Il Soldino Mulino Bianco: la limited edition che tutti aspettavamo!

La nostalgia è una delle più grandi leve del marketing contemporaneo, e Mulino Bianco ha deciso di strizzare l’occhio proprio al pubblico che continua a guardare ai prodotti e ai sapori del passato con un velo di malinconia. E quindi, dopo anni di petizioni e di richieste dei fan, ecco che torna (in realtà per la seconda volta) il mitico Soldino, la merendina al cioccolato che ha spopolato tra anni ’80 e ’90 per poi sparire “improvvisamente” dagli scaffali.

La nuova edizione del Soldino Mulino Bianco

L’azienda parmigiana ha infatti lanciato l’iniziativa Dedicato a te, che permette di acquistare attraverso il sito ufficiale un prodotto Mulino Bianco e di personalizzare la confezione: tra le varie specialità compare, a sorpresa, anche il Soldino, fuori produzione da ormai più di venti anni (a parte una parentesi nel 2010 che però non ebbe seguito).

E quindi, chi vuole assaggiare un pezzo della storia della pasticceria industriale italiana e fare un tuffo nel passato può acquistare la raffinata confezione di latta – da personalizzare con un nome, una foto e una dedica speciale – e attendere i 15 giorni previsti per la spedizione: all’interno della scatola ci saranno 8 merendine Soldino, preparate secondo la ricetta classica (anche se in forma rettangolare, come nell’ultima versione commercializzata). Il costo di questa “operazione nostalgia” è di 24 euro (più spese di spedizione), e Mulino Bianco sottolinea che si tratta di una “limited edition” e che, quindi, non è sicuro che poi il Soldino torni effettivamente in vendita in modo regolare.

soldino

 

La storia del Soldino

Chi ricorda il Soldino? Secondo Mulino Bianco – e i social network – nessuno ha mai davvero dimenticato il sapore e la morbidezza di questa merendina, che fece la sua prima comparsa negli anni Ottanta e si impose rapidamente sul mercato, grazie anche a una campagna di pubblicità che conquistò l’interesse dei piccoli golosi.

Nella forma originale il Soldino era quadrato: si tratta di una merendina di soffice pan di spagna farcito di crema al cacao e ricoperto di glassa al cioccolato, con l’impasto morbido che creava un piacevole contrasto sensoriale con la croccantezza dello strato di cioccolato. Ma la caratteristica distintiva, da cui poi deriva il nome, era rappresentata dalla piccola moneta di cioccolato al latte (decorata con un motivo floreale sempre diverso) che era posizionata al centro della merenda, e che in genere si mangiava proprio alla fine per un ultimo morso di puro godimento.

Come accaduto alla merenda “gemella” Tegolino, intorno agli anni Novanta anche il Soldino subisce un restyling e da quadrato diventa rettangolare (e anche più piccolo), pur senza modificare eccessivamente la ricetta. Evidentemente il pubblico non gradì il cambio e, complici i nuovi prodotti concorrenziali che si facevano strada (e l’ampliamento della linea snack della stessa Mulino Bianco), i Soldino persero fascino e finirono addirittura fuori produzione.

Il ritorno del Soldino

Sulla scia della grande richiesta del pubblico di nostalgici – che hanno scritto per anni sul sito ufficiale e sui canali social dell’azienda, e non solo – a Eurocholate 2010 la Mulino Bianco presentò una versione speciale di Soldino in uno speciale Scrigno di latta ed Edizione Limitata, che non ebbe seguito.

In pratica, ora l’azienda propone la stessa operazione ma con il fattore “personalizzazione” in più (e vendita online, non limitata al celebre evento perugino).

E quindi, i Millennial che negli anni ’80 gustavano il Soldino come merenda a scuola o i ragazzi che negli anni ’90 fecero in tempo ad assaggiare le ultime produzioni hanno ora un “compito”: acquistare il Soldino Edizione Limitata 2021 per dimostrare che la nostalgia non si ferma solo al pensiero!