Baiocchi al pistacchio, novità 2022: prezzo, ingredienti e dove trovarli

È un’edizione speciale e limitata, in vendita dal 6 giugno in tutta Italia ma disponibile da alcuni giorni in anteprima in alcuni supermercati della catena Esselunga, e ha già scatenato la frenesia sui social: parliamo dei nuovissimi Baiocchi al pistacchio lanciati da Mulino Bianco, che quindi ha voluto stravolgere la classica ricetta del suo biscotto farcito proponendo questa versione che promette un’esplosione di gusto.

La novità: arrivano i Baiocchi al pistacchio

A quasi quarant’anni dal debutto del primo biscotto farcito alla crema di nocciola, prodotto iconico e ancora oggi tra i più venduti del comparto, i Baiocchi Mulino Bianco si rifanno completamente il look e abbracciano una nuova crema al pistacchio, ingrediente tra quelli maggiormente di tendenza degli ultimi tempi, come dicevamo anche parlando dei pistacchi di Bronte.

I nuovi Baiocchi al pistacchio di Mulino Bianco cercano quindi di ampliare la gamma di sapori per la colazione e lo snack di tutta la famiglia, anche se probabilmente saranno maggiormente apprezzati dai più grandi visto il gusto più “particolare”.

Stando alle prime informazioni di chi ha potuto gustarli in anteprima, questi biscotti hanno un sapore delicato, con la crema al pistacchio che si lascia percepire senza sovrastare la frolla (e, anzi, in molti lamentano che la farcitura sia fin troppo tenue, rendendo possibile sentire davvero l’aroma di pistacchio solo “scomponendo” i biscotti e gustando direttamente la crema).

Dal punto di vista estetico, i Baiocchi al pistacchio sono identici a quelli alla nocciola, con il disco di pasta frolla che presenta quindi l’icona dello scudo e i classici 5 buchini, che circondano il nome del biscotto e fanno intravedere la crema di farcitura: è qui che si nota la grande differenza, perché il colore tipico della nocciola è sostituito dal verde del pistacchio (che è di sfumatura leggera e non eccessivamente carico di toni innaturali).

baiocchi-al-pistacchio

Prezzo e dove si trovano

Il lancio ufficiale del prodotto in tutta Italia è avvenuto il 6 giugno: i Baiocchi al pistacchio sono in vendita in tutti i negozi della grande distribuzione organizzata, catene di supermercati e, prevedibilmente, anche piccoli negozi alimentari di quartiere. Come detto, nei punti vendita di Esselunga al Centro e Nord Italia questi biscotti sono già arrivati da qualche settimana, scatenando un effetto “hype” che si è fatto sentire moltissimo sui social, anche per le limitate quantità messe a disposizione (strategia che ricorda quella del lancio dei Nutella Biscuits, i rivali dei Baiocchi nel segmento dei biscotti farciti).

La confezione standard dei Baiocchi al pistacchio prevede sei porzioni in formato pocket, ciascuna delle quali contiene 3 biscotti. Il prezzo di vendita visto al momento è di 2,59 euro.

Calorie e ingredienti

Come per gli altri prodotti della linea Baiocco, anche per questa versione al pistacchio la Mulino Bianco ha adottato la filosofia di attenzione alle materie prime, utilizzando ad esempio farina di grano tenero proveniente da agricoltura sostenibile (che rappresenta il 51,6% dell’impasto del biscotto) ed evitando il ricorso all’olio di palma.

E quindi, gli ingredienti dei Baiocchi al pistacchio sono, per i biscotti, farina di frumento appunto, poi zucchero, uova, oli vegetali, latte scremato in polvere e latte fresco pastorizzato, amido di frumento, agenti lievitanti, sale e aromi.

I pistacchi rappresentano una quota ridotta della crema (in etichetta è indicato il 7,6% sul prodotto finito), composta complessivamente da zucchero, oli vegetali, latte scremato in polvere e amido di frumento.

La lista degli ingredienti chiarisce che i Baiocchi al pistacchio non sono adatti ai celiaci, e inoltre sono segnalati altri allergeni quali gli stessi pistacchi, uova e latte, oltre che possibili tracce di senape, sesamo, altra frutta a guscio e soia.

Guardando all’aspetto nutrizionale, la porzione completa da 3 biscotti fornisce 591 kJ / 141 kcal di energia (ogni biscotto apporta quindi 47 calorie, stesso valore energetico dei Baiocchi tradizionali), 7 grammi di grassi (di cui 1,3 grammi di acidi grassi saturi), 17 grammi di carboidrati (6,4 grammi di zuccheri), 2,5 grammi di proteine, 1 grammo di fibre e 0,20 grammi di sale.

I prodotti della linea Baiocchi Mulino Bianco

Mulino Bianco cerca quindi di rintuzzare l’attacco dei citati Nutella Biscuits al suo predominio nel settore dei biscotti farciti, estendendo ancora di più la gamma dei Baiocchi per intercettare nuovi golosi.

Secondo le notizie diffuse dall’azienda, tra il 2008 e il 2021 i volumi di vendita dei Baiocchi Mulino Bianco classici sono più che raddoppiati e nel 2020 questi iconici biscotti sono stati acquistati da 4,2 milioni di famiglie in almeno uno dei tre formati disponibili: sacchetto, tubo e monoporzione.

Lo scorso anno hanno debuttato i Baiocchi Choco, una versione alternativa che unisce la cialda fragrante di biscotto a una tavoletta di cioccolato al latte con nocciole, lanciata per posizionare il prodotto nella categoria snack (piuttosto che in quella dei prodotti da colazione). Non è però un formato del tutto originale, in quanto già nel 1992 l’azienda mise in vendita i Baiocchi Snack, prima storica rivoluzione al formato, mettendo insieme il fragrante biscotto a un soldino di cioccolato.

Ma in questo 2022 gli appassionati di Baiocchi hanno avuto già un’altra sorpresa, con il debutto della versione gelato dell’iconico snack, che propone in chiave frozen il biscotto farcito.