincitrice di Masterchef Italia 2 nel 2013) è stata giudice a La prova del Cuoco e Cuochi e Fiamme, mentre Rubina Rovini (concorrente di Masterchef Italia 5 nel 2016) conduce La versione di Rubi su Alice Tv. Tanti altri hanno tentato la strada imprenditoriale e quasi tutti hanno seguito il proprio sogno in cucina.

Soffermandoci sugli ultimi vincitori di Masterchef Italia, Valerio Braschi (vincitore della sesta edizione) ha aperto un suo ristorante a Roma, il Ristorante 1978; Simone Scipioni (che ha trionfato a Masterchef Italia 7) è Chef e Creative Manager presso la Locanda Fontezoppa a Civitanova Marche, mentre Valeria Raciti (campionessa di Masterchef Italia 8) è molto attiva sui social, con collaborazioni con vari brand.