Segreti svelati: finalmente le grande aziende food rivelano alcune ricette

Per buttarla sull’ironia, possiamo dire che serviva una pandemia per scoprire i segreti delle ricette di brand ultra-famosi in tutto il mondo! Nelle ultime settimane, McDonald’s, Burger King, Ikea e Starbucks, tra gli altri marchi, hanno infatti condiviso pubblicamente ingredienti e procedimenti per fare in casa alcune delle loro preparazioni più tipiche e conosciute, offrendo un sostegno e uno spunto originale a chi è bloccato in casa dal lockdown anti-Coronavirus.

Come fare le ricette di Burger King a casa

La strada è stata inaugurata da Burger King, o per meglio dire dall’account twitter ufficiale di Burger King France: alla fine di marzo, su suggerimento dell’agenzia Buzzman che gestisce la comunicazione, è stata condivisa una serie di infografiche che riportano gli ingredienti per fare a casa alcune delle classiche ricette del colosso statunitense del fast food.

Ecco allora i suggerimenti per il Whooper della Quarantina (Whooper de la Quarantaine, in francese), seguiti da quelli per ripetere The Steakhouse, il Big Fish e il Big King, rigorosamente “in attesa dell’originale”, ovvero della riapertura dei punti vendita Burger King in Europa (Italia inclusa).

Una lunga lista di ingredienti

A ben vedere, più che ricette nel vero senso della parola, con procedimenti da seguire passo dopo passo, siamo di fronte a un lungo elenco di ingredienti con relativo ordine di composizione: sono infatti assenti sia i riferimenti alle dosi che eventuali trucchi e istruzioni aggiuntive.

Insomma, Burger King non ha svelato le sue ricette segrete, ma solo condiviso una specie di lista della spesa utile per chi vorrà cimentarsi nella realizzazione delle preparazioni da fast food, con la consapevolezza però di dover metterci buona volontà, capacità di improvvisazione e un bel pizzico di esperienza ai fornelli per ricreare il prodotto originale praticamente da zero.

Come fare le ricette Burger King a casa

Per chi fosse curioso di conoscere gli ingredienti, ecco quelli necessari per fare un Whopper perfetto anche a casa:

  1. metà inferiore del panino
  2. hamburger
  3. cetriolo sottaceto
  4. ketchup
  5. cipolla
  6. pomodoro
  7. lattuga
  8. maionese
  9. metà superiore del panino

È stato poi un successivo tweet a dare qualche indicazione in più, con un breve video del procedimento di creazione del classico panino: ad esempio, bisogna tagliare il pomodoro a fette spesse circa 1 centimetro, le cipolle e i sottaceti vanno affettati a rondelle e la carne andrebbe cotta alla piastra, ma in alternativa si può usare anche una padella ben calda.

Polpette Ikea ricetta svelata

Ben più generosa è stata Ikea: la multinazionale svedese ha infatti deciso di rivelare pubblicamente la ricetta delle sue tipiche polpette di carne, che i clienti amano gustare al bistrot dei vari punti vendita o nei loro mini market interni, accompagnandoli con purea di patate, patatine fritte o salsa di lamponi.

È sempre Twitter il canale scelto per dare sollievo agli amanti di questa pietanza, impossibilitati ad acquistarla e mangiarla a causa della chiusura di gran parte dei negozi Ikea in Europa: il 20 aprile, l’account ufficiale Ikea UK ha infatti pubblicato un’immagine in pieno stile Ikea con le istruzioni di montaggio delle polpette svedesi e della salsa di panna.

Come fare le polpette Ikea a casa

In questo caso, la ricetta è davvero completa e riporta tutti gli ingredienti con relativi dosaggi e procedimenti, e così scopriamo che fare le polpettine a casa non è complicato e bastano prodotti abbastanza comuni o facili da reperire anche in quarantina.

Per fare le polpette, servono 500 grammi di carne di manzo macinata, 250 grammi di macinato di maiale, una cipolla tagliata finemente, uno spicchio di aglio (tagliato o schiacciato), pangrattato, un uovo e 75 grammi di latte intero. Semplice anche rifare la cream sauce, per cui servono un po’ di olio, 40 grammi di burro, 40 grammi di farina, 150 ml di brodo vegetale, 150 ml di brodo di manzo, 150 di panna (per la precisione, thick double cream, la panna grassa tipica dell’Europa del Nord), 30 grammi di salsa di soia e 15 grammi di senape di Digione.

Un aiuto a chi è a casa

Come spiega Lorena Lourido, country manager food di Ikea in Regno Unito e Irlanda, “ad alcune persone potrebbero mancare le nostre polpette, motivo per cui abbiamo rilasciato questa alternativa casalinga per aiutare chi è alla ricerca di ispirazione in cucina”. Stare a casa è difficile, ma con questo supporto “vogliamo aiutare a rendere la vita di tutti un po’ più facile e divertente”.

Mc Donalds condivide le istruzioni per l’Happy Meal

Sempre dal Regno Unito arriva un altro segreto di una grande azienda del fast food: si tratta delle istruzioni per fare un Happy Meal casalingo. Attenzione, però: stavolta non si parla del contenuto, ma del contenitore, con un file da scaricare che può essere facilmente montato per ricreare l’iconica scatoletta che i bambini adorano.

C’è un motivo ben preciso dietro la scelta di McDonald’s UK: per molti bambini – soprattutto quelli con esigenze speciali – potrebbe essere più difficile adattarsi alla nuova routine e alle restrizioni alle uscite: per consentire loro di mantenere almeno un legame con le abitudini regolari, l’azienda ha deciso di rendere disponibile il modellino Happy Meal Box da scaricare, stampare e montare. Starà poi ai genitori decidere cosa servire ai propri figli!

Le bevande Starbucks sul divano di casa

L’ultima notizia in questo senso arriva da Starbucks, che ha seguito gli esempi precedenti e deciso di contribuire ad alleviare le pene alimentari, per così dire, dei suoi clienti affezionati chiusi in casa per il lockdown. Sono tre le ricette Starbucks condivise dai profili ufficiali social della compagnia americana (di certo non le più famose, bisogna notare), che poi ha dato anche qualche consiglio pratico per rendere più gustoso il caffè mattutino classico.

Le ricette segrete di Starbucks

La bevanda Cold Brew Orange Tonic è un elaborato mix di caffè normale tipo Starbucks (che usa una proporzione di 10 grammi di polvere di caffè per 170 grammi di acqua) con aggiunta di sciroppo di cardamomo all’arancia.

Chi preferisce i gusti esotici e tropicali può tentare di ripetere il Sunrise Honey Coconut Coffee, un caffè all’americana reso più dolce dall’aggiunta di miele, mentre l’uso combinato di latte di cocco e latte vaccino sono il tocco per renderlo più cremoso.

Infine, l’Iced Caramel Latte with Vanilla Cream di Starbucks è una bevanda di latte caramellato ghiacciato con crema alla vaniglia, e si prepara unendo caffè espresso e caramello e aggiungendo poi un filo di crema alla vaniglia.

I segreti di Starbucks per caffè speciali

Come dicevamo, la compagnia americana ha voluto anche un consiglio più ampio a tutti coloro che consumano il caffè e che vogliono renderlo più speciale (anche solo una volta, per uno sfizio estemporaneo): è sufficiente usare come dolcificante il miele al posto dello zucchero, aggiungere un pizzico di cannella alla polvere macinata oppure sostituire il latte vaccino classico con un po’ di latte condensato.